GRAN PREMIO TUBERTINI DI PESCA IN FIUME

 

Domenica 1 agosto, sulle colline forlivesi, si è svolta la terza edizione del Gran Premio Tubertini, manifestazione di pesca in fiume a box che ha raccolto ben 46 squadre di 5 elementi ciascuna, per un totale di 230 partecipanti, un numero che sempre più difficilmente si realizza in gare di tecniche storiche come la pesca al colpo.

Questa la dice lunga su come questa specialità sia apprezzata, non solo da agonisti romagnoli ma anche da concorrenti provenienti dalle vicine Marche come dal bolognese e da toscani. Il perché di questo successo è sicuramente da ricercarsi nella generosità del campo gara ma anche nella “semplicità” (che non è sinonimo di facilità!) di questa tecnica, che non richiede attrezzature enormi e costose e che si può affrontare anche senza eccessive prove preliminari.

Due parole vanno spese sul campo di gara, quel Bidente/Ronco che è lo storico campo di gara e vera e propria culla di questa specialità e del suo rilancio negli ultimi tre lustri; di tutto questo va dato atto alla Federazione di Forlì e ai tanti volontari che si prodigano regolarmente per la sua tutela e manutenzione.

Venendo alla gara vera e propria, nonostante alcuni nubifragi abbiano interessato la vallata del Bidente nei giorni precedenti, il fiume forlivese si è rivelato strepitoso come sempre, dando vita ad una giornata indimenticabile per pescosità e soddisfazione dei partecipanti, con numerose catture di barbi e cavedani di grossa  e grossissima taglia che hanno regalato grandi e ripetute emozioni ai partecipanti.

Vincitrice della manifestazione la squadra G della Lenza Club L’Airone Tubertini composta da Davide Simoncelli, Andrea Bucci, Marco Paradisi, Emanuele Marchi e Massimo Loreti con lo stratosferico peso di 67,360 kg. Piazze d’onore per Le Aquile Colmic e la Nuova Lenza Club I Fiori Tubertini.

Della formazione vincente fa parte solitamente anche Moreno Ravaglia, noto campione della Lenza Emiliana Tubertini, che quando è libero da impegni agonistici istituzionali si dedica con successo anche a questa specialità; in questa occasione “il Moro” non è stato della partita per impegni di lavoro e i suoi compagni, all’atto della foto della premiazione, con tanto di cartello lo hanno ringraziato della sua assenza che ha permesso loro di vincere con sicurezza la manifestazione!

A corredo della giornata, la Tubertini era presente con uno spazio espositivo in cui sono state presentate le ultime novità in fatto di attrezzature per la pesca in fiume.

 

Angelo Borgatti ( si ringrazia Marzio Ciani per le foto)

3_ Gran Premio Tubertini 2021

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.