ASD ALBIATESI MAVER: CHI BEN COMINCIA…

Non so come funziona all’estero, ma noi in Italia possiamo essere davvero orgogliosi di avere, oltre ai noti “big team”, tante piccole realtà, tante società “minori” in grado di portare avanti il nostro amato sport e magari anche di togliersi qualche soddisfazione a livello agonistico.

Sicuramente dando visibilità ad una di queste finiremo col trascurarne almeno 50 che meritano altrettanta visibilità ma vista la concentrazione temporale nella quale sono arrivati i risultati abbiamo pensato di non far passare inosservati questi successi.

Per l’occasione abbiamo pensato di fare qualche domanda ad alcuni di loro per conoscerli meglio e farci dire quali sono i “segreti” dei traguardi raggiunti.

daniele

Partiamo da Daniele Colzani, il direttore sportivo ovvero il CT di questo gruppo… Daniele, come scegliete gli agonisti per le vostre squadre? Immagino non facciate degli stages di selezione, eppure i risultati stanno arrivando…
No ovviamente non facciamo stage o selezioni e non ci basiamo sulla presunta forza del pescatore agonista. La prima regola fondamentale è quella di trovare la persona che sia in grado di inserirsi nel gruppo confrontandosi con tutti e portando anche la sua esperienza. È difficile che in Albiatese riescano ad inserirsi delle prime donne!!!

davide

Ma i risultati arrivano, diverse vittorie nel regionale lombardo ed altrettante nel trofeo di serie A1 e di recente la vittoria nella coppa Italia, il secondo posto nel trofeo 6 nazioni a Remich in Lussemburgo e, ciliegina sulla torta, la soddisfazione di vincere il trofeo in una prova di un campionato difficilissimo come il C.I.S. . Davide Redaelli è un agonista di lungo corso in questa società che questi campionati li ha disputati e vinti praticamente tutti. A lui chiediamo: come organizzate le vostre gare? Avete una metodica particolare prima di affrontare ogni evento?
Diciamo subito che la cosa importante è il gioco di squadra. Ogni componente dice la sua ci si confronta tutti assieme e poi si valuta la soluzione migliore da adottare. Durante le prove ci dividiamo le strategie da provare anche se ognuno è libero di modificare qualcosa. Anche dopo aver scelto la strategia da adottare si lascia spazio alle modifiche personali. Non siamo proprio schematici a tutti i costi, diciamo che siamo forse più pescatori che agonisti. Quando si prepara un evento prima cosa si cerca di avere più informazioni possibili si valutano e poi si prova sul campo la soluzione che più ci sembra giusta. A volte ci azzecchiamo, a volte no, ma per una società come la nostra direi che va bene così perchè prima cosa è il gruppo, e poi tutto sommato devo dire che in questi anni di agonismo ci siamo presi delle belle soddisfazioni.

ZATTA

Passiamo ora al Presidente Roberto Zatta. Roberto, i ragazzi della squadra che ha vinto la prova del C.I.S. hanno meno di cent’anni in 4 ma vista l’età media dei pescatori in generale possiamo dire che l’ASD Albiatesi ha una politica societaria che dà grande importanza alle nuove leve, o sbaglio?
Prima di risponderti vorrei andare un po’ controcorrente e partirei dalle vittorie del campionato provinciale di società dove l’età media è molto alta. La mia squadra sommata fa ben 273 anni ma anche questa squadra ha avuto il merito di partecipare alla Coppa Italia nella passata stagione. Ritornando ai giovani sono 5 anni che abbiamo iniziato questo percorso che ha dato subito i suoi risultati, che con il passare degli anni si sono moltiplicati sino al raggiungimento dei risultati recenti. Attualmente abbiamo Tabasco Yuri nazionale under 16-18 che si trova in Olanda x la preparazione dei mondiali ed è anche pluricampione italiano di categoria. Tenani Marco è un nazionale under 23 lo scorso anno uscito x limiti di età ma resta nel giro nazionale nel Club Azzurro. Tagliabue Andrea campione italiano under 23 in carica e come Tenani in nazionale e nel Club Azzurro. Poi Ruscio Fabio campione provinciale under 14 e prossimo partecipante al Campionato Italiano. Sommando l’età di questi quattro superano di poco la mia. Ti ricordo che anche tu sei un prodotto del nostro vivaio, anche se forse con te abbiamo toppato un pochino (ridiamo ndr). Mi ritengo fortunato e ringrazio i soci per aver condiviso la mia politica, cosciente del fatto che i noti “big team”,prima o poi arriveranno.
Una riflessione sul Torneo 6 Nazioni: la nostra “avventura” l’abbiamo messa insieme in due settimane senza alcuna informazione se non il regolamento e sostegno economico (una tantum) da parte della Ns Federazione. Non una telefonata, nessuna traccia sul sito Federale, abbandono assoluto. Certo se c’erano i “big team” la musica cambiava.
Ps: è cosi difficile programmarla l’anno in corso x il 2015 ,in modo di avere tutto il tempo per la logistica,ricordando che da buoni dilettanti lavoriamo ed abbiamo cosi il tempo per programmare le ferie in occasione della manifestazione?

maurizio

E dulcis in fundo Maurizio Terraneo, amico di Match Fishing in quanto collaboratore e segretario della ASD Albiatesi. Maurizio, a te il compito non semplice dell’organizzazione e programmazione dei vari eventi ed impegni…

Forse il vero segreto dei recenti successi della società è nel gruppo. In Albiatese non esiste individualismo, tutti sono considerati con lo stesso peso e nello stesso modo a prescindere dal campionato o dai risultati agonistici ottenuti, viene dato ampio spazio a chi ha voglia di gareggiare e di fare bene, per contro cerchiamo di non “fare pressione” a chi per vari motivi non riesce a dare il meglio che può.. Oltre al settore agonistico che vede molte organizzazioni di gare Sociali, Provinciali o anche di serie A e Regionali, in Albiatese, cerchiamo anche di curare molto le attività di coinvolgimento nel territorio. In primavera riscuote sempre un enorme successo la gara a trote per bambini delle scuole elementari di Albiate, pensa che quest’anno erano oltre 100 scolari!

Inoltre colgo l’occasione per invitare tutti i lettori di Match Fishing alla prossima SAGRA DEL PESCE dal 24 al 27 luglio in Albiate, quest’anno siamo giunti alla 41° edizione dell’evento, che grazie alla ottima cucina e alla bella atmosfera di amicizia, è un evento atteso da molti residenti della zona ed è motivo di incontro per tantissimi pescatori e amici.

sagra2014

gruppo

squadra cis

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.