STAGE FEMMINILE AD OSTIGLIA: PESCA E FORMAZIONE PER UNA NUOVA NAZIONALE

Agli ordini dello staff tecnico formato da Maurizio Fedeli (CT) e Gianmarco Ippoliti (vice CT) sabato 21 e domenica 22 maggio ad Ostiglia è stato convocato lo stage femminile di pesca al colpo in ottica di valutazione per la formazione della nuova nazionale che andrà a disputare il mondiale in Francia.

Hanno partecipato 17 atlete dalle veterane alle più giovani, un mix di esperienza ed energie nuove che sapranno assicurare al mondo femminile un futuro di tutto rispetto.

La Federazione sempre molto attenta a queste iniziative ha partecipato con Fausto Bonazzi e Antonio Fusconi e per agevolare l’attività ha fornito esche, terre e pasture uguali per tutte nelle quantità che nelle qualità.

Maurizio Fedeli ha così commentato questo week end in rosa:
“sono molto soddisfatto del clima positivo che sta maturando nel gruppo, questa è la base per essere all’altezza delle sfide internazionali che ci aspettano in futuro.
Per far prendere confidenza con la pesca delle placchette e delle breme abbiamo vincolato questo stage al solo uso esclusivo della roubaisienne e di esche come il fouille e il ver de vase, e devo dire che l’impegno è stato davvero tanto da parte di tutte e 17 e ragazze.

Hanno pescato Silvina Turrini, Claudia Marchiodi, Anna Sgobbo, Anita Cabrini, Veronica Visciglia, la giovanissima appena 18enne Aurora Saetti, Martina Venuti, Loredana Marchello, Ilaria Occhiali, Federica Brilli, Fabiana Polo, Laura Gregis, Eleonora Lamorte, Jessica Moro, Edy Zoetti, Giorgia Morgan, Sara Medardi e Stefania Bramati.

Oltre alla pescata, scelto il tratto a valle della zona “disabili” il sabato pomeriggio tutto il gruppo ha potuto apprendere dai ct e dalle atlete più esperte, l’uso delle terre e delle esche fouille e vdv, anche la costruzione delle lenze.

Una bella esperienza che ha permesso di fare anche una pescata dai pesi compresi tra un chilo e 5 chili tra bremette e placchette”.

La squadra nazionale femminile di Pesca al Colpo che parteciperà al Campionato del Mondo 2022 che si svolgerà a Gravelines, in Francia, dal 20 al 21 agosto sarà composta delle seguenti atlete:

Veronica Visciglia (Campionessa Italiana)

Federica Brilli

Eleonora Lamorte

Silvina Turrini

Martina Venuti

Edi Zoetti

La delegazione sarà capeggiata dai CT Maurizio Fedeli e Gianmarco Ippoliti.

La campionessa Silvina Turrini

Martina Venuti con un bel carassio

la campionessa italiana Veronica Visciglia

Edi Zoetti co un bel carassio

Eleonora Lamorte mostra una bella breme catturata ad Ostiglia

il lavoro di gruppo con la supervisione di Maurizio Fedeli

Dal profilo Facebook di Stefania Bramati ho estrapolato una parte del suo commento che riassume i valori che dovrebbe animare ogni atleta che si mette in gioco per qualcosa nello sport. Chiedo scusa a Stefania se non ho chiesto la sua autorizzazione ma penso che non se abbia a male perchè ha detto cose importanti:

“allo stage eravamo presenti in 18, per il forfait all’ultimo minuto di Alice per un improvviso malessere, di varie età ed esperienze diverse. Personalmente sono consapevole che per la mia età anagrafica e soprattutto per il mio modo di pescare non potrò mai essere scelta per la nazionale in qualità di atleta.
Ma le motivazioni che comunque mi spingono ad esserci sempre sono altre.

Innanzitutto l’amicizia che si è creata con alcune “ragazze” (metto le virgolette perché qualcuna potrebbe essere mia figlia mentre altre sono mie coetanee), ha per me un significato profondo, gioisco con loro quando vincono ma sono più vicina quando perdono, e lo stesso fanno loro nei miei confronti (anche se le mie vittorie sono molto poche e sporadiche).

Poi la voglia di imparare qualcosa ogni giorno, sia nella pesca, ma anche nella vita; l’importanza di provare a fare del tuo meglio per essere sempre in pace con la tua coscienza; la voglia di mettermi comunque in gioco e soprattutto la voglia di pescare e di trascorrere del tempo in mezzo alla natura.

Sono stati 2 giorni molto belli ed intensi per me.

Ho trovato un gruppo che, nonostante qualche fatica iniziale, alla fine è riuscito ad unirsi e compattarsi come non avevo visto da diversi anni.

Il momento più bello a livello tecnico: la costruzione di una lenza tutte insieme sotto l’albero; questo grazie a Maurizio Fedeli e Gianmarco Ippoliti, rispettivamente capitano e vicecapitano della nazionale.

Al termine delle prove, come al solito il discorso del capitano Maurizio Fedeli che ha motivato tutte nel continuare ad andare a pescare perché è l’unico modo per crescere e diventare più consapevoli delle proprie capacità confrontandosi in diversi campionati.

I nominativi delle 6 atlete che faranno parte della nazionale e delle 2 ragazze che si uniranno a loro in qualità di staff verrà comunicato nei prossimi giorni da parte della FIPSAS.

E anche se per la nazionale, come Atleta, ci ho messo una pietra sopra, la porta per far parte dello staff è aperta a tutte….

Sognare non è mai costato niente”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.