COPPA ITALIA FISHERIES: FINALE 1 AL LAGO MEZZALUNA DI ROMA

Sul lago mezzaluna di Roma si è svolta sabato 27 aprile la prima manche della finale della Coppa Italia fisheries alla quale prendono parte 40 concorrenti che si erano qualificati dalle varie selettive organizzate nei mesi precedenti in giro nelle varie provincie e regioni.

Un esercito di oltre 730 persone che hanno dato vita a questo torneo e che solo in 40 si affronteranno per aggiudicarsi il titolo di campione d’Italia di questa giovanissima sopecialità.

In un campo gara tirato a festa come sovviene per le grandi occasioni, lavoro organizzativo ben fatto e impeccabile svolto dalla società Blue Marlin di Roma, i concorrenti hanno dovuto affrontare una pescata tecnica, non c’è stata la solita mattanza di pesce che solitamente si riscontra in un carpodromo, e la pesca è stata sviluppata sulle distanze dei 20 e 30 metri circa.

I concorrenti hanno dovuto rispettare i limiti imposti di lancio con distanza minima di 12 e massima di 35 metri.

Nella prima prima prova la spunta il piemontese Ionut Baciu del Fishing Club Torino con 22270 punti seguito dal romagnolo residente in zona Cesena Gianluca Cecchi con 22000 punti e in terza posizione staccato di soli 10 grammi da secondo Andrea Mattogno del Team LBF Centro Italia Roma con 21990 punti.

La gara è seguita in prima persona da Gianni Breda che ha dichiarato di essere molto soddisfatto di come procedono le fasi di questa finale.

Nel pomeriggio di domenica 28 aprile si potrà conoscere il nome del nuovo campione. Rimanete sintonizzati su Match Fishig Italia e lo scoprirete grazie ai reportage di Andrea Vagnarelli.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.