CLUB AZZURRO 2011: IMMENSO FINI, MEDELANA DA SOGNO!

Benvenuti in Paradiso. Al termine di una due giorni massacrante finalmente il Club Azzurro è partito alla grande.
Tanta pescosità e tanto sole, hanno reso difficile la vita ai 60 partecipanti a questa edizione 2011.
“When the going gets tough, the toughs get going!” ovvero quando il gioco si fa duro i duri iniziano a giocare e su tutti spicca la forza bruta di Andrea Fini, un grande pescatore sicuramente uno tra i più forti agonisti della pesca al colpo nazionale in circolazione.
Due gare da quattro ore ciascuna, con una pescosità andata in crescendo, hanno lasciato il segno sul fisico di tutti coloro che si sono sfidati nel catino di Medelana.
Trascorrere una settimana intera sull’argine dello stadio della pesca, con il sole in faccia, i riflessi dell’acqua, l’afa che all’improvviso ci ha fatto rimpiangere la frescura di poco tempo fa, è da uomini duri e quando affidiamo l’appellativo di campione ad un agonista solitamente lo facciamo per un insieme di valutazioni compreso la tenacia, la forza, la resistenza e la capacità a rimanere concentrati per l’intera partita.
Se Fini anzichè pescare avesse giocato a calcio probabilmente sarebbe stato uno di quei centravanti rognosi difficilissimo da marcare e sicuramente sempre pronto al goal e una rete anche all’ultimo secondo te l’avrebbe sempre fatta.
Ecco queste sono le gare da vedere con lo spettacolo assicurato per il quale sarebbe giustificato anche il pagamento di un biglietto.
Pensate a domenica scorsa nella gara dell’Eccellenza nord sul Po di Volano con due guerrieri come Fini e Defendi sfidarsi, spalla a spalla, a suon di catture e ieri nella prima manche con la sfida fratricida tra Fini e Premoli, che il sorteggio ha voluto nello stesso settore e con la conquista dei primi due posti.
Nel settore E di ieri si sono visti i fuochi d’artificio con i 24,650 di Andrea e i 23,020 di Stefano.
Quasi mezzo quinatle di pesce in due roba da carpodromo non certamente da pesca in canale a pesce bianco.
Anche nella seconda manche Andrea Fini è riuscito a far leggere agli altri la propria targa anche se il rischio di essere tamponato da Alessandro Ranelli, un giovane del centro Italia di cui sentiremo sempre più spesso parlare, è stato molto reale.
Il toscano fa fermare l’ago della bilancia a 18,560 vincendo ancora il settore mentre il ciociaro, militante nella società A.S.P. Stella Marina Maver, si ferma a 18,290.
Meno di tre etti in quasi venti chili di peso roba mai vista, una sola breme di differenza nella pesata finale sta a significare che la sfida è stata davvero tirata.
Complimenti a tutti coloro i quali qui a Medelana tra ieri e oggi hanno onorato la pesca.
La classifica vede nelle prime dieci posizioni gente abituata alle alte quote e da qui alla fine ne vedremo sicuramente delle belle.
Mi sa che ques’anno ci divertiremo parecchio.
Poi per farci tornare sulla terra ci penserà il Circondariale, anche oggi drammatico per quanto concerne la pescosità, con diversi cappotti e catture occasionali effettuate senza una logica.
Qualcuno al raduno di oggi scherzosamente proponeva di travasare un pò di pesce da Medelana ad Ostellato e vedendo i pesi realizzati in entrambi i canali la cosa non sarebbe poi così malvagia.
Bravi quindi, oltre a Fini che chiude la pratica Medelana con sole due penalità, anche ai vari Andrea Gelli (un altro giovane emergente da tenere sott’occhio), Giuliano Prandi per la Tubertini, Alessandro Bruni per la Trabucco, ancora Simone Carraro per la Tubertini, Alessandro Ranelli per la Maver, poi un trittico Colmic con Michele De Gioia 7° (primi assoluto nella seconda manche con 22,580 punti) Stefano Premoli 8°, Giampaolo Schiesaro 9° e la sorpresa Gianangelo Bazzo per la Tubertini del Team Fuego Varese.
Le prossime sfide del Club azzurro sono previste sul Fissero, a fine estate, a Garolda il 17 e 18 settembre.

Match Fishing ringrazia Antonio Fusconi per l’invio delle classifiche e la disponibilità accordata.
Nelle prossime ore potrete visualizzare nella rubrica “le voci del dopo gara” le interviste che Match Fishing ha realizzato a Fini, De Gioia, Prandi, Colombo e Fusconi.

Alessandro Scarponi

statistiche 1 gara

statistiche 2 gara

Club Azzurro Seniores 2011

Stoppers Club Azzurro Seniores 2011

ANDREA FINI SE DA CINQUE ANNI E’ IN NAZIONALE UN MOTIVO CI SARA’ PURE: IMMENSO!

ANDREA GELLI ASD L.P. VALDERA L. PONTEDERESE COLMIC SECONDO CON 3 PENALITA’

GIULIANO PRANDI DELLA LENZA EMILIANA TUBERTINI TERZO CON 3 PENALITA’

MICHELE DE GIOIA 1° ASSOLUTO NELLA SECONDA MANCHE CI MOSTRA I GALLEGGIANTI CHE HA USATO PER VINCERE

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.