OSTELLATO: IL CENTENARIO PAIOLI IN GARA 1 E’ COLORATO DI AZZURRO

Oggi ad Ostellato il clelo era più azzurro che mai, anche lungo l’argine alle Vallette l’azzurro dominava su tutti gli altri colori e non parlo dell’acqua che come tutti sappiamo è di un bel colore verde ma del trionfo dei nostri AZZURRI capaci di imporsi con entrambe le squadre schierate dal Ct Frigeri.

La squadra A con 5 penalitàa bottino pieno: Ballabeni (1°), Falsini (1°), Fini (1°), Gabba (1°), Sorti (1°); mentre la squadra B  con 8 penalità si piazza seconda nella classifica di giornata: Defendi (1°), Premoli (1°), Solfanelli (1°), Vezzalini (2°), Ravaglia (4°). GRANDI!!

La prestazione non arriva solo dalla perfetta conoscenza del campo gara ma per la voglia dei nostri nazionali di dimostrare che le breme in Europa non le sanno pescare solo gli anglosassoni e quelli dell’est che le pescano da sempre ma che ci siamo anche noi.

Al Centenario Paioli mancavano alcune tra le nazionali più forti ma c’erano pur sempre i Belgi, gli ex campioni del mondo della Slovacchia, gli Ungheresi di Valter Tamas, e tante squadre nazionali tra le più rappresentative.

Il canale ha fatto la sua parte meritando il massimo dei voti, ma gli applausi più fragorosi li rivolgiamo al nostro team e all’organizzazione della Paioli Maver coordinata dall’instancabile Alberto Neri per il buon lavoro fatto.

La prima manche ha visto una buona pescosità con pesi, in alcni casi davvero incredibili come nel settore dopo lo stacco degli animali dove il testa a testa tra un belga e l’italiano Beldomenico, del Team Maver Rimini Bellaria Miramare, ha visto prevalere quest’ultimo per 22 chili contro 19 chili.

Beldomenico ha cercato la vittoria, sfruttando un picchetto d’oro anche grazie all’insacco di una bella carpa da 7 chili cercata, presa e salpata dopo che un’altra gli aveva sfracellato la lenza.

I nostri hanno pescato come sanno, e si sono mostrati anche più forti delle polemiche che si erano accese nei nei giorni scorsi.

Domani assisteremo alla seconda manche e siamo sicuri che tutti gli occhi e le telecamere amatoriali di spettatori stranieri saranno addosso ai nostri campioni.

Per questo sarebbe opportuno non scoprire troppo le nostre carte per evitare di favorire gli osservatori proprio come avvenne in Olanda nel 2009 quando telecamere Russe registrarono le pescate e quindi anche i segreti degli inglesi e alla fine guarda caso i Russi sfiorarono il podio come squadra ma vinsero l’oro individuale con Potapov.

Come sempre Match Fishing sarà della partita per fotografare gli attimi più significativi della bella iniziativa targata Coppa del centenario Paioli.

Tra i concorrenti stranieri presenti, vogliamo citare il rappresentante russo della Maver, il quale con il suo SUV e compagna al seguito,  si è fatto la bellezza di 3000 chilometri per raggiungere Ostellato e pescare nel Circondariale.

Un applauso a questo eroe, ma si sa per amore della pesca si fa questo e ben altro.

Complimenti ancora ai nostri campioni e ancora FORZA ITALIA!!

COPPA DEL CENTENARIO 1 MANCHE

statistiche 30 luglio 2011 Ostellato

PANORAMICA

L’EX CAMPIONE DEL MONDO UNGHERESE VALTER TAMAS

BIORDI IVAN DI SAN MARINO…TROPPO FORTE!

MASSIMO VEZZALINI

LUIGI SORTI

FERRUCCIO GABBA

OSCAR GRANDONI DI SAN MARINO

I GALLEGGIANTI DI GABBA

FERRUCCIO CON UN LUCIO PERCA

PAOLO CAUZZI TEAM RAVANELLI

MARCO SOLFANELLI UN ESORDIO IN MAGLIA AZZURRA CON IL BOTTO

IL CAMPIONE D’ITALIA MORENO RAVAGLIA

IL CAMPIONE D’ITALIA USCENTE STEFANO PREMOLI

I GALLEGGIANTI DI JACOPO FALSINI

FALSINI CON UNA BELLA BREME

BALLABENI, MISTER PARIGI 2000, E’ SODDISFATTO DELLA SUA PRESTAZIONE

SIMONE CARRARO CON UNA BELLA BREME

UMBERTO BALLABENI CON LA SUA PESCATA DA 1 DI SETTORE

IL BELGA BRAVO A FARE 19 CHILI DI BREME

SIMONE BELDOMENICO DEL TEAM MAVER RIMINI MIRAMARE OLTRE 22 CHILI

ANCHE QUESTA HA CONTRIBUITO ALLA VITTORIA

VALTER TAMAS ..E PER FINIRE UN BEL SILURO DA 40 CHILI

IL RUSSO CON COMPAGNA RUSSA E 3000 KM NELLE GAMBE

IL RUSSO CON PIRAZZINI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.