COPPA FISHERIES 2020: AL PASCOLI, LAGO DELLA FINALE, OGGI IL VIA CON LE SELETTIVE

Il lago Pascoli è un bellissimo impianto di pesca sportiva dove quasi quotidianamente si svolgono gare di pesca al colpo e di method feeder.

In questo lago si svolgerà la finale della Coppa Fisheries e proprio oggi, in questo lago, è iniziata la fase di qualificazione o selettive territoriali con la supervisione di Paolo Ferracin in qualità oggi non di atleta ma di Giudice di Gara.

Cinque ore di gara trascorse meravigliosamente sotto il sole di Romagna all’insegna della pesca alle carpe che ancora adesso mangiano come se fossimo in piena estate.

Lo dicono i pesi assoluti, oltre 100 chili per i primi tre della classifica progressiva, mentre la media degli altri pesi si aggira sui 50 chili procapite.

In gara al Pascoli oggi si sono presentati 34 concorrenti disposti sulle due sponde, lato autostrada e lato mare, rispettando lo stesso regolamento previsto per la finale fisheries .

Inizio gara alle 9,30 e termine alle 14,30 con Enrico e Laura, sempre attivi per assecondare i pescatori con il servizio bar sul posto gara.
La gara si è sviluppata su linee diverse con la prima più corta dove solitamente si pesca a rbs (12 metri) e la più lunga a corda a metà lago.

La tecnica utilizzata è stata quella del pellet feeder, quasi nessuno ha optato per il method feeder, grammature da 30 a 40 grammi e dimensioni extra large e medium come capienza.

Per fare una gara di cinque ore, anche se sono ammessi 5 litri di pastura o pellet, possono bastare anche un litro e mezzo di prodotto asciutto ma quello che conta è soprattutto la qualità dei prodotti utilizzati.

I frequentatori assidui di questo lago sono riusciti a mettere insieme e perfezionare mix di pellet che riesce a fare la differenza sulla durata delle cinque ore.

Ovviamente conta la bagnatura del prodotto che deve rimanere stabile per l’intera durata della competizione e soprattutto le esche che possono variare a seconda della temperatura dell’acqua o della luce del sole.

Gli inneschi, montati nell’anellino di silicone, non possono mancare sul piatto nelle diverse colorazioni, aromi e consistenza.

Oggi il pesce mangiava su un band’um da 4 mm, a volte lo voleva speziato altre pure dolce ma la differenza pareva la facessero quelli di varie gradazioni del colore rosso.

Terminali in Fluorocarbon del 0,18 e amo specifici per il rig del 14 e 16.

Per dare continuità alla pescata occorre cambiare spesso la linea di pesca, la tattica del mordi e fuggi in questo lago, in questo periodo, sembra paghi abbastanza bene.

La presenza dei tanti carassi è un’ulteriore elemento da tenere in considerazione ma quando si fanno certi pesi con le carpe questo pesce non può essere vincente.

E poi ci sono gli angoli, picchetti ambiti da tutti al sorteggio perchè quasi sempre vincenti, come oggi quando al picchetto 40 (esterno lato bar sponda autostrada) il concorrente Fiumana totalizza oltre 112 chili di carpe cioè tra le 60 e le 70 catture.

Un impianto di pesca molto comodo, auto sul picchetto, baita accogliente e ottima cucina per il terzo tempo del dopo gara, e tanti pesci, una location degna per la finale 2020 della Coppa Fisheries 2020.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.