Pesca al colpo, la 20enne Zoetti di Castel Goffredo unica lombarda convocata ai mondiali in Olanda

Castel Goffredo  -Ha solo vent’anni l’unica atleta Lombarda convocata per i prossimi campionati mondiali femminili di pesca al colpo, in programma il 21 e 22 agosto a Lelystad, in Olanda. Risponde al nome di Edi Zoetti, è nativa di Asola ma vive da sempre con la famiglia a Castel Goffredo. “Da bambina, mi piaceva molto andare a pescare con lo zio in un laghetto”, confessa Edi. “Poi, crescendo, mi sono dedicata al calcio, arrivando anche ad ottenere buoni risultati, fino ad essere convocata dal Chievo Verona. Ma da quando ho iniziato a lavorare, l’impegno degli allenamenti e delle trasferte ha iniziato ad essere eccessivamente pesante”.

Il caso vuole che la sua antica passione torni a manifestarsi. “Un giorno di autunno del 2014 ero in un negozio di pesca per una commissione: dietro me, entra Davide Garosi, il presidente della società SPSD Lenza Castel Goffredo, che al tempo conoscevo solo di vista. Iniziamo a parlare di pesca e mi invita a provare un allenamento assieme a lui, la domenica successiva. Da quel giorno è tornata forte la mia passione di bambina, e non ho più smesso”.

Due allenamenti settimanali, diverse gare in giro per la provincia e il nord Italia la domenica mattina, Edi raggiunge presto il terzo posto negli Italiani giovanili e diventa una promessa di questo sport, grazie soprattutto agli insegnamenti e ai consigli di Davide Garosi. “La Lenza Castellana, di cui mi onoro di essere il Presidente”, afferma orgoglioso Garosi “conta 35 iscritti e quasi cinquant’anni di attività sportiva, nella quale siamo stati premiati diverse volte per il nostro promettente settore giovanile. I dirigenti della società, così come il sottoscritto, si impegnano molto per far crescere i giovani, rinunciando essi stessi a praticare la propria passione pur di seguirli nelle varie gare nazionali”. Edi viene notata in una di queste dal direttore sportivo della nazionale Maurizio Fedeli e dal vice capitano Gianmarco Ippoliti, che la convocano per le selezioni allo stage presso l’Idrovia di Padova, dove la giovane guadagna e merita la convocazione per i prossimi Mondiali. “Era il mio sogno di bambina, che oggi si avvera. Adesso il mio obiettivo è quello di onorare la maglia azzurra e chissà, forse di salire sul podio. La mia famiglia è orgogliosa del mio risultato e vorrebbe seguirmi in ogni gara, e, ovviamente, pure in Olanda. Ma io preferisco stare concentrata ed affidarmi ai miei allenatori. Mi sa che i miei dovranno seguirmi da casa”. La pesca al colpo è di certo la più seguita delle discipline di questo sport, che è secondo in Italia come numero di affiliati dietro al calcio. Per Castel Goffredo è un onore veder vestire la maglia azzurra ad una delle sue giovanissime atlete: in bocca al lupo, Edi.

fonte https://mantovauno.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.