PER IL GAMBERO MILORDS MAVER UN ANNO DA INCORNICIARE

I reggiani del Gambero Milords Maver ci stanno prendendo gusto e dopo le strepitose vittorie nel feeder, con le due squadre protagoniste nel CIS, anche nel colpo hanno fatto valere la loro bravura andando a vincere, in questo 2019 da incorniciare, anche il campionato provinciale pesca a box con la squadra composta da Stefano Bigi, Gionata Cavecchi, Emore Macchioni e Igor Pellati.

foto sopra: Emore Macchioni , leader e capitano della squadra  in campo, ha preso per mano i ragazzi fino a portarli alla vittoria.

Tira aria di festa nella società guidata dal Presidente Delio Bernabei un entusiasmo che sta caratterizzando questo ottimo gruppo le cui colonne portanti si chiamano Davide Melloni e Domenico Nizzoli.

Due grandi pescatori del Gambero si sono fatti onore nel mondiale MASTER in Sud Africa con la maglia della nazionale vincendo la medaglia d’argento, parliamo di Gino Bacci e Loris Macchiavelli sempre protagonisti nella pesca al colpo.

Del successo nel feeder con il trionfo di Peschiera ne abbiamo già parlato nei giorni scorsi con la squadra B ad aggiudicarsi il titolo tricolore.

E adesso vi raccontiamo l’ultimo successo ottenuto sul Fissero nel regionale Emilia Romagna girone A.

Il Gambero Milords Maver sq. A ha vinto la concorrenza di altre 59 squadre sul campo gara del Fissero a Garolda e Ca Vecchia dove tutti hanno cercato di impostare la pescata a prendere tutto.

Piccoli gujon e bremette, questi ero i pesci presi di mira dalle lenze dei campioni reggiani, ma qua e là sono usciti anche dei siluri.

Luca Sassi, Matia Grisendi, Paolo Rossi, Giuliano Salvioli e  Marco Ruozzi chiudono le 4 prove con 51 punti precedendo la squadra A del Club Pesca Sport Salso Tubertini (57 punti); completa il podio al terzo posto la Novesi Maver (57 punti).

Questo campionato regionale prevedeva anche la stesura della classifica individuale e il podio è stato conquistato da Andrea Pedrelli Alcedo Team (Garbolino) con 6 penalità le stesse del secondo assoluto Gianni Fratti Il Vairone (Tubertini) mentre terzo con 6,5 penalità è piazzato Claudio Bergonzini Gatto Azzurro (Colmic).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.