ANTONIO FUSCONI: AGONISMO, CAMPI GARA E….

Ci troviamo al raduno, dopo le prove del Club Azzurro, e tra i tanti agonisti ci sono anche rappresentanti della Federazione.
Il più impegnato, e non da oggi, è sicuramente Antonio Fusconi con il quale abbiamo potuto scambiare due parole a tutto campo toccando diversi temi.
Intanto Antonio un ringraziamento per la tua disponibilità a rilasciare questa intervista al termine di due giornate molto impegnative.
Ci pare che finalmente il club azzurro sia decollato dopo le incertezze e il freno a mano tirato nelle prime due prove di Ostellato.
A Medelana abbiamo trovato un grandissimo Po di Volano che ci ha regalato tantissima pescosità e le quattro ore, guardando le facce degli agonisti, devono essere state veramente toste un po’ per il caldo un po’ per l’argine e anche per il tiro alla fune.
C’è da dire che il Po di volano ha risposto secondo le aspettative, se ad Ostellato eravamo in anticipo sul calendario per fortuna qui abbiamo preso due giornate fantastiche sia con il clima che con la media del pescato che ha visto pesi diffusi superare i 15 chili.
Il pesce ha risposto molto bene e come da pronostico si sono messi in luce i big che già fanno parte della nazionale ma anche giovani emergenti come Andrea Gelli che sta crescendo anno dopo anno e c’è anche la novità di Alessandro Ranelli che ci dimostra che dopo Fontana, Orecchia, Ardenti e Solfanelli anche per l’agonismo del centro c’è spazio ai massimi livelli.
Abbiamo adesso tutti gli occhi puntati sulla circondariale che quest’anno è il campo di gara più importante dal punto di vista del calendario visto che tantissime manifestazioni devono svolgersi proprio li e non ultimo i mondiali che si terranno tra pochi mesi e le preoccupazioni iniziano a salire.
Che dire, speravamo che con l’aumento delle temperature e con l’arrivo del caldo il canale ripartisse ma così non è, purtroppo.
È evidente che c’è un problema di pescosità e per questo noi non stiamo con le mani in mano.
Stiamo lavorando insieme agli enti locali per cercare di capire quali sono le problematiche del canale e come porvi rimedio e devo dire che abbiamo trovato grande disponibilità e competenza da parte della provincia di Ferrara nella persona della Dott.sa Elisabetta Mantovani.
Sono state fatte le analisi all’acqua e queste non hanno evidenziato problemi legati all’inquinamento e sono in linea con i valori degli anni passati, lo studio relativo alla presenza dei pesci fatto dall’Università ha evidenziato la numerosa presenza nel sottoriva di pesci in frega di grande taglia come carpe e siluri; inoltre sembra che il pesce si sia spostato più a valle dove potrebbe avere trovato un habitat migliore a seguito dei lavori di scavo eseguiti a fine anno nel tratto verso S. Giovanni di Ostellato, rimaniamo in attesa per capire come si muove il canale e in attesa non sottovalutiamo niente.
Le nostre preoccupazioni non sono tanto legate al campionato del mondo perché se guardiamo ai campionati scorsi, disputati in altri paesi, vediamo che la pescosità a volte è risultata molto bassa.
Noi dobbiamo portare rispetto ai nostri agonisti, i quali fanno grandi sacrifici per venire a pescare in questi posti spendendo soldi e tempo ed è giusto che trovino le migliori soddisfazioni e per questo che ci stiamo impegnando per cercare di riportare il canale alle condizioni del passato.
La federazione di Ferrara, che è l’organo competente, si sta adoperando molto in collaborazione con gli enti locali, la provincia in primis e il Comune di Ostellato.

Po di Volano, Circondariale ma ci sono novità per altri campi gara?
Si abbiamo alcune novità importanti che ancora non comunico per scaramanzia e poi c’è Anita per il quale ho incontrato recentemente l’assessore Sauro Borea del Comune di Argenta, insieme ai dirigenti della Consorzio di bonifica e quelli del parco del delta per valutare quali sono i lavori da fare al canale per far si che il canale venga rimesso in sesto nel rispetto degli equilibri naturalistici visto che siamo all’interno del parco del delta del Po.
Le idee sono buone, si pensa di riallineare le sponde, e a gennaio 2012 partiranno i lavori di scavo del limo in eccesso con lo stesso sistema usato ad Ostellato.
La cosa positiva è la realizzazione di una briglia di sassi che inizialmente interesserà oltre 2 km di argine, così come è stato fatto nella valle opposta al canale, che serve da frangionde per riparare l’argine stesso dai fenomeni di erosione.

Cosa ne pensi delle barche dei pescatori professionali che prelevano pesce dal canale?
La cosa è molto grave e queste cose non dovrebbero accadere, chiederemo agli organi competenti di contrastare questo fenomeno e aumenteremo la vigilanza sui canali con la presenza delle nostre guardie avvalendoci delle segnalazioni dei pescatori.

Mi dicevi che sei preoccupato per il problema dei raduni a Ostellato, a cosa ti riferisci?
Noi dovremmo però tenere un comportamento migliore in occasione dei raduni di pesca nel centro del paese di Ostellato, infatti non è più possibile tollerare il PARCHEGGIO SELVAGGIO.
Noi dobbiamo essere ricordati dalla comunità per i soldi che i pescatori portano sul territorio e non perché creiamo dei problemi ai cittadini; non è giusto parcheggiare le auto dove capita e se pensi che qualcuno addirittura usa i trapani per impastare la pastura sotto le finestre di chi ancora dorme e questo credo proprio che sia un atto di grave maleducazione.
Prima che i cittadini inizino a lamentarsi, la Fipsas, in accordo con il Sindaco Marchi, molto sensibile a questo problema, lavora per sensibilizzare i pescatori invitandoli a parcheggiare nelle apposite aree e nei capienti parcheggi che esistono a pochi metri dai raduni cittadini.
Purtroppo di problemi ne abbiamo diversi non solo per i raduni di Ostellato ma anche per quanto riguarda i rapporti con la gestione dell’Oasi Vallette e siccome li dentro organizzeremo i campionati del mondo a settembre, servirà una seria riflessione per decidere una volta per tutte se mantenerli all’interno di Covato o spostarli a “Ostellato vecchio”.

Siamo arrivati alla fine dell’intervista, Match Fishing ti ringrazia per la cortese disponibilità, e come sempre ti augura un in bocca al lupo per il tuo lavoro all’interno della FIPSAS.

ANTONIO FUSCONI DIRIGERA’ COME SEMPRE LE LE SELEZIONI DEL CLUB AZZURRO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.