IN LOMBARDIA SI TORNA A PESCA !

Coma già comunicato da altre regioni anche la Lombardia potrà tornare a pescare dal 4 maggio 2020.

A comunicarlo è stato l’assessore all’agricoltura della regione Fabio Rolfi.

Ovviamente la pratica della pesca dovrà avvenire nel pieno rispetto delle norme di sicurezza e delle limitazioni espresse nel Dpcm. Dovranno dunque essere garantite le distanze minime di sicurezza e si dovranno evitare assembramenti.

Appare chiaro che in questa fase non saranno consentite le competizioni.

In base al DPCM del 26 aprile l’attività potrà riprendere a partire dal 4 magiio 2020.

10 pensieri riguardo “IN LOMBARDIA SI TORNA A PESCA !

  • 29 Aprile 2020 in 21:24
    Permalink

    Nulla contro i connazionali lombardi per carità, ma se nel Lazio non ci si può ancora muovere per farsi una sacrosanta pescata al mare in beata solitudine, allora è un vero schifo.
    Spero di essere smentito a breve…

    Risposta
    • 30 Aprile 2020 in 09:41
      Permalink

      Sono uno che piace pescare, purtroppo il mare è troppo lontano, sono in Monza e Brianza mi auguro che anche da voi prima possibile si possa pescare, è un’ obbi quasi solitario ma sicuro a livello sicurezza ci siamo. Auguroni

      Risposta
    • 30 Aprile 2020 in 12:17
      Permalink

      La pesca è uno dei pochi sport che già di perse vige la regola del distanzimento, per ciò penso che sia meno pericoloso di altri sport (tipo ranning, palestra e altro)

      Risposta
  • 29 Aprile 2020 in 22:17
    Permalink

    Aspettiamo il dispositivo della Regione Lombardia, grazie Assessore e a tutti coloro che hanno collaborato per la riapertura.
    Un’attività sportiva, che può essere svolta senza danneggiare nessuno, quantomeno è risaputo da sempre, che per ragioni tecniche le distanze oscillano da 5 mt. ai 10 mt. addirittura nella stragrande maggioranza dei casi in solitaria.
    Cordialmente.

    Risposta
  • 30 Aprile 2020 in 06:46
    Permalink

    La pesca individuale in verità non avrebbe mai dovuto essere sospesa, se é vero che il contagio avviene ad un metro o poco più di distanza. Se poi qualcuno contravviene alla regola giusto punirlo per il bene di tutti. Viva la pesca

    Risposta
  • 30 Aprile 2020 in 08:54
    Permalink

    Non c’era bisogno che lo dicesse questo politicante di professione che si può andare a pesca “nel pieno rispetto delle norme di sicurezza e delle limitazioni espresse nel Dpcm”. Quindi qual’è la novità?
    Ma per favore …
    “nel pieno rispetto delle norme di sicurezza e delle limitazioni espresse nel Dpcm” si può fare tutto

    Risposta
  • 30 Aprile 2020 in 18:30
    Permalink

    Scusate, ma il problema principale è che se non si può uscire dal proprio comune come prevede il nuovo provvedimento, potranno andare a pescare solo chi ha un lago, un fiume o il mare nel proprio comune..

    Risposta
  • 30 Aprile 2020 in 20:37
    Permalink

    Per gli spostamenti in macchina? nornative?

    Risposta
  • 30 Aprile 2020 in 20:46
    Permalink

    Per gli spostamenti? Abito nel comasco e per andare a pescare, lago a parte, sia a Lecco in Adda, in Ticino, sul Naviglio a Pavia, nei laghetti a pagamento oppure Spinadesco ecc. ecc. devo fare circa un’ ora di macchia, perciò chiedo: ci si può spostare in macchina con autocertificazione, da solo in macchina ecc. ecc. senza rischiare di prendere una salatissima multà?????

    Risposta

Rispondi a Franco Bertoni Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *