XXXIV° Campionato Italiano di Pesca al colpo per dipendenti Universitari.

Il 18 / 19 Giugno 2021 si è svolta nel Cavo Lama (località I Pozzi) la due giorni di gare per assegnare il Titolo Nazionale sia individuale che a squadre.
Il Cavo Lama è un canale collettore delle acque alte Modenesi che dà il meglio in fatto di pesca usando la tecnica Roubaisienne, sia a lunga che a breve distanza, corso d’acqua conosciutissimo dai pescatori agonisti per la quantità di catture che può dare, oltre al fatto che la pesca viene resa interessante dalle diverse condizioni che il pescatore lo potrebbe trovare anche in un breve lasso di tempo, esempio acqua ferma o corrente, ecc…..
La prevalenza della fauna ittica è data dai carassi di piccola e media taglia, da carpe e da qualche siluro.
Il canale si è presentato il venerdì e il sabato con acqua lenta per poi fermarsi dopo circa due ore di gara.

La gara si è articolata su due giorni di prove come da regolamento, ma già dal mercoledì i pescatori erano sul campo gara per testare lenze e pasture anche in considerazione dello spostamento di campo dell’ultimo minuto, infatti le gare si dovevano disputare a “Ponte Borrelle”.

PRIMA PROVA venerdì 18 giugno;
Giornata caldissima senza vento, al fischio di inizio gara le catture si susseguono copiosamente, pasturazione precisa, lenze adeguate e tecnica giusta sono le soluzioni vincenti in questo campo di gara molto tecnico e insidioso.
Buona la pescosità con punte anche di 5.000 punti per vincere il proprio settore, con i carassi a farla da padrone e le carpe a stravolgere in qualche caso la classifica di settore.

I settori vengono vinti da:
Aris Collina Univ. Bologna con 5.000 punti,
Tenerini Fabrizio Univ. Perugia con 3.150 punti,
Luca Lodi Univ. Bologna con 2.160 punti,
Molinari Fausto Univ. Ferrara con 2.230 punti.
Negli stopper la spunta Tenerini Roberto con 4.390 punti

La classifica a squadre vede nelle prime posizioni:
Bologna con 7 penalità
Perugia con 11 penalità
Padova con 13 penalità

SECONDA PROVA sabato 19 giugno;
Giornata con temperatura più gradevole, al mattino cielo grigio ma non da temporale con una brezza piacevole, il canale si presenta con vegetazione in superficie ma non da creare problemi per la pesca, fino dalle prime battute di pesca le catture di carassi si susseguono copiose per tutte le tre ore della gara anche con la cattura di qualche carpa fino al chilo di peso.

I settori vengono vinti da:
Bonis Alessandro Univ. Torino con 4.780,
Aris Collina Uni. Bologna con 5780,
Braganti Alessandro Univ. Perugia con 3.320,
Baroni Enzo Univ. Bologna con 4.250,
Negli stopper Tenerini Roberto con 5.520

RISULTATO FINALI PER ATENEI:

Università di Bologna con 17 penalità “Campione d’Italia 2021”

2° Università di Perugia 20,5 penalità

3° Università di Padova 30 penalità

4° Università di Milano 32,5 penalità

5° Università di Ferrara 39 penalità

6° Università Modena e Reggio 53 penalità

7° Università di Ancona 72 penalità

RISULTATO FINALE INDIVIDUALE:

Collina Aris Università di Bologna “Campione Italiano 2021”.

2° Tenerini Fabrizio Università di Perugia.

3° Lodi Luca Università di Bologna.

Un Caloroso ringraziamento a tutti coloro che si sono prodigati per la riuscita della manifestazione per i problemi creati dallo spostamento del campo di gara proprio pochi giorni prima della competizione. Un ringraziamento al Circolo Cubo dell’Università di Bologna per l’appoggio logistico, al “Team Bazza” all’appoggio tecnico e informativo nelle persone di Maurizio e Luciano Bazza, come sempre puntuali e precisi nella fornitura di esche e pasture e quant’altro necessario.

Della trasferta hanno anche preso parte gli stopper nelle persone di Tenerini Roberto, Piggioli Odoardo e Griggio Moreno.

Un ringraziamento alla FIPSAS, al Giudice di Gara Alberto Guerzoni, che ha diretto le operazioni in modo magistrale, oltre ai ragazzi della Sezione FIPSAS di Modena, che hanno ripristinato le pedane insicure e instabili oltre allo sfalcio delle erbe che potevano ostacolare la pesca

Per il prossimo anno appuntamento in terra Patavina, molto probabilmente nel Canale di Cuori o nel Canale Idrovia.
Aris Collina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.