LA CANNISTI CASTELMAGGIORE MAVER IN LUTTO

Il 22 gennaio u.s. ci ha lasciato Luciano Morisi. Da tempo Luciano combatteva con una malattia subdola ed insidiosa e purtroppo non ce l’ha fatta a sconfiggerla. E’ molto difficile, per me, scrivere queste cose  perché Luciano, prima di tutto, era un caro amico da una vita.

La passione per  la  pesca ha cementato questa amicizia in oltre cinquant’anni passati assieme con addosso la divisa della Castel Maggiore. Luciano è stato uno degli artefici delle stagioni d’oro del club castellano, era un grande pescatore, modesto e simpatico, non ha mai fatto pesare la sua superiorità tecnica anzi quando, da giovane, ho iniziato a dedicarmi all’agonismo, mi ha preso sotto la sua protezione e mi ha insegnato tanto, e se qualcosa ho vinto nella mia carriera lo devo principalmente a lui. Con lui se va una parte importante della nostra storia, di quel fantastico gruppo di agonisti che, dopo l’ennesimo successo ottenuto,  Bastianacci nella sua  cronaca di quella importante competizione , titolò: “Castel Maggiore rullo compressore”.

Negli anni la  Castel Maggiore ha continuato a vincere, grazie ai tanti campioni che durante i sessant’anni della sua storia hanno vestito la maglia della società. Ma di quel fantastico gruppo di agonisti degli anni sessanta, settanta e ottanta, tutti bolognesi, sono rimasto solo io a vestire ancora questi colori, anche se non gareggio più da tanti anni. Negli ultimi anni Luciano si era dedicato alle gare nei laghetti dove, nemmeno dirlo, spopolava. Ho avuto l’onore di fare decine di gare in coppia con lui, ed era sempre molto piacevole. Luciano ha rivestito per tantissimi anni un ruolo nel Consiglio della società al mio fianco e, dopo la morte dell’allora Presidente Aldo Magri, un altro caro amico che ci ha lasciato prematuramente, ne ha preso il posto. Ha mantenuto la carica di Presidente fino a che la malattia ha cominciato a dare i primi sintomi negativi. A quel punto mi ha pregato di sostituirlo, al suo posto è stata eletta Elvira Cevenini, un’altra che ha sempre militato in questa società fin dagli anni ottanta. La storia della società continua grazie a tanti nuovi agonisti, di cui tanti giovani, molti dei quali Luciano lo conoscevano a malapena, ma basta scorrere il sito della società per capire che stiamo parlando di un campione, che ha sicuramente raccolto meno di quello che era il suo vero valore. Ma si sa nello sport, come nella vita, ci vuole anche tanta fortuna. Le riunioni nella sede della società, quando si potranno rifare, saranno più tristi senza il suo sorriso e la sua simpatia.

Ti voglio ricordare con  questa foto, soddisfatto dopo una delle tante vittorie ottenute assieme.

Ciao Luciano ci (e mi) mancherai tanto, ma non ti dimenticheremo mai.

Umberto Tarterini e tutti i soci della Cannisti Castel Maggiore Maver

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.