MONDIALE PER CLUB, ANCORA UNA SORPRESA: VINCE LA BOSNIA !

Il 2019 sembra essere l’anno delle sorprese, almeno per quanto riguarda i trofei internazionali di pesca al colpo.

Dopo l’Europeo, vinto a sorpresa dalla Lituania è arrivato il turno del mondiale per club ed ancora una volta una sorpresa inaspettata.

Al primo posto della classifica ecco la Bosnia con 31 penalità, seguita dall’Inghilterra con 32 e dalla Bulgaria con 58. Purtroppo giù dal podio la Lenza Emiliana Tubertini giunta al nono posto con 71 penalità. Peggio per la Cannisti Dogana Colmic di San Marino che dopo la discreta prova di ieri incappa in una brutta giornata e chiude diciannovesima con 82 penalità.

Oggi la pescata è stata ancora più difficile del primo giorno. Le alborelle sono quasi sparite ed i pesci di grossa taglia sono diventati ancora più difficili. Basti pensare che in alcuni casi con un solo pesce di taglia si riusciva ad arrivare a podio nel proprio settore.

I pesci rispondevano solo nella prima parte di gara, poi il nulla totale e la rincorsa alle poche alborelle presenti. Esempio lampante è la gara di Renzo Francioni della cannisti dogana che al settore C è partito con una mangiata ed un pesce slamato. Altra mangiata e pesce agganciato ma talmente grosso da fumare un filo di dimensioni generose…. gara finita, una rincorsa a recuperare 10 alborelle che sono servite solo a limitare i danni.

Ricapitolando, gli atleti della Lenza Emiliana oggi totalizzano 44 punti frutto di due settimi, due ottavi ed un quattordicesimo realizzati rispettivamente da Genovesi, Gabba, Giambrone, Prandi e Bruscia.
50 punti per gli amici sammarinesi della Cannisti Dogana Colmic, anche loro in giornata non fortunata.

Questa classifica, a botta calda lascia spazio ad alcune riflessioni:
la prima è che, come detto spesso, oggi le squadre materasso sono davvero poche. Anche squadre come la Bosnia (con tutto il rispetto, sia ben chiaro) che fino a qualche anno fa erano in seria difficoltà anche con le attrezzature oggi sono in grado di recitare un ruolo da protagonista.
Seconda riflessione invece sul campo gara, ci lamentiamo spesso dei nostri corsi d’acqua, ma poi quando si va all’estero si trovano situazioni come questa o come quella appena vissuta all’europeo per nazioni, con campi gara bellissimi dal punto di vista estetico ma difficilissimi da affrontare anche perchè poco ricchi di pesce.

Nelle prossime ore approfondimenti e ulteriori notizie dalla Croazia. Rimanete collegati su Match Fishing Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.