MONDIALE CLUBS FEEDER : OTTIMA LENZA EMILIANA, MA GLI OLANDESI SONO SUPER

Gara difficile quella che hanno dovuto affrontare gli atleti impegnati in questo campionato del mondo per Clubs di pesca a feeder. La prima prova si è da poco conclusa, teatro della manifestazione il Canal Bianco a Loreo ed Adria con gli agonisti picchettati a Piantamelon per quanto riguarda il settore A mentre i restanti settori B C D ed E sono stati picchettati nella zona denominata Fronte Chiatte.

In questo campo di gara è molto importante tenere sott’occhio le maree che influenzano notevolmente la corrente ed in questo caso il week end di gara è capitato proprio in quello che chiamano “buco di marea” ovvero una situazione in cui l’escursione dovuta alla variazione del livello del mare è minima. Questa situazione associata alle scarse precipitazioni ha probabilmente portato ad un aumento della salinità dell’acqua con il pesce che si è rivelato un pochino apatico.

L’Italia era presente con i due Team della Lenza Emiliana Tubertini classificatisi al primo e secondo posto del campionato Italiani 2021 mentre i Cugini Sammarinesi erano rappresentati dalla Cannisti Dogana Amo Colmic.

Questa situazione di poca propensione a mangiare del pesce associata ad una pesca dedicata principalmente alle breme ha di fatto annullato il vantaggio di giocare in casa ed ha proposto le 43 squadre al via tutte sullo stesso livello.

Quasi tutti hanno optato per linee di pesca abbastanza corte, a partire dai 6-7 metri subito alla fine della massicciata dell’argine fino ad arrivare ad un massimo di una ventina di metri. Raramente si sono viste linee di pesca più lunghe se non nel tratto di gara a Piantamelon dove alcuni agonisti hanno cercato fortuna nei pressi della sponda opposta.

Verso il fine gara si è alzato un vento impressionante, una vera e propria bufera che ha spazzato via gazebo e wc chimici ed ha messo a durissima prova gli agonisti che per fortuna hanno potuto pescare in condizioni “normali” per quasi tutta la gara ad eccezione dell’ultimo quarto d’ora quando la situazione si è fatta davvero impossibile.

Al termine delle 5 ore di gara a comandare la classifica troviamo gli olandesi della JWP Waterservice con 15 penalità seguiti dalla squadra A della Lenza Emiliana Tubertini che si piazza seconda con 19 e dagli austriaci del Team ASV Austria con 26.

A testimonianza della forza degli olandesi in qesta pesca da segnalare gli altri due team “dutch” al quarto e quinto posto con 27 e 30 ma bene anche la squadra B della Lenza Emiliana sesta classificata con 36,5 penalità. Un po’ attardati i ragazzi della Cannisti Dogana Amo Colmic 24esimi con 58 penalità.

Domani gara 2 e noi di Match Fishing saremo presenti con continue dirette per tenervi informati come sempre…. stay tuned!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.