CIS COLPO: BUONA LA PRIMA PER LA RAVANELLI TRABUCCO, MA LA SECONDA VIENE ANNULLATA

Partiamo dai risultati. In gara 1 sabato a Corbara a vincere è stata la Ravanelli Trabucco con 7 penalità, seguita dall’Oltrarno Colmic con 11 e dalla Lenza Aglianese Colmic con 13.

In classifica progressiva Oltrarno Colmic davanti a tutti con 42 con un buon margine sulla seconda, la Valdera Pontederese Colmic che di punti ne ha 53 e terza piazza provvisoria per la Lenza Emiliana squadra B, detentrice del titolo, con 57.

La prova odierna (gara 2 e prova numero 4 del campionato) è stata annullata per “impraticabilità del campo” (termine forse un po’ troppo calcistico): sostanzialmente il violento temporale che si è abbattuto sulla zona sabato notte  ha reso irraggiungibili con i mezzi i posti gara e per questo si è deciso di non disputare la prova.

Prima di fare alcune considerazioni partiamo dalla pescata: quest’anno Corbara è stato totalmente diverso rispetto allo scorso anno con tantissimo pesce di piccola taglia come carpette e carassietti che da un lato disturbavano la pescata ma da un altro non dovevano essere disprezzati vista la non esagerata quantità di pesce catturabile cercando le grosse breme.

Sostanzialmente una pescata cercando di prendere un po’ tutto con alcuni agonisti maggiormente focalizzati e catturanti a breme, forse il mix di pasture scelte o forse per i picchetti maggiormente favorevoli a quel tipo di pesca.

Nei picchetti con poca acqua (come alle vigne) si è optato per una pescata con pastura a spaccare (a differenza dello scorso anno quando si puntava sul tonfo di palle di pastura piuttosto dure) con all’interno del mais, un esca che scende rapidamente verso il fondo. Nei picchetti con più profondità si è invece rimasti alla “vecchia tecnica” del ciocco della pastura sulla superficie dell’acqua.

Con questo tipo di pasturazione le lenze sono state abbastanza leggere e con pallini relativamente piccoli mentre nei picchetti con maggiore profondità si è optato per un maggiore peso in lenza con torpille di un paio di grammi a sfiorare il fondo e abbondante appoggio del terminale.

Complimenti quindi alla Ravanelli Trabucco per la vittoria di tappa, complimenti all’Oltrarno Colmic per la testa provvisoria della classifica ed ora spazio alle considerazioni:

in primis peccato, perché Corbara è un posto davvero bello e pescoso, bisogna interpretare bene la pesca per riuscire , catturare più pesci degli altri e anche quest’anno, nonostante la pescosità inferiore rispetto al 2018, sono stati realizzati pesi d assoluto rispetto con una media pescato pro capite ben superiore ai 10 kg.

Altra considerazione da fare è sempre “peccato”, perché un campionato così importante con due prove in meno lascia meno margine di azione a chi ha sbagliato le prime prove, rimane comunque il fatto che sei prove con mezzo scarto garantiscono comunque una buona regolarità dell’intero torneo.

Corbara come detto sopra è davvero bellissimo e pescoso, ma ha questo problema dovuto alla pioggia che rende impraticabili le strade di accesso al campo gara, soprattutto in terza zona, mettendo sempre un po’ a rischio lo svolgimento della manifestazione.

Ed infine una considerazione sui team in gara: la Ravanelli Trabucco dopo una partenza non perfetta ruggisce con una prova strepitosa e (dopo aver vinto il campionato Italiano individuale con Stefano Premoli) prova a riportarsi nelle posizioni di classifica che le spettano. L’Oltrarno Colmic, dopo un paio di anni leggermente in ombra, torna a recitare la parte del leone (rimaniamo in tema) e con una regolarità pazzesca e conquista (o meglio mantiene) la vetta della classifica provvisoria con un buon margine sulle inseguitrici.

La Valdera Pontederese Colmic si conferma ancora una volta una formazione pazzesca con campioni di assoluto rispetto e con un pochino di sfortuna: è un po’come se ogni volta battesse il record personale in una competizione ma a turno un avversario gli stesse davanti battendo il record mondiale. Ai ragazzi toscano possiamo dire di continuare così e di non mollare, sono davvero bravi, hanno un età media bassa ed il futuro gli sorride.

La Lenza Emiliana squadra B, detentrice del titolo come detto prima, rimane nelle parti alte della classifica confermandosi fortissima (anche qui l’età media dei componenti è estremamente bassa), ma paga un paio di piazzamenti sfortunati nell’arco del campionato. Con un livello così alto essere “quasi perfetti” non è sufficiente.

L’Amo Santarcangiolese Colmic si conferma anch’essa formazione di assoluto rispetto ed è lì, ad un passo dal podio in agguato come un felino sulla preda (giuro che smetto con i paragoni felini).

Adesso attesissime le ultime due prove ad Ostellato, Oltrarno Colmic in difesa e tutte le altre all’attacco, sarà una sfida avvincente da non perdere e noi di Match Fishing ve la proporremo in diretta. Stay tuned.

Da Corbara per MF, Luigi Belli

CLASSIFICA 4 PROVA CIS

CLASSIFICA PROGRESSIVA CIS COLPO

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.