Trofeo Speciale Alborella 21^ edizione

Dopo una fase critica come quella che abbiamo attraversato, la voglia di ripartire è proprio tanta, ma non possiamo assolutamente permetterci di gettare tutto al vento e far finta che nulla si accaduto.

In coerenza con le restrizioni, molto opportune, che ci sono state giustamente imposte, anche la pesca sportiva ha cercato di ripartire.

Ad essere penalizzate ovviamente, sono quelle gare che normalmente vengono disputate a più riprese con 5- 6 appuntamenti a carattere nazionale, regionale e provinciale che hanno subito un accorciamento o un accorpamento a seconda delle scelte.

Certo, le meno penalizzate ad oggi sono le gare simili a tutti gli incontri sportivi che si esplicitano in una sola prova, perché comportano minori complicazioni.

Una di queste, che ritorna puntualmente con cadenza annuale è il “Trofeo Alborella”, gara nazionale a coppie sponsorizzata dalle ditte Stonfo, Tubertini, Bazza, giunta al 21° appuntamento e denominata “Trofeo Alborella Speciale”.

Anche l’edizione di quest’anno, 4 luglio 2020, si è tenuto grazie alla volontà ferrea e alla grande capacità organizzativa dell’amico Giampaolo Ricci, Presidente della FIPSAS di Grosseto.

Naturalmente, trattandosi di una gara che richiama parecchi atleti di nota fama, sulle sponde del “Lago d’Argento”, un bel bacino in quel di San Donato (GR), Giampaolo non ha potuto estenderla a tutti ed allora, ecco la soluzione!

Invitare tutte le coppie che si sono classificate al primo posto nelle passate edizioni, che, ovviamente sono limitate nel numero ma non certo nella qualità. Si è trattata di una prova con protagonisti i Campioni dei Campioni.

Ospiti illustri che l’hanno nobilitata, il Presidente emerito FIPSAS Grosseto Mario Benucci (87 anni portati benissimo) il Vice Presidente Ettore Filabozzi e il Responsabile A.I. Matteo Ceriola.

In una giornata molto incerta dal punto di vista meteorologico, si sono confrontati i componenti di due settori, con 6 coppie in ciascuno, per un totale di 24 concorrenti.

Per la nostra Società, la Lenza Orvietana Colmic Stonfo, hanno partecipato Valentino Maggi e Matteo Virgili, accompagnati da Fabio Virgili.

La pesca alla “bestioline”, come ama definirle Giampaolo, si è rivelata subito abbastanza difficile per le cattive condizioni del tempo e, soprattutto, per la presenza di un vento molto forte che si abbatteva a raffiche sui concorrenti e sulle attrezzature, a tal punto che ad un certo momento si sono formate le “ Vecchie”, come le chiamano da quelle parti, una sorta di piccole trombe d’aria e la più forte ha fatto volare gran parte delle attrezzature.

Nonostante le avversità, la pescata, molto tecnica e limitata nelle catture, è giunta alla fine e i Campioni, parecchi di grossa fama come si evince dalle classifiche, hanno registrare i seguenti piazzamenti:

SETTORE A

Picchetto

1 Batignani Mario /Bargelli Orlando        1.835 (primi)
2 Lelli Franco /Lelli David                     1.165 (secondi)
3 Pieroni Graziano /Giovannini Emiliano  g. 720 (quinti)
4 Maggi Alessandro Fossi Massimo         1.165 (secondi)
5 Boddi Daniele Bastianini Massimo     670 (sesti)
6 Borgi Roberto Ricci Giampaolo        800 (quarti)

SETTORE  B

Picchetto

7  Benvenuti Vito /Betti Giulio                g.  965 (sesti)
8  Maggi Valentino/ Virgili Matteo        g. 1.375 (terzi)
Galigani Riccardo /Bazza Luciano     g. 1.610 (primi)
10 Rossi Marco /Fanfani Riccardo         g. 1.365 (quarti)
11 Gruppioni Palmiro /Rimondi Mirko g. 1.135 (quinti)
12 Rinaldini Corrado/ Frellicca Silvio   g. 1.485 (secondi)

Grande festa come al solito e premi per tutti. Anche la fortuna ha fatto la sua comparsa dato che da fatto sportivo poteva diventare un fatto di cronaca, per un “Fortunale “piombato sul laghetto 15 minuti dopo che tutti se ne erano andati, che questa volta ha veramente fatto volare di tutto, compresi i rami degli alberi che circondano lo specchio d’acqua.

Lo spirito di grande amicizia tra i convenuti, raggiunta una sana tranquillità, ha toccato l’apice con il ricco pranzo che ha allietato tutti presso il Ristorante “Da Guido” a Magliano in Toscana.

Ricci Giampaolo / Renato Rosciarelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.