FINALI CAMPIONATI ITALIANI MASTER E VETERANI 2021 GINO GOVI E RODOLFO FRIGERI SUL GRADINO PIU’ ALTO

28 e 29 agosto 2021, Fiume Tanaro, località Masio e Castello di Annone, qui si sono svolte le ultime prove delle finali che assegnano il titolo di campione d’Italia di pesca al colpo categoria Master e Veterani 2021.

La Federazione ha dato la possibilità al Piemonte di ospitare  queste prestigiose manifestazioni premiando lo sforzo che stanno facendo i ragazzi del gruppo “ Castori del Tanaro”associato alla disponibilità dei comuni di Castello di Annone  e del comune di Masio , nel creare dei campi gara sulle sponde del fiume Tanaro .

E  da rimarcare anche l’impegno organizzativo della società Lenza Astigiana Tubertini del presidente  Piero Musso coadiuvata dalla presenza attiva della Società Gloria Tubertini del presidente Marco Langella, un impegno che è stato evidenziato da tutti i partecipanti alla manifestazione , con innumerevoli messaggi di soddisfazione sia per l’accoglienza,  per il campo gara e l’organizzazione in generale .

Per le premiazioni finali ci hanno raggiunto anche Luisella Lavetto Vice Presidente del Settore Pesca di Superfice e Lelli Franco Consigliere del Settore Pesca di Superficie  con Valter Quacchi Giudice di Gara e Responsabile della Pesca di Superficie Piemonte a rappresentare la Federazione e come ospiti le autorità di Masio e Castello di Annone

Passiamo alle gare :

i  Veterani hanno disputato le gare sul campo di Castello di Annone , qui le tecniche utilizzate sono state , la pesca dell’alborella con canne corte e innescando barilotti o bigattini  piccoli , usando della pastura specifica per richiamare il piccolo ciprinide , alternativa è stata la pesca dei barbi , di piccole dimensioni, con la RBS , alimentando con bigatti incollati con ghiaino facendo due linee di pesca una su 5 metri e su 11 metri , cosi facendo qualche cattura di pesci di taglia  , carassi carpe e clarius , ha cambiato l’esito del piazzamento di settore .

Frigeri Rodolfo “Rudy” , Amo Santarcangiolese Colmic  con due 1° nelle due gare si aggiudica il titolo salendo sul gradino più alto , al secondo posto si piazza Biondi Mauro , grazie ad un 3° e un 2°, anch’esso del Amo Santarcangiolese Colmic e sul terzo gradino del podio sale Galigani Riccardo del Minerva Rossoblu68 Team Bazza realizzando un 5° e un 2° .

La categoria Master era di scena sul campo di Masio , qui la tecnica usata è stata esclusivamente la RBS , cercando di catturare barbi e clarius , molti pesci , anche 130 in alcuni settori , con una media del pescato che oscilla tra i 60 grammi e gli 80 grammi cadauno raggiungendo così pesi complessivi dai 6 kg e oltre  , anche qui la cattura di clarius grandi , uno che supera i 6 kg e di una carpa che supera gli 8 kg inevitabilmente caratterizzano le sorti dei piazzamenti nel settore , gli agonisti  in prevalenza hanno pescato su due massimo tre linee di pesca , vicino alla riva , che e caratterizzata dalla presenta di un vecchia massicciata di blocchi , cercando un “buco” dove non si incaglia e a 4-5 pezzi ancora dove si trovano  alcuni blocchi  e a 11 metri alla fine della blocchiera con un passaggio più libero da eventuali incagli , tutti hanno optato per l’uso dei bigatti incollati con il ghiaino in proporzione tre a uno e due scatole di mais e lombrichi nella misura max di ¼ di litro , innesco lombrico o mais .

Alla fine Gino Govi  Amo Santarcangiolese Colmic si aggiudica il gradino più alto grazie a un 1° e un 2° secondo gradino a Daniele Barbieri del Team Crevalcore Tubertini che realizza un 1° e un 3° e sul terzo gradino sale Giancarlo Armiraglio dei Sommesi Hydra che fa un 6° e un 1°.

Che dire , in fine e bene quello che finisce bene, il tempo ha graziato i partecipanti calando di temperatura e il fiume ha retto al calo idrico , la pesca non ha subito molte variazioni dal giovedì di prova fino alla domenica a sentire tutti l’organizzazione è stata buona e l’accoglienza ottima , i campi difficili ma belli , come Castello di Annone , mentre Masio pescoso ma  un po’ impegnativo  , che ritornerebbero volentieri e che questo sia un augurio per rivedere su queste sponde altre manifestazioni di carattere Nazionale nei prossimi anni a venire .

Vorrei finire questo articolo con un pensiero personale e con qualche ringraziamento , visto che la manifestazione mi ha visto come Direttore di Gara e che i due campi distanziano di 15 km , vorrei ringraziare personalmente Lucarno Giuseppe , Presidente della sez Fipsas di Asti , agonista e amico oltre che menbro fondatore del gruppo “castori del tanaro “, dei ragazzi della società Gloria che ci hanno dato un grosso contributo per la sorveglianza del campo di Castello di Annone durante questi giorni , degli amici della Lenza Astigiana (la mia società di appartenenza)che sono stati presenti sulle sponde di Masio , al comune di Masio nella figura dell’assessore Pagano Gianmarco e del Sindaco Giovanni Airaudo e al Comune di Castello di Annone nella figura del Vice Sindaco Walter Valfrè e del Sindaco Silvia Ferraris.

Un Grazie a Antonio Fusconi Presidente del Settore Pesca di Superficie per aver premiato i nostri sforzi fatti per la creazione e sistemazione dei campi gara nel  fiume Tanaro assegnandoci l’organizzazione di queste due finali.

E un grazie particolare a tutti i partecipanti, che si sono resi disponibili e che hanno dato delle indicazioni, per esperienza acquisita in moltissimi anni di gare, per fare in modo che tutto si svolgesse in modo corretto, ancora grazie a tutti.

Vi comunichiamo che nelle prossime ore Matchfishing organizzerà una diretta live sui canali social per parlare proprio con i due vincitori di questi campionati italiani Govi e Frigieri.

Per Match Fishing   Massimo Testa

aspettando-la-premiazione-master

govi-e-frigeri

lenza-astigiana

Un pensiero riguardo “FINALI CAMPIONATI ITALIANI MASTER E VETERANI 2021 GINO GOVI E RODOLFO FRIGERI SUL GRADINO PIU’ ALTO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.