OSTELLATO: AAAHHHH… COMINCIAMO BENE….!!

Ostellato (FE) domenica 27 febbraio 2011:

Si, si d’accordo che è la prima gara del 2011 sul valle lepri e il pesce non è abituato alla pressione agonistica e alle auto che scorrono lungo la strada;
si, si d’accordo la stagione è quella che è con temperature vicine ai zero gradi e quindi acqua fredda nel canale che blocca l’attività del pesce;
si, si d’accordo che c’è la draga che scava tutta la settimana e quindi il pesce impaurito chissà dove cavolo è andato a finire;
si, si d’accordo che ci sono i cormorani che hanno preso residenza da queste parti e quando si tuffano sott’acqua non è certo per fare un bel bagno rinfrescante;
si, si d’accordo che in questo periodo il pesce possa anche mamgiare poco ma che il 65%, si avete letto bene il 65% dei concorrenti, non abbia visto il tappo affondare è una cosa anomala che deve fare riflettere.
E domenica prossima si replica con il Campionato Italiano a coppie e quello sarà un bel banco di prova per capire lo stato di salute del canale.
Sono avvisaglie preoccupanti e come tali devono essere tenute sotto controllo per capire se si dovrà intervenire per evitare che il canale ritorni ad un recente passato quando sugli argini vi pascolavano solo pecore e capre.
Chi ha pescato nel tratto scavato poi si è trovato in una situazione aberrante con un fondale simile alle montagne russe.
Chi ha visto all’opera la dragatura del canale riferisce che la benna posizionata sopra la draga galleggiante effettua raspate sul fondo qua e la creando in tal modo buche profonde fino ad un metro.
Si, si d’accordo poi il tempo sistemerà tutto come avvenne nel tratto a Covato dopo i lavori ma c’è voluto un anno per avere un fondale più o meno accettabile.
Insomma una situazione negativa sotto tutti i punti di vista ma siamo sicuri che arriveranno anche tempi migliori.
Anche la strada si è presentata ai pescatori con gli stessi problemi dell’anno scorso con la pioggia che cadendo sul lato argine non scola a dovere e lascia la banchina tra la strada e l’argine molto soffice e melmosa che fa piantare le ruote di coloro che per poca attenzione ci vanno sopra.
Ma veniamo alla gara:
La Lenza Bibbianese ha sistemato 400 concorrenti (200 coppie) in rappresentanza di 58 società.
Quasi tutti hanno replicato lo stesso rituale, pasturazione pesante a 13 metri e si sono visti molti fondi anche a centro canale per la pesca dell’inglese.
Ed infatti è stata proprio questa la tecnica vincente per quei fortunati che sono riusciti a vedere affondare il tappo.
Chi ha catturato un carassio di taglia notevole (Monti di Forlì ne ha preso uno nel centro del canale al giù le canne di 1,5 chili, poi ha iniziato a pasturare è non ha più visto il segno) e chi qualche bremetta ma tutte senza una logica, dipendeva dall’esca…se gli cadeva davanti alla bocca poteva mangiare altrimenti notte fonda per tre ore con diversi concorrenti che hanno smontato tenda molto prima che terminasse la gara.
Stante tale situazione a fine gara sull’argine si sono effettuati i sorteggi per assegnare i premi di settore consegnati al raduno al bar latteria da Miky.
Comunque chi ha vinto la gara, in ogni caso ben organizzata dalla società Lenza Bibbianese di Reggio Emilia, l’ha vinta per merito portando pesce alla pesa e il podio se lo sono aggiudicato i seguenti pescatori:
1° squadra classificata con 2 penalità (1+1):
Team Alcedo Sensas
LUGLI M. – SIGHINOLFI F. – CIMAN M. – PEDRELLI A.

2° squadra classificata con 3 penalità (1+2)
Club Pescatori Forlì Colmic
BERTACCINI T. – BERTACCINI F. – MONTI GC. – GALEOTTI D.

3° squadra classificata con 4 penalità (2+2)
Team Medollesi Sarfix
LUGLI – CARDINALI – LUPPI – TINCHELLI

IL FILM FOTOGRAFICO DELLA GARA

PANORAMICA DEL VALLE LEPRI

SCORCIO DEL CAMPO GARA CON LA DRAGA NELLE VICINANZE

LA DRAGA

LA MELMA TOLTA DAL FONDO DEL CANALE VIENE GETTATA NEL FOSSATO PARALLELO

RIDOLFI LA TORRE CASTELMAGGIORE HYDRA BO 1° DI SETTORE

LELLI DAVIDE 13 ANNI VAL D’ELSA

FERRARI LORENZO 15 ANNI VAL D’ENZA R.E.

TEAM ALCEDO SENSAS 1° CLASSIFICATA CON 2 PENALITA’

CLUB PESCATORI FORLI’ 2° CLASSIFICATA CON 3 PENALITA’

LENZA MEDOLLESE 3° CLASSIFICATA CON 4 PENALITA’

LA SOCIETA’ ORGANIZZATRICE SPS LENZA BIBBIANESE (BIBBIANO RE)

I CORMORANI VOLANO IN CIELO IN ATTESA DI SCENDERE A PESCE NEL CANALE

MEMORIAL BALBONI – MONTANARI

Nella stessa giornata ma in zona COVATO si è effettuata la gara come sempre ben organizzata dai ragazzi della ASD Castello Maver di Ferrara dell’amico Alberto Guerzoni intitolata alla memoria di Balboni e Montanari.
A questa competizione hanno preso parte 210 concorrenti dei quali ben 52 si sono ritirati prima del fine gara e dei 158 agonisti rimasti in 94 hanno fatto cappotto.
La media tra tutti coloro che hanno bollato è stata di 165 grammi a testa.

Memorial Balboni Montanari 2011

Vince il Memorial Balboni: Ferioli Simone della A.S.D. U.S. Caumaresi Maver

Vince il Memorial Montanari: Lorezetti Vanni della Casaleonese Colmic.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.