PARATA DI CAMPIONI AL LAGO PASCOLI

E’ stata una manifestazione davvero avvincente quella che si è svolta al Lago Pascoli sabato 19 dicembre ed ha visto la partecipazione di tantissimi campioni di altissimo livello.

Doppia sessione, mattina e pomeriggio con inversione dei picchetti e regolamento specifico del lago che garantisce una buona regolarità. In questo impianto infatti sono presenti moltissimi pesci di pezzature anche molto diverse: la regola prevede un massimo di 500 punti a pesce così da rendere la kermesse estremamente regolare e la pescata può essere impostata non alla ricerca del pesce “over size” ma più alla ricerca della regolarità.

Un’altra caratteristica davvero piacevole è che vi è una buona continuità di catture per tutte le tre ore della sessione, raramente si verifica quel blackout che non permette di recuperare un inizio magari un po’ stentato.

La pescata si è svolta alla massima lunghezza prevista di 13 metri e al mattino si è pescato quasi sempre sotto punta mentre nel pomeriggio a volte si è cercata qualche cattura anche con un paio di metri di “banda” tra la cima ed il galleggiante.

In questo lago non è necessario scendere in maniera estrema con fili ed ami, le lenze sono state per la maggior parte preparate con pesi intorno al grammo e terminali dello 0,10 con ami del n 18. Questo tipo di lenza ha permesso agli agonisti di riuscire a portare in nassa anche le catture più importanti con carpe anche di 3 o 4 kg che, pur valendo solo 500 punti alla pesa, aiutavano parecchio la classifica.

Pasturazione con bigattini e pellet ed innesco di due o tre bigattini nella stragrande maggioranza dei casi.

Alla fine della giornata a trionfare è stata la Lenza Emiliana Tubertini con 35 penalità, seconda la Ravanelli Trabucco con 38 e terzo il Team bazza con 44. Questa classifica ci fa chiaramente capire che in qualunque luogo di pesca e con qualsiasi quantità di pesce da catturare l’abilità di certi campioni emerge sempre.

Da sottolineare la prestazione di Ferruccio Gabba che con un primo ed un terzo di settore si conferma uno specialista non solo delle acque libere ma anche delle acque commerciali.

Il buio ha purtroppo impedito di continuare ma il divertimento è stato tale da invogliarci  continuare ad oltranza. Una bellissima giornata, perfettamente organizzata e in un luogo incantevole che ha permesso a tutti di trascorrere qualche ora in serenità in attesa delle feste.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.