AL LAGO DELLE QUERCE A MASROLA LA TRADIZIONALE GARA DEI CESTI

Un appuntamento che è ormai consuetudine quello della gara dei cesti al Lago delle Querce a Masrola di Borghi. Domenica 22 dicembre è andata in onda l’edizione 2019 e, come consuetudine, è stata prevista una premiazione per tutti i partecipanti… (per fortuna, visto che a questa edizione ero presente).

La gara si è svolta nel lago grande, il carpodromo, ed i tanti pesci presenti hanno risposto presente agli inneschi presentati dagli agonisti. Certo non tutti i picchetti sono stati uguali ma bisognava saper sfruttare al meglio le possibilità offerte dalla piazzola.

Personalmente viste le mie innate capacità sono stato sorteggiato nel picchetto più difficile del lago, ma tranquillo e sicuro della mia forza non mi sono rammaricato pregustando già le bontà contenute nel cesto del primo assoluto.

Tra le altre cose ho impostato la gara con una partenza a rilento per non intimorire troppo gli avversari e per non scoprire subito tutti gli assi che avevo nella manica.

Il meteo inizialmente è stato decisamente clemente con temperature oltre i 10 gradi ed una leggera brezza che non infastidiva per nulla l’azione di pesca.

Dopo circa un’ora di gara il tempo ha decisamente voltato pagina, un vento forte gelido associato ad una pioggia battente ha reso quasi impossibile l’azione di pesca soprattutto sul lato bar, dove il venta arrivava di fronte e sferzava gli agonisti (ed io fortunello ero proprio da quel lato).

Con questo tempaccio il direttore di gara e gestore del lago Paolo ha deciso di far terminare la gara dopo due ore un quarto di gara, in accordo con tutti gli agonisti tranne uno (il sottoscritto).

In effetti aver sospeso la gara in quel momento mi ha impedito di vincere agevolmente visto che avevo tutti gli assi pronti da giocare nell’ultima mezz’ora ma così facendo mi sono rimasti nella manica.
Con la manica appesantita da tutti gli assi (che nel frattempo si erano bagnati diventando ancora più pesanti) ho provato a fare reclamo ma ho scoperto che il regolamento prevedeva che al reclamo venisse accompagnata una somma semi-cauzionale di ottomila euro. Non accettando cambiali sono stato costretto a tenere i miei assi che comunque mi riservo di utilizzare al prossimo incontro.

Mi sono comunque rifatto con gli ottimi strozzapreti di Mara che mi fanno sempre fare un ottimo piazzamento (a tavola).

Per la cronaca ha stravinto Michele capace di portare alla pesa oltre 40 kg di pesce, secondo assoluto Renzo Francioni con 22,7 , terza piazza del podio per Marco scarponi che con 20,4 paga qualche pesce slamato.

Da Masrola per Match Fishing
Luca Caslini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.