BROWNING PRESENTA: PASTURA DUTCH DANGER STILLWATER SURPRISE

La pastura Browning Dutch Danger Stillwater Surprise è una delle poche pasture in commercio formulata per essere utilizzata nella pesca a feeder in lago o in fiumi dalla corrente lenta.

La confezione di plastica spessa protegge la miscela prima dell’apertura. Sotto la pastura secca, appena versata nel secchio.

Non è una delle solite pasture al fishmeal : Browning ha pensato di offrire con questo prodotto una pastura destinata ad attirare pesci in acque libere come carpe, bremes, carassi e cavedani. La confezione è realizzata in plastica particolarmente spessa e la miscela risulta ben protetta dall’ossidazione.

L’aroma che emana questa pastura prima della bagnatura è nettamente caratterizzata dai prodotti del mais e del pane in essa contenuti.

L’odore non è pesante, in quanto Browning ha deciso di non “forzare la mano” e di formulare questo prodotto come “base” : il pescatore è libero di aggiungere, in base al tipo di pesca che si propone di fare, gli additivi aromatizzanti della linea Browning Champion’s Choice Power Additive.

Personalmente, visto che mi accingo ad affrontare una pescata nel campo di gara di Granaiolo sul Fiume Elsa, dove i pesci che andrò ad insidiare sono dei furbissimi cavedani o degli smaliziati carassi, ho evitato ulteriori aggiunte di additivi: la naturale fragranza del mais e della mollica di pane rappresentano a mio avviso, in questo caso la scelta migliore.

Prima della bagnatura, la cosa che balza subito all’occhio sono le grandi particles di mais giallo e rosso: particles di dimensioni anche superiori a 4 mm, che una volta bagnate diventeranno bocconi succulenti (ma dal basso potere nutriente) su cui i grossi pesci sosteranno volentieri.

Il processo di bagnatura va eseguito in modo progressivo, visto anche l’elevato potenziale assorbente di questa miscela : circa 500 ml d’acqua ogni kg.

La composizione a base di pane e tourteau di mais richiede elevate quantità d’acqua per raggiungere la bagnatura ottimale; di converso il prodotto che ne risulta è una pastura estremamente soffice e voluminosa (sui 3 litri / kg).

Vi consiglio questa pastura per insidiare ciprinidi in acque lente o anche in lago, soprattutto pescando a feeder dove i soliti fishmeal mix falliscono perché attirano troppa minutaglia o sfamano i pesci che abbiamo per obiettivo.

Mix secco : si nota l’abbondanza di particles colorate.

La pastura finita : la mollica di pane ed i prodotti del mais sono aumentati di volume, e le particles colorate si presentano perfettamente integrate in questa accattivante miscela.

La pastura pronta da setacciare, si consiglia di usare vagli con maglie di grandezza uguale o superiore a 4 mm.

La miscela durante la bagnatura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.