LAGO DI PORZIOLA: E’ COSA FATTA!!!

FIRMATA LA CONVENZIONE TRA COMUNE DI SASSO MARCONI E LA FIPSAS BOLOGNESE!!!

 

Sabato 14 luglio 2018 è stata una giornata importante per il movimento piscatorio della provincia di Bologna! Si perché da sabato i pescatori Felsinei e non solo hanno una location in più dove poter esercitare il loro hobby preferito, la pesca.

A 18 mesi dal primo incontro con l’Amministrazione di Sasso Marconi per la gestione del lago di Porziola, in concomitanza con la festa sul lago organizzata da Comune e da altre Associazioni, Fipsas in prima fila, il Sindaco Dott. Stefano Mazzetti ed il Presidente della Sezione provinciale Fipsas Bologna Dott. Alberto Rossi, per conto della FIPSAS  nazionale, hanno siglato una storica convenzione ponendo le basi per  una prima gestione triennale dell’invaso che prevede la riqualificazione, il mantenimento ed il controllo dello specchio d’acqua denominato “ Lago di Porziola”.

Ma andiamo per gradi. Un anno e mezzo fa il Consigliere della Fipsas Flavio Manaresi insieme a Mirko Finocchi, responsabile FIPSAS Bologna per il Carpfishing, hanno una splendida intuizione: riuscire a gestire questo lago e renderlo fruibile ai tanti appassionati di pesca sportiva.

Compito non facile in quanto già in passato un discorso simile si era approntato con l’Amministrazione locale ma che purtroppo non aveva portato a niente.

Iniziano i primi sopraluoghi sul lago a cui fanno seguito i primi incontri con l’Amministrazione comunale, diversi appuntamenti vengono poi organizzati con i pescatori interessati al progetto, emergono proposte condivise, che poi diventeranno parte integrante per l’attuazione della gestione dell’invaso.

Vengono approntate le prime giornate ecologiche per la raccolta dei rifiuti; e, credetemi, di immondizia ne è stata raccolta tanta.

Anche con i compagni di Ulisse, Associazione che fa della barca a vela la propria attività e che negli ultimi anni ha scelto il lago come centro scuola per i ragazzi, inizia una collaborazione stretta con il fine di riportare un controllo sulla cava volto a scoraggiare certi atteggiamenti poco etici e poco civili di alcuni personaggi di dubbia moralità.

In accordo con l’Amministrazione comunale, i volontari pescatori approntano le prime postazioni per l’esercizio della pesca a Carpfishing e alle altre tecniche da riva; viene creato un alaggio ad hoc per permettere a chi pratica la pesca al Bass di calare le proprie barche o i propri bellyboat in acqua; viene realizzato un documento per la regolamentazione della pesca; viene creata, a spese dei volontari, una web App dove è possibile registrarsi e verificare la frequentazione del lago oltre che  informarsi sulle normative che regolano l’invaso. Insomma tutte iniziative che fino a qualche anno fa sembravano essere fantascienza!

Ora però si è fatto un ulteriore, fondamentale passo in avanti: da sabato 14 luglio, con la sigla ufficiale sulla Convenzione, possiamo dire che il futuro di questo lago è un po’ più roseo.

Dal 14 luglio 2018 si é potuti passare alla seconda fase del progetto, in collaborazione con biologi e ittiologi collegati all’università di Bologna, per il monitoraggio e il riequilibrio ittico ambientale.

Certo la strada è ancora molto lunga e sicuramente non sarà facile, però adesso abbiamo delle certezze, un regolamento su cui fare affidamento, un gruppo di volontari che si prodigano per la manutenzione delle sponde, un controllo da parte delle guardie ittiche volontarie, il cui compito principale in questa prima fase sarà quello di informare e fare prevenzione.

L’accordo siglato, oltre a salvaguardare la fauna ittica presente ed il decoro ambientale, ha un altro scopo fondamentale ed è quello di rendere la zona fruibile a tutta la cittadinanza locale, la quale potrà da oggi usufruire di un luogo per dilettarsi in lunghe passeggiate a contatto con la natura, con la consapevolezza di potersi immergerein un piccolo angolo di paradiso che fino a poco tempo fa era impraticabile.

Diverse manifestazioni verranno programmate nel corso degli anni, che coinvolgeranno non solo la pesca sportiva ma i cittadini di Sasso Marconi e la festa del lago dello scorso week end ne è un esempio, insomma tutte attività volte ad una riqualificazione dell’area.

Dal canto mio cosa posso dire? Per me è una grande soddisfazione vedere questo lago rinascere, in passato questo specchio d’acqua è stata la palestra per tanti pescatori i quali hanno mosso i primi passi proprio qui, al Lago di Porziola.

Tutto questo è stato reso possibile dalla tenacia di Flavio Manaresi, che ha creduto in questo progetto, e dalle Istituzioni locali che hanno preso atto delle condizioni in cui versava l’area ed hanno lavorato unitamente alla FIPSAS ed agli Amici di Ulisse affinché si giungesse ad una prima soluzione del problema.

Le persone da ringraziare sono tante e non vorrei fare un torto a nessuno dimenticandomi di qualcuno, ma comunque una menzione speciale va fatta al Sindaco di Sasso Marconi Dott. Stefano Mazzetti, al Dott. Alberto Rossi, Presidente della Associazione provinciale FIPSAS di Bologna, al Sig. Macchiavelli, collaboratore del Comune nonché membro dell’Associazione “Gli Amici di Ulisse”, all’amico Mirko Finocchi: a tutte queste persone, unitamente ai tanti volontari che si sono prodigati in questi ultimi 18 mesi nella realizzazione del progetto, va tutto il nostro ringraziamento.

GRAZIE ANCORA!

 

Gianluca D’Alessio

 

  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.