ECCELLENZA FEEDER SUD: A San Giorgio La Molara il San Raniero su tutti!

Domenica 9 maggio, presso il lago La Mignatta, in una splendida e serena giornata di sole, si è svolta la prima prova del Campionato di Eccellenza a squadre Feeder per il Sud, cui hanno partecipato 11 squadre provenienti dal Molise, dalla Campania e dall’Abruzzo.

Ed è stata proprio una squadra di l’Aquila, la San Raniero Preston, ad aggiudicarsi, con 10 penalità, frutto di due primi, un secondo ed un sesto, la gara, imponendosi sulla società di casa, l’A.P.S.D. Pietrelcina Hydra che con 13 penalità è salita sul secondo gradino del podio.

La classifica vede l’A.P.S. Sei Torri Preston di Campobasso, con 15,5 penalità occupare il gradino inferiore e poi, via via anche le altre distanziate di poche penalità a confermare la valenza degli agonisti e l’uniformità di pescato che ha garantito il Mignatta.

Per questa occasione sono state picchettate entrambe le sponde del lago, con picchetti larghi e comodi, che hanno garantito facilità di accesso e libertà di impostazione di gara senza timore di invadere le zone altrui. Ed il lago ha risposto egregiamente, consentendo ottime medie con la punta massima di ben 8.264 grammi in zona D ed un minimo di 4.200 in zona C. Pesi di tutto rispetto, considerata la massiccia presenza di pesci di piccola taglia.

Alla vigilia i dubbi erano tutti improntati sull’impostazione di gara, cioè se convenisse cercare i grossi carassi che, spesso, hanno superato il chilo di peso o se convenisse andare sul sicuro nella pesca dei pesci gatto che, oltre ad essere aumentati di peso, sono ormai numerosissimi.

A dirimere la controversia, ci ha pensato il lago stesso, visto che i gatti non erano presenti in tutti i picchetti, per cui ogni agonista ha dovuto adeguarsi e ricercare quello che il posto offriva. Non sono mancati gli amur, qualcuno veramente di grosse dimensioni che non sempre sono stati portati a guadino, ma che hanno impegnato il fortunato agonista in lotte serrate.

Jimmy Mancinelli, della ADPS Campobasso Colmic, ad esempio, ha persino avuto la fortuna di allamarne ben sei e la sfortuna di perderne quattro! I due portati a guadino, comunque, uniti a qualche carassio gli hanno dato la vittoria di settore con 11.100 grammi.

Comunque, molti degli agonisti hanno dovuto optare per ami piccoli e fili sottili per indurre i carassi, sempre più diffidenti e sospettosi, ad abboccare alle esche, variate di continuo ed offerte, solitamente, su due linee: quella dei 15 metri, quindi a corta distanza e quella sui 40 metri ed anche oltre, nel caso il pesce non si fosse affatto avvicinato a riva.

Complimenti a tutti, comunque, per la partecipazione e per lo spirito di amicizia che si notato nei due giorni vissuti in quel di San Giorgio La Molara.

Per Match Fishing Italia

Michele Lozupone

Trofeo-Ecc-Feeder_1Pr_Giorn-SQUA

Trofeo-Ecc-Feeder_1Pr_Settori

Trofeo-Ecc-Feeder_1Pr_Statistica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.