ITALY STREET FISHING GAME: GRANDE EVENTO DI SPINNING AD ADRIA

Sul Canalbianco di Adria, si è svolto domenica 20 gennaio l’evento “Italy Street Fishing Game”, una tra le gare più partecipate di pesca con lo spinning.

Infatti ai nastri di partenza si sono presentati ben 180 concorrenti in rappresentanza di 60 team provenienti da diverse regioni d’Italia.

Match Fishing Italia era presente per seguire l’evento con la nostra Sabrina Converso, e sulla pagina facebook di M.F. potete rivedere foto inedite e ascoltare le interviste.

I ragazzi dell’organizzazione hanno portato delle novità organizzative da non escludere anche in altre discipline, come ad esempio una particolare applicazione FishFriender che ha permesso di comunicare in tempo reale con gli smartphone ogni singola cattura.

Catture che andavano non pesate ma misurate su un tappetino ufficiale misura pesce fornito dall’Organizzazione con le prede che dovevano essere prontamente fotografate e inviate alla giuria. In tutte le foto dovevano essere presenti 2 badge personali con il tappetino di misurazione ufficiale ( un badge per il fotografo e uno per il pescatore).

Questo ha permesso il rilascio immediato (Catch&realese) delle prede che non hanno così subito stress particolari come invece succede nella pesca al colpo dove i pesci sono trattenuti per alcune ore in nasse capienti.

Al termine dunque avrebbe vinto il team che realizzava la misura più lunga in ragione di un punto per ogni centimetro del pesce.

Le catture non sono mancate come le varie specie di pesci predatori aspio, siluro, lucioperca, su tutti ma non sono mancati pesci non validi come le breme agganciate involontariamente in fase di recupero e anche una grossa carpa  di svariati chili di peso.

Il “giù le canne” è stato dato alle ore 8 del mattino e tutti i concorrenti hanno potuto spaziare lungo tutto il canale nel centro della città di Adria che ancora una volta è stata all’altezza di questa importante manifestazione.

Per il secondo anno consecutivo si aggiudica questo Italy Street Fishing il team Maal Tra Insema Gunki grazie alla cattura di ben 20 prede e una lunghezza complessiva di 702 centimetri.

Al secondo posto con 686 centimetri si impone il team Anuri Batraci Vescicolosi e al terzo posto il Delta Pro Fishing Team con il punteggio di 660.

La gara ha avuto una durata di 8 ore, interrotta da 2 checkpoint della durata di 3 minuti ciascuno (ore 10:30 ; 12:30) in due punti diversi lungo il campo gara

I concorrenti hanno potuto utilizzare per regolamento esche artificiali consentite, realizzate o modificate anche artigianalmente, in materiali
metallici, legnosi, plastici e siliconici. Tipi di pelo e piume erano consentite purché accessori ai suddetti materiali. Tutte le altre esche erano vietate.

L’estrema sportività imposta dal regolamento ha contraddistinto le catture di grandi pesci. Infatti un pescatore doveva, come buona norma, far spazio ad un altro concorrente che avesse avuto in canna un pesce di grandi dimensioni, per permettergli di salparlo nel tempo e spazio ragionevolmente necessario.

Il concorrente che, sportivamente, si si spostava poteva proseguire temporaneamente l’azione di pesca nello spazio lasciato libero.

Tutti i concorrenti al termine hanno rilasciato solo commenti positivi, non solo sulla manifestazione, ma sulla qualità organizzativa e sul campo di gara che è risultato all’altezza delle aspettative per chi lo ha saputo interpretare nel modo migliore.

A tutti un arrivederci all’edizione 2020 dell’Italy Street Fishing Game.

A. S.

GALLERIA FOTOGRAFICA a cura di sabrina Converso

tra i concorrenti presenti anche un figlio d’arte, Matteo Tubertini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.