PASTURA SONUBAITS: OGGI VI PRESENTIAMO LA SPICY

foto 1
Sonubaits per il 2015 propone a catalogo numerose pasture, alcune dedicate alla pesca in acqua corrente altre studiate appositamente per le competizioni di pesca e perfette per i campi gara Italiani. Quasi tutte sono realizzate con una base composta da quattro tipi di pellet (diversi per ogni mix), macinati in dimensioni differenti, che donano la caratteristica meccanica e l’inconfondibile consistenza ai Sonubaits Supercrush Groundbait .
Tra queste una in modo particolare riesce a selezionare la taglia dei pesci regalando catture strepitose.
Stiamo parlando della Spicy Meaty Method Mix, una tuttofare che nasce dall’unione di una miscela di polveri aromatizzanti e diversi tipi di pellet macinati, che gli conferiscono un colore rosso persistente, un alto potere collante e un caratteristico odore penetrante di spezie affumicate piccanti.

foto 2
Grazie alla sua versatilità la Spicy si adatta a diversi tipi di impiego, primo tra tutti il taglio di altri mix per renderli più specifici ed indirizzati alla selezione di pesci di taglia soprattutto di carpe, breme, barbi, carassi e cavedani.
Il taglio è semplice, basta aggiungere una percentuale che va dal 10% al 30% al vostro mix di fiducia, nel caso di prodotti Sonubaits una miscela tra Tiger Fish, F1 e Spicy è quanto di meglio per “mettere in nassa” gli esemplari più grandi di breme presenti nelle nostre acque.
La Spicy è semplice e veloce da preparare, caratteristica questa che accomuna tutti i prodotti Sonubaits.

foto 3

Versate la pastura in una bacinella rotonda, il mio consiglio è di utilizzare un contenitore come misura in modo da poter quantificare con esattezza la dose di acqua da utilizzare.
Aggiungete l’acqua/liquido potenziatore (un tappo per kg di pastura) nella percentuale del 60%, in un’unica soluzione se volete preparare una pastura per la pesca a method.

foto 4
Nel caso vogliate utilizzare il prodotto per l’impiego con un open end o con un cage feeder la preparazione va eseguita in fasi successive, utilizzando sempre la stessa quantità di acqua ma a differenza della preparazione precedente aggiungendola in più riprese, fino a raggiungere il grado di umidità voluto.

foto 5
Attendete 30 minuti e verificatene la consistenza. Se avrete la sensazione che sia poco collosa o troppo secca ritoccatela con una piccola dose di acqua supplementare. Al termine, comprimendo la pastura con una mano il colore deve risultare più scuro di quella non compressa.

foto 6

Altro impiego comune è l’utilizzo di una piccola quantità bagnata al 30% e poi aggiunta ai bigattini. Questo mix è molto efficace se utilizzato con un pasturatore chiuso per la pesca del barbo e del cavedano in corrente ma anche della breme in acqua lenta.

Angelo De Pascalis
Preston Innovations – Sonubaits
Consultant

www.facebook.com/Preston.Innovations.Italy

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.