14° AMO D’ORO TRABUCCO

 

 

Nel 14° Trofeo Amo d’Oro Trabucco vince Paolo Lacerenza e fa vincere la sua LNI Team Daiwa Stonfo di Spotorno anche nella classifica a squadre per società.

Sei regioni rappresentate per otto province; undici società in campo con venti squadre e settanta concorrenti individuali. Sono questi i numeri del 14° Trofeo Amo d’Oro Trabucco, valevole per la Coppa Italia 2020 individuale e per società, che si è disputato sulla scogliera di Punta Nave a Vesima domenica 16 febbraio.

L’organizzazione è stata a carico delle società SPSD Amo d’Oro Trabucco di Torino, in collaborazione con la Sezione Provinciale Fipsas di Torino e lo sponsor Trabucco.

Una giornata “passabile” dal punto di vista meteo, anche se nelle prime battute la gara è stata disturbata da una leggera pioggerella che è scomparsa dopo circa un’ora di gara quando lo scirocco ha increspato leggermente il mare, ha fatto da cornice alla manifestazione.

Gara impostata prevalentemente sulla pesca di fondo per poi dedicarsi alla “caccia” dei pesci bianchi: salpe, mugginotti, occhiate e saraghi qualcuno di taglia.

Punteggi in linea con le medie di questa stagione e tutto sommato classifiche che non danno atto a discussioni, a dimostrazione che in mare le vittorie si possono ottenere indipendentemente dal picchetto.

Partenza con il botto per la Lega Navale Italiana Team Daiwa Stonfo di Spotorno che in virtù della bella vittoria di Paolo Lacerenza che conquista la vetta del podio con 1.895 punti, del primo di settore di Andrea Moscetti e del secondo di Matteo Marullo vince al peso la classifica per Società davanti allo Squalo Colmic di Martellago ed alla LNI di Sestri Ponente.

Paolo Lacerenza e la sua società si sono portati a casa le due meravigliose opere dell’artista Gianni Boerio.

Nell’individuale, detto dell’assoluto di Lacerenza, secondo gradino del podio per Ivano Lo Terzo della Golfo dei Poeti Trabucco di La Spezia che, con 1.645 punti sta davanti a Leonardo Morando dello Squalo Colmic di Martellago (1.215 punti).

Prima della premiazione Massimo Boerio (Presidente della società organizzatrice) ha voluto ringraziare lo sponsor Trabucco, il suo rappresentante per il Piemonte e la Liguria Fabio Barbino ed il Responsabile Stefano Premoli, nonché il negozio Evo Pesca di Torino sul quale si appoggia la  società Amo d’Oro. In ultimo un ringraziamento è stato fatto alla società Multedo di Pegli che ha ospitato le fasi finali della manifestazione: le classifiche, un ottimo buffet e la premiazione.

Un monte premi ancora una volta sontuoso con premi in natura ed oggetti da pesca per tutti ha messo il punto finale a questa gara che è diventata negli anni, a ragione, la tappa di inizio della specialità della canna da riva marittima.

 

Fernando Valvassura

 

TROFEO AMO D’OREO CLASS_SOCIETA

TROFEO AMO d’ORO CLASS_ACQUA_DOLCE

TROFEO AMO D’ORO CLASS_SETTORI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.