FIUME SILE: BUONA LA PRIMA CON IL TROFEO SAN GIOVANNI JESOLO

Domenica 21 giugno nel fiume Sile a Jesolo Paese si è svolta la classica gara intitolata al Santo Patrono di Jesolo, San Giovanni Battista, organizzata dalla storica società Cannisti Club Jesolo.
Purtroppo il venerdì antecedente alla competizione un violento temporale a fatto alzare il livello del fiume oltretutto l’acqua si è colorata tinta fango così rovinando la pescata di domenica.
Partiti alle Ore 9, applicando diligentemente i protocolli anticovid-19, i 40 partecipanti nella categoria adulti e i 14 bambini , tutti appartenenti al Young Fishing  Progect del ASD due PIAVI, non hanno avuto vita facile.
Solo verso il terminare della competizione, le condizioni del fiume sono migliorate leggermente, permettendo così, a Paolo Cappoia, Massimo Marian e Daniele Falcier,  tutti e tre del ASD due PIAVI, di mettere in bacheca 2 primi assoluti di settore e un  ottimo secondo posto, i primi trofei della nuova nata ASD due PIAVI.
Se il buon giorno si vede dal Mattino………….
Un ringraziamento al presidente del Cannisti Club Jesolo Enzo Berto per la disponibiltà a fare partecipare anche i nostri piccoli atleti preparando in maniera ottimale il loro campo gara
Per M.F da Jesolo (Venezia), Dalla Pria Simone

3 pensieri riguardo “FIUME SILE: BUONA LA PRIMA CON IL TROFEO SAN GIOVANNI JESOLO

  • 23 Giugno 2020 in 15:05
    Permalink

    Io non voglio offendere nessuno sopratutto chi si adopera per organizzare manifestazione nel nostro settore. Però la foto pubblicata demolisce mesi di lavoro della federazione per far ripartire l’agonismo, le raccomandazioni che ci hanno inculcato da marzo a oggi e tutte le precauzioni che ormai dovremmo conoscere a memoria.
    Capisco che la foto ricordo di una bella giornata di pesca sia importante ma non utilizzare la mascherina o utilizzare con il naso scoperto, stare spalla a spalla non rispettando le distanze non aiuta certo il nostro movimento a ripartire.
    E su questo argomento vorrei proporre una discussione. Ma in un momento come questo non sarebbe meglio fare organizzare le gare direttamente alle sezioni provinciali fipsas (con l’aiuto di volontari delle singole societa affiliate) in modo tale che si possano mettere in campo anche guardie ittiche che hanno la competenza e l’autorità per fare rispettare le regole invece di demandare alla buona volontà delle singole societa sportive?

    Risposta
  • 23 Giugno 2020 in 18:18
    Permalink

    X cortesia nel calcio che va in onda in tutto il mondo si abbracciano si baciano dopo un goal e lei mi dice del distanziamento quando in veneto ci sono 6 casi su 5 milioni di abitanti ma x piacere lasciamo vivere la gente e non far usare le mascherine che nulla servono

    Risposta
  • 24 Giugno 2020 in 07:27
    Permalink

    La foto si poteva e si doveva fare nelle corrette procedure, ma non andiamo a sminuire il grande merito della CC JESOLO, apripista dopo un difficilissimo periodo.
    Quella foto è un falso problema visto il momento, lo è forse politicamente.
    Ma nei bar e nelle spiagge vedi cose molto ma molto……
    Comunque, cerchiamo di attenerci alle disposizioni.
    Ma voglio rinnovare i miei complimenti alla CC Jesolo, alla Proloco di Jesolo, ed alla nuovissima Due Piavi, entusiasmo nuovo e fresco in un ambiente un po’ assopito.

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.