TROTA TORRENTE GENOVA: MAZZI RICCARDO: CAMPIONE PROVINCIALE 2022

Il Titolo va alle Valle Genovesi, per FIMA l’Argento di ZOLLA e Bronzo di GAMBINO

Mezzanego – Decisamente avvincente questo campionato di trota torrente organizzato per la Sezione FIPSAS di Genova, dalla ASD FIMA Chiavari, suddiviso in tre prove tutte sul torrente Sturla di Mezzanego, ma ognuna diversa dall’altra per le diverse condizioni idriche.

Infatti la gara di apertura del campionato si è svolta il 10/4 in piena siccità, e con deflusso artificiale di rilascio dalle dighe a monte, mentre la seconda del 24 aprile il torrente era gonfio dalla pioggia e acqua fortemente velata, e invece in questa ultima del 8 maggio, lo Sturla si è presentato in splendida forma acqua abbondante e trasparente, che ti invogliava a pescare rendendola non solo piacevole ma pure molto proficua in catture.

E proprio l’aspetto tecnico e conseguenti opportunità agonistiche del campo di gara, che da decenni viene ritenuto tra i “migliori” torrenti “nazionali” per le gare di pesca alla trota, ha fatto “dimenticare” i molti problemi organizzativi che erano emersi alla vigilia del campionato, tra le società di trota torrente, e son bastate tre gare in questo splendido torrente x far riavvicinare tutti, uniti nello spirito di euforia e soddisfatti di aver pescato in queste acque.

IL PODIO e i 10 qualificati agli Italiani 2023:

Ora spazio ai campioni, e Riccardo Mazzi (delle ASD Valli Genovesi) a punteggio pieno con 2 penalità (ossia due primi assoluti) toglie ogni dubbio vestendo la maglia di CAMPIONE PROVINCIALE 2022, e portandosi il titolo a Genova.

Argento e Bronzo per la FIMA/GARBOLINO Chiavari, con Paolo Zolla che chiude i giochi al secondo posto assoluto con 3 penalità (1+2), mentre Romeo Gambino tiene saldo il podio nella terza posizione assoluta con 6 penalità (2,5+3,5).

Va ricordato che il campionato provinciale serve come selettiva per gli Italiani 2023, per cui al primo turno degli zonali 2023 accederanno i primi dieci in classifica; andiamo quindi a vedere chi sono gli altri promossi: al 4° posto troviamo Damiano Bosco (Valli Ge) a 8 penalità, 5° Luca Folegnani (Valli GE) a 9,5 che supera al peso Fabrizio Pitto (FIMA), 7° Guido Massa (FIMA) a 12 pen. a cui va anche il merito di aver saputo organizzare alla perfezione questo campionato, 8° Michele Nassano (Valli GE), 9° Pietro Storelli (Valli GE) e 10° Gianluca Attolini (FIMA).

CLASSIFICA 3° PROVA:

Chiusura di campionato “acqua splendida”, lo dimostrano i dati delle catture, perché per vincere si doveva catturare e battagliare sino all’ultimo minuto. L’assoluto di gara va a Riccardo Mazzi (Valli GE) con 42 pesci e 7245 punti, il secondo assoluto Paolo Zolla (FIMA) ha subito un distacco di 10 prede, 32 il carniere per 5595 punti; lotta serrata per il terzo posto di gara, la spunta Damiano Bosco (Valli GE) con 25 prede e 4105 punti, bruciando appunto ai punti Romeo Gambino (FIMA) che con 25 pesci chiude a 3940 punti (in gara i millimetri contano parecchio), ma il punteggio tecnico assegna pari penalità 3,5.

Stessa cosa per Luca Folegnani e Michele Tassano (ambedue ValliGE) che chiudono a 22 prede e 5,5 pen a testa. Altro scontro in famiglia tra Guido Massa e Fabrizio Pitto (FIMA)che con 19 prede si dividono 7° e 8° posto, mentre a 18 prede si scornano Pietro Storelli (Valli GE) e Gianluca Attolini (FIMA) rispettivamente 9° e 10°. Ma si continua cosi con differenze di un pesce o parità di catture dove il millimetro sancisce la posizione per altre decine di concorrenti, se pensate che l’ultimo di gara contava all’attivo 9 pesci, nessuno può dire che non si siano divertiti.

A fine gara le classifiche e le premiazioni della gara e del podio finale, in un tripudio di applausi e ringraziamenti alla Società organizzatrice, in particolare a Guido Massa, al Gdg Giorgio Poggi, alla FIPSAS e al personale tecnico per il supporto logistico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.