D.P.C.M. DEL 24 OTTOBRE 2020: PRECISAZIONI IN MERITO ALL’ATTIVITA’ DI INTERESSE NAZIONALE

Vi informiamo che dopo esserci confrontati con la Federazione nazionale e competenti organi locali, anche di vigilanza, tenuto conto delle precisazioni Fipsas sotto riportate, l’allenamento del sabato, essendo collegato ad una manifestazione ufficiale nazionale del giorno successivo, potrà essere tranquillamente svolto, purchè nel rispetto del vigente protocollo delle misure anti covid 19.
L’organizzazione esigerà e vigilerà sul corretto comportamento degli atleti per l’assoluto rispetto del protocollo antiCovid 19.

Si raccomanda pertanto la massima attenzione al distanziamento interpersonale e l’obbligo dell’uso della mascherina.

Dal sito della Federazione Italiana Pesca Sportiva condividiamo questo articolo nell’intento di fare chiarezza in merito alla possibilità di effettuare gare di pesca:

Considerato quanto previsto dal D.P.C.M. del 24 ottobre u.s. e preso atto delle relative FAQ pubblicate dal Dipartimento per lo Sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri, la FIPSAS segnala che le attività di interesse nazionale sono quelle che coinvolgono gli atleti tesserati alla Federazione Italiana Pesca Sportiva Attività Subacquee e Nuoto Pinnato (di ogni settore e categoria di età) nell’ambito delle competizioni inserite nei calendari e nei regolamenti federali delle singole discipline. Si sottolinea che il D.P.C.M. in questione, alla lettera e) del comma 9 dell’art. 1 (Misure urgenti di contenimento del contagio sull’intero territorio nazionale), stabilisce quanto segue:

restano consentiti soltanto gli eventi e le competizioni sportive, riconosciuti di interesse nazionale, nei settori professionistici e dilettantistici, dal Comitato olimpico nazionale italiano (CONI), dal Comitato italiano paralimpico (CIP) e dalle rispettive federazioni sportive nazionali, discipline sportive associate, enti di promozione sportiva, ovvero organizzati da organismi sportivi internazionali, all’interno di impianti sportivi utilizzati a porte chiuse (senza pubblico) ovvero all’aperto senza la presenza di pubblico, nel rispetto dei protocolli emanati dalle rispettive Federazioni sportive nazionali, discipline sportive associate ed enti di promozione sportiva”;

le sessioni di allenamento degli atleti, professionisti e non professionisti, degli sport individuali e di squadra partecipanti alle competizioni di cui alla presente lettera sono consentite a porte chiuse (senza pubblico), nel rispetto dei protocolli emanati dalle rispettive federazioni sportive nazionali, discipline sportive associate ed enti di promozione sportiva”.

Per quel che riguarda le FAQ e, in particolare, quella sugli “allenamenti e le gare di atleti agonisti in piscina, pallanuoto compresa”, quest’ultima illustra chiaramente che “le sessioni di allenamento e le competizioni degli atleti, professionisti e non professionisti, degli sport individuali e di squadra partecipanti alle competizioni di interesse nazionale … sono consentite a porte chiuse” e che “gli sport di contatto di interesse nazionale, svolti in piscina (es. pallanuoto) potranno continuare con gli allenamenti e le competizioni”. Il che significa che potranno continuare con gli allenamenti e le competizioni anche l’Hockey Subacqueo e il Rugby Subacqueo. In riferimento all’attività didattica in piscina, si specifica che, in conformità con la FAQ relativa alla sospensione o meno dei corsi in piscina, quest’ultimi “sono sospesi secondo quanto previsto dall’art. 1, comma 9, lettera f) del suddetto D.P.C.M.”.

Visualizza il DPCM del 24 ottobre 2020

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.