CLUB AZZURRO SENIORES, STOPPER E UNDER 25: IN FIUMA MANDRIA NUOVA LA QUINTA PROVA

La quinta prova del Club Azzurro seniores, Stopper e Under 25, si è disputata oggi sabato 4 settembre 2021 in Fiuma Mandria Nuova con organizzazione come sempre impeccabile da parte della Lenza Reggiana Tubertini, Giudice di gara Franco Lelli e Sileno Poles coadiuvato da Antonio Rivi presidente Fipsas di Reggio Emilia.

Alla gara era presente in veste di osservatore anche Marco Manni che fa parte dello staff tecnico della nazionale maggiore.

Il campo gara: se volessimo utilizzare un termine cattivo diremmo “non pervenuto” ma noi di Match Fishing siamo abituati a non fare mai polemica per il gusto di farla e quindi esaltiamo le cose positive perchè nonostante tutto il campo gara è bello, forse uno dei più belli tra i canali del nord Italia, in fatto di comodità, conformazione dell’argine, qualità dell’acqua (oggi era bella ma altre volte è torbida color sabbia), e varietà di pesci presenti che spaziano dai carassi di varia pezzatura, alle breme da pochi etti a qualche chilo, carpette e carpe di qualche chilo, gattini, tante alborelle e purtroppo non mancano i siluri che spesso attaccano i pesci allamati dai pescatori.

La quinta prova SENIORES è iniziata alle ore 10,30 e si è conclusa dopo quattro ore, la giornata è stata soleggiata e a tratti ventilata che se non altro ha tenuto lontano le fastidiose mosche presenti a triliardi in questo campo gara.

L’approccio è stato per tutti simile, canna inglese in prevalenza con galleggio scorrevole che in tanti hanno utilizzato anche quando l’acqua muoveva. In questo caso la lenza veniva costruita con una bilia da una decina di grammi e uno spezzone di filo a dragare sul fondo.

Inoltre sono state preparate le classiche RBS per pescare sulla linea massima dei 13 metri ma anche su quella corta del sotto sponda, linea sfruttata da molti per cercare qualche pesciolino.

Gli inneschi che abbiamo visto hanno girato tra il classico verme, soprattutto nella canna inglese, e i bigattini, e chi ha azzardato una pasturazione con bigatti in colla e bigatti all’amo ha trovato anche il jolly della carpa.

Carpe che combattono con energia e spesso l’hanno avuta vinta al cospetto di lenze robuste ma non a sufficienza.

Ne sa qualcosa ad esempio Cristian Matteoli bravo a catturane una sui due chili e a salparla e Francesco Barani che di carpe ne ha agganciate anche più di una, l’ultima a sette minuti dalla fine che però dopo una tenace battaglia con la canna inglese riusciva a strappare la lenza.

Durante le pesate abbiamo visto nasse con pochi etti di pesce dentro e altre con qualche pesce in più.

Comunque a fare la differenza sono stati i pesci di taglia, siano essi carpe, carassi e breme, come quella catturata da Marco Frigerio che gli ah permesso di vincere il settore con oltre 3000 punti e grazie ad una biga breme di oltre 2500 punti.

Il vertice della classifica progressiva: Luigi Sacco (Le Groane Tubertini) dopo questa difficile prova dove nulla ha potuto come altri big, vedi il campione italiano in carica Stefano Premoli (Ravanelli Trabucco), deve lasciare la vetta della classifica a Gianni Lazzeretti della Valdera (Colmic) inseguito al secondo posto dallo stesso Sacco e terzo Michele Saccani della Pasquino (Colmic) a pari punti 18 con Marco Frigerio della Cannisti Cesanesi (Tubertini).

I 49 concorrenti seniores in gara erano disposti al centro con alle ali esterne gli stopper e nella parte a monte hanno pescato anche 3 settori degli under 25.
Per gli stopper si evidenzia la vittoria di Alessandro Bianchi della Castelmaggiore (Maver) che sfrutta al meglio la bandierina a valle con oltre 5000 punti e Massimo Cattaneo che ha pescato al numero 1 a monte anche lui bandierina ma con gli under a monte e con il peso di 5400 punti.

La classifica progressiva degli STOPPERS vede al comando dopo la 5° prova Matteo Muccini della Pasquino (Colmic) con 12 penalità e a seguire tutti gli altri.

Invece per quanto riguarda gli UNDER 25, collocati in 3 settori a monte del campo gara, forse la zona meno pescosa, hanno prevalso nel settore A Popa Andrei della Lenza Aglianese (Colmic) con 3200 punti, nel settore B Matteo Faletra della F.lli Campana (Trabucco) con 1340 punti, e nel settore C ha vinto il figlio d’arte Luca Armiraglio con 1630 punti.

La classifica progressiva degli under 25 vede al comando LORENZINI Alessandro Oltrarno Asd (Colmic) con 11 penalità.

A domani con la sesta prova e siamo certi che non mancheranno altri stravolgimenti in classifica alla luce di quello che abbiamo visto oggi su questo campo gara reggiano.

A.S.

GALLERIA FOTOGRAFICA di Alessandro Scarponi clicca qui

PROGRESSIVA SENIORES

PROGRESSIVA STOPPER

SETTORI SENIORES 5 PROVA

STOPPER SENIORES

CA UNDER 25 5 PROVA giornata

CA UNDER 25 5 PROVA progressiva

CA UNDER 25 5 PROVA settori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.