CAMPIONATO PROVINCIALE SIENA: Fabio Becatti degli “Amici Cannisti Senesi” si aggiudica il titolo

Ebbene si, cari amici di Match Fishing, la stagione agonistica 2010 volge al termine ed anche gli irriducibili dovranno accettare la cruda realtà.

Nel frattempo l’autunno si sta impadronendo appieno delle nostre giornate; la stagione dei funghi, delle castagne e delle foglie cadenti è certamente la più suggestiva dell’anno, ma è anche quella durante la quale è possibile fare dei bellissimi cestini di pesce o per meglio dire, delle belle nasse, visto che stiamo parlando al mondo agonistico.

Ed è proprio ad una bella nassa di pesci che pensavamo tutti noi partecipanti all’ultima prova del “Campionato Provinciale Senese”, nell’Elsa a Granaiolo. Purtroppo però non è stato così, o per meglio dire, non è stato così per tutti, perché i pesci c’erano eccome, ma solo per chi ha saputo instaurare con questi un buon rapporto di collaborazione, in assenza del quale, nell’Elsa, è molto probabile prendere una memorabile tranvata.

D’altronde Granaiolo è certamente uno dei campi gara più tecnici dell’intero comprensorio toscano e proprio per questa sua caratteristica è molto apprezzato, la pesca prevalente è rivolta al cavedano e già questo la dice lunga su ogni considerazione tecnica.

Certamente in gare del genere conta molto l’esperienza, sopratutto quella di chi viene da lontano, quando ancora i cavedani erano i nostri pesci da gara, pescabili con attrezzature molto meno performanti delle attuali.

Ma veniamo alla cronaca del “Campionato Provinciale Senese”.

La prima gara si svolge a maggio scorso nell’Arno a Laterina, in quei giorni degli incessanti temporali rendono il fiume un pantano liquido e l’unica speranza viene riposta nelle alborelle che vanno letteralmente rapite fra gli anfratti della sponda, la gara si svolge regolarmente e vede primeggiare garisti con spiccate caratteristiche da “alborellista”.

La seconda prova nel mese di giugno, la carovana si sposta a San Lorenzo Alle Corti, nell’Arno pisano, ancora una volta con un fiume all’estremo, tanto che per stare in pesca decentemente siamo costretti ad utilizzare galleggianti a vela da 60-70 grammi, ma anche questa prova si porta a compimento e vince chi riesce a strappare ai vortici uno o due “gattoni pisani”.

Eccoci all’ultimo appuntamento nell’Elsa, quello di domenica 24 ottobre. Le prove svolte confermavano quanto già noto ai frequentatori di questo intrigante campo gara e cioè che è d’obbligo pescare con lenze lillipuziane da 4×10 e 4×12, costruite con zavorre formate da piombini del n°13, finali dello 0,6-0,7 dove legare un amo del 24, meglio se senza ardiglione (un vero inno alla presbiopia); l’esclusiva per la pasturazione è il bigattino lanciato a fionda e gli elastici da 0,8-0,7 mm. dovranno uscire dalla vetta della roubasienne alla minima sollecitazione, pena la perdita dell’astuto ciprinide e per vedere le mangiate, quelle dei pezzi da novanta, il galleggiante dovrà essere tarato al punto tale da immaginare l’astina, più che vederla.

Una gara pianificata nei minimi particolari, è tutto sotto controllo, eccezion fatta per una componente non proprio secondaria, il risultato…….. E mi spiego meglio.

Alla vigilia dell’ultima di Campionato la classifica vedeva primo, con ben tre penalità di vantaggio, Marcello Corbelli (praticamente un titolo già ipotecato), durante la gara però non tutto va come previsto, i pesci si rifiutano di collaborare ed il Corbelli frana sotto il peso di un deludente sesto di settore, cedendo il passo alla superba prestazione di una “Vecchia Guardia”: il sempreverde Fabio Becatti degli “Amici Cannisti Senesi”, il quale mette tutti a tacere con uno schiacciante primo di settore, aggiudicandosi così il titolo di Campione Provinciale.

Ancora una volta, la seconda della stagione 2010, devo leccarmi le ferite, a settembre ho perso il Campionato Italiano Ledgering e la maglia della Nazionale, dopo essere stato in testa fino all’ultima gara, oggi ho lasciato sul campo il Titolo Provinciale con le stesse identiche modalità………………Forse sarà utile fare un po’ mente locale………..Per fortuna ho tutto l’inverno davanti per meditare.

Queste mie considerazioni però non tolgono assolutamente niente al Becatti, è lui il Campione Provinciale e lo è meritatamente, complimenti all’amico Fabio, bravo davvero, sopratutto perché questa vittoria contiene un’importante messaggio: la pesca, al contrario di altri sport, è un’attività agonistica nella quale, grazie a Dio, conta molto avere un po’ di capelli bianchi e questo mi lascia ancora qualche speranza.

Complimenti anche agli “Amici Cannisti Senesi”, vincitori della classifica a squadre. Seppur con un pizzico d’invidia, debbo dire che da questa Società (con la esse maiuscola) ha molto da insegnare. L’inquadramento agonistico è degno delle più blasonate compagini nazionali ed i risultati lo dimostrano: una squadra nella serie A3, il Campione Provinciale individuale del 2009 e quello del 2010, Campioni Provinciali a squadre nel 2009 e nel 2010 e, ciliegina sulla torta, il “Cannista” Marco Coradeschi entra a far parte del Club Azzurro, in seguito alla sua prestazione individuale nel Campionato Italiano Individuale del 2010…………….Credo proprio di poter dire che una Società come quella degli “Amici Cannisti Senesi” sia un fiore all’occhiello per l’intera Provincia di Siena.

Ed ora il podio individuale:
1° classificato e Campione Provinciale 2010, Fabio Becatti (Amici Cannisti Senesi)
2° classificato Vannoni Massimo (Amici Cannisti Senesi)
3° classificato Renzi Claudio (A.P.D. Poggibonsi).

E quello a squadre:
1^ Società classificata Amici Cannisti Senesi
2^ Società classificata Lenza Senese Merse Sport
3^ Società classificata A.P.D. Poggibonsi

Con il Campionato Provinciale cala il sipario sulla stagione agonistica senese, i vincitori si godranno le meritate vittorie, mentre gli altri avranno tutto il tempo per analizzare gli errori commessi, comunque per tutti non rimane che aspettare fino……….alla prossima.

Un saluto agli amici di Match Fishing.

Marcello Corbelli

un breve tratto del campo gara di Granaiolo

Fabio Becatti, il Campione Provinciale 2010

il Campione se la prende comoda, lui può.

una suggestiva mattina d’autunno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.