MONDIALI PER CLUBS: LA SAGRA DEI GHIOZZI

Cari amici bentrovati su Match Fishing, ci troviamo in Serbia sulla riva destra del fiume Danubio nella cittadina di Golubac.
Il grande fiume qui è impressionante, pensate che la sua largezza raggiunge i 7 km e sull’altra sponda si intravede a malapena la Romania.
Abbiamo assistito alle prove delle 25 squadre che si affronteranno sabato e domenica per conquistare il titolo di campioni del mondo per clubs.
L’Italia partecipa con la squadra della Cannisti Castelmaggiore Hydra, campioni d’Italia in carica, con una folta delegazione rappresentata dal Vice presidente Claudio Magli.
Gli atleti che oggi hanno occupato le pedane sono stati: Giancarlo Armiraglio, Franco Zucchini, Giacomo Chiarini, Alessandro Pavan, Andrea Ferrario e Ivan Colò.
La giornata è stata ottimale con temperature gradevoli ed una leggera brezza che non ha increspato più di tanto le acque del fiume Danubio a differenza di ieri 1 giugno quando il vento più sostenuto ha reso difficile l’azione di pesca.
La pesca qui sembra a senso unico con piccoli pesci che somigliano ai ghiozzi italici dal peso variabile tra i 5 e i 15 grammi.
L’attrezzo più usato è stata la roubaisienne alla lunghezza di 5 pezzi di canna ma con grammature diverse in ragione delle diverse zone di pesca.
Il fiume davanti a Golubac forma una grande ansa di alcuni km e nel tratto a valle dove la profondità è maggiore si sono viste lenze montate con vela fino a 15 grammi mentre nella parte alta del campo gara sono bastate lenze con galleggiante fisso da 2 a 4 grammi.
Pasturazioine iniziale parca per non sfamare i piccoli famelici pesciolini e rapidità di esecuzione sono state le note che hanno contraddistinto la pescata dei nostri campioni.
Sull’amo sono state innescate le classiche larve di mosca carnaria alternate alle larve acquatiche.
Tra le squadre partecipanti anche alcuni nomi illustri come l’inglese, nonchè 5 volte campione del mondo Alan Scotthorne, oltre a Jean Desquè che assiste la formazione francese.
Ci sono anche altri nomi noti dell’agonismo internazionale che parlano la lingua italiana, ma che concorrono sotto un’altra bandiera, stiamo parlando dei campioni di San Marino della Cannisti Dogana rappresentati da Oscar Grandoni, Renzo Francioni, Lino Giardi, Sergio Scarponi, Marino Mularoni, Elio Pelliccioni.
I ragazzi della Cannisti Castelmaggiore asssititi da Ivano Innocenti con il supporto tecnico di Fulvio Vanoli hanno dimostrato di avere ben assimilato il giusto approccio alla pesca.
Ieri ad esempio pescando in un settore a valle del campo gara sono riusciti a realizzare pesi superiori ai 6 kili mentre oggi in un settore più difficile chi ha catturato di più ha realizzato oltre 2 kili di piccoli pesci.
Questa sera si svolgerà la cerimonia di apertura alla quale parteciperanno anche alcuni rappresentanti della FIPSAS nazionale come Fernando Landonio e l’mmancabile presidente della FIPSED Claudio Matteoli.
Domani ultimo giorno di prove dove i nostri ragazzi cercheranno di mettere a punto gli ultimi dettagli sperando che siano quelli vincenti.
Nelle prossime ore potrete leggere alcune interviste ai protagonisti e le foto di questa giornata.
Per il momento dalla Serbia è tutto.
Un saluto a tutti da Alessandro Scarponi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.