Serie a2: GPS in Brian con il freno a mano

Una giornata di sole estivo ha tenuto a battesimo l’inizio del campionato di serie A2edizione 2005.
Prima prova canale Brian a S. Donà (Ve).
Le 80 squadre, quasi tutte presenti il giorno prima a provare, hanno gareggiato in prevalenza con tecnica inglese salvo qualcuno ripiegare sulle canne fisse per non rimanere all’asciutto di pesce.
Dalle prove del sabato i ragazzi del GPS avevano capito che il risultato in gara si poteva ottenere con l’aiuto del posto di pesca.
Chi avrebbe avuto la “pelata” davanti o canna secca difficilmente avrebbe potuto piazzarsi e infatti così è stato.
Il settore di Mauro Brolli, che fa 8 penalità con canna secca davanti, viene stravinto da quei picchetti con canne verdi davanti.
Alessandro Scarponi si ritrova una bella pelata davanti che lo costringe a pescare sul secondo scalino sul fondo catturando 6 carassi riuscendo a fare un bel terzo.
Massimo Sama cattura il possibile riuscendo a portare a casa 5 penalità a poca distanza da un certo Simone Carraio.
Ivan Biondi porta a casa 7 penalità in un settore avaro di canne sulla riva opposta.
La partenza non è da incorniciare in quanto con 23 penalità se accusate in ogni gara si rischia la retrocessione.
Adesso occorre migliorare la classifica fin dalla seconda prova di Anita ma in quelle condizioni tutto diventa più difficile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.