LE PREMIAZIONI FIPSAS AL SALONE D’ONORE DEL CONI

Il giorno sabato 18 gennaio scorso presso il  prestigioso Salone d’Onore del CONI (Roma), luogo vertice dello sport italiano, si sono svolte le celebrazione degli atleti FIPSAS che, nel 2019, hanno saputo primeggiare in campo internazionale.

A presenziare la cerimonia, oltre al Presidente della Federazione, Prof. Ugo Claudio Matteoli, anche il Presidente del CONI, Giovanni Malagò, ed il rappresentante legale e deleghe operative e gestionali di Sport e Salute, Prof. Francesco Landi.

La cerimonia si è aperta con le parole di benvenuto del Presidente Matteoli:

Siamo qui per festeggiare quest’anno 84 medaglie, tra podi a squadre e podi individuali, siete davvero uno spettacolo. Quello che mi rende orgoglioso ogni volta come Presidente, oltre le 84 vittorie che sono importanti, è riuscire a far convivere e convincere persone che praticano sport completamente diversi fra loro a far parte, tutti insieme, della stessa famiglia. Trenta discipline diverse ed in molti casi, per non dire in quasi tutte, essere i migliori nel mondo… e questo è un grande orgoglio per tutti noi. Vi ringrazio di cuore per tutto l’impegno e per tutti gli sforzi che fate“.

Il Presidente ha poi concluso l’intervento ricordando, con un minuto di applausi, la giovane promessa del nuoto pinnato Dario D’Alessandro che, il 26 dicembre scorso, ha perso la vita a seguito di un incidente stradale.

Aveva vestito la maglia azzurra in occasione del Mondiale Giovanile di Nuoto Pinnato a Sharm El Sheikh dal 28 luglio al 4 agosto u.s.

Ottimi risultati raccolti in campo agonistico dalla nostra Federazione con le 84 medaglie totali dove, come detto più volte, l’elemento acqua unisce le 30 discipline al suo interno.

Per l’esattezza 41 le medaglie conquistate dagli azzurri della Pesca di Superficie  e 43 per il Nuoto Pinnato e attività subacquee.

Molte di queste medaglie rappresentano il gradino più alto del podio, non esiste soddisfazione più grande di uno sport che cresce e porta risultati positivi a casa, facendo ben sperare per il futuro.

Il colore azzurro aveva letteralmente invaso la sala, dove si è respirata una forte carica emotiva e positiva.

La Federazione è una macchina dagli ingranaggi che lavorano ottimamente, un impegno molto importante quello profuso dai tanti addetti ai lavori che ogni giorno viene portato avanti con grandi risultati.

Gli atleti, tutti, ci mettono il cuore, lo si è  percepito dall’emozione comparsa negli occhi, nel salire su quel palco, dove si arriva al più grande riconoscimento; il coronamento di un sogno.

Per alcuni atleti non era sicuramente la prima volta, ma nonostante ciò l’emozione è sempre unica, perché le continue conferme accrescono l’autostima e fanno protendere ad un continuo miglioramento.

Hanno presentato questo grandioso evento la giornalista Metis Di Meo e il nostro Luca Caslini.

Per M.F., Cassiopea Abyssi

Galleria fotografica di Natascia Baroni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.