IBERIAN MASTER 14° EDIZIONE: A FORTALENY TERMINATA LA SECONDA MANCHE

Anche la seconda delle tre manche è terminata facendo registrare le stesse difficoltà riscontrate in gara 1 ovvero una scarsa pescosità che ha lasciato con l’amaro in bocca tanti concorrenti.

Anche il sole della prima giornata di gara è andato via via scomparendo lasciando il posto a nuvole scure che pare vogliano portare pioggia nella gara di domenica aumentando ulteriormente le difficoltà.

Il Rio Jucar non è più quello di una volta e meno male che a rendere gradevole la partecipazione dei concorrenti è stato il contesto e l’ospitalità degli organizzatori che merita senza dubbio un menzione di lode.

Ma veniamo alla gara: come detto seconda manche davvero difficile soprattutto per gli italiani a causa di pescosità ancora più bassa di ieri nonostante l’acqua sia molto limpida stile Peschiera .

Nel colpo ci sono stati tanti cappotti (13 per la precisione) e anche il nostro Andrea Fini, che ieri vinceva la sua sezione, ha dovuto fare i conti con lo zero in bilancia. A fargli compagnia pure Angelo Laurentini e Stefano e Giorgio Sette mentre Jacopo Falsini si è salvato dal cappotto grazie ad un pesce.

In classifica generale troviamo al comando lo spagnolo Alvaro Garcia con 4 penalità le stesse del portoghese Pedro Vilelas mentre il migliore degli italiani e Lucio Iaquaniello con 10 penalità ma che staziona in 13° posizione.

Nella foto Sergij Burdak con le sue catture di oggi che gli valgono il terzo di settore.

Nel feeder è andata leggermente meglio a parte il cappotto di Nizzoli (5 cappotti in tutto) che stamattina pescava nel settore A e dopo quattro ore di gara avevano scapottato solo in quattro su quindici anche se poi nella quinta ora un pesce è entrato quasi a tutti ma non al nostro Nizzo.

Il resto della truppa degli italiani sono andati poco meglio con il migliore dei nostri che è risultato Fulvio Forni che chiude terzo della sua sezione con una big-carp da circa otto chili.

Lo Piccolo quarto di settore , Gregorio Monego quarto e e il giovanissimo Lorenzo Poli quinto.

Il resto dei degli italiani si salvano con pochi pesci ma poco utili per fare classifica.

I picchetti più pescosi,  a differenza di ieri che sono risultati quelli centrali, oggi sono stati quelli esterni.

La pescata come approccio è stata uguale a quella di ieri, con il solito Tommy Pickering che chiude secondo di settore salvandosi nell’ultima ora prendendo tre pesci sulla corta distanza di quindici metri.

Con quattro penalità continua a condurre la classifica il romeno Cosmin Brola (foto sotto) mentre il migliore degli italiani è Gregorio Monego che staziona in 13° posizione con 9 penalità.

Rimane da affrontare la terza manche di domani ma le previsioni non portano buone opportunità di pesca.

A domani.

Da Fortaleny per MF Natascia Baroni

Un ringraziamento ad Amparo Marti per le foto e le classifiche

pagina facebook di MF clicca qui

pagina facebook di Natascia Baroni clicca qui

album foto di Natascia clicca qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.