REGIONALE CAMPANIA: UN VOLTURNO IN SPLENDIDA FORMA INCORONA IL LENZA CLUB BREZZA!

Due primi e due secondi, per un totale di quasi 33 chili di pescato, per la squadra A del Lenza Club Brezza Italika-MK4 che si impone nella quarta prova del campionato regionale Campania, svoltasi sulle sponde del fiume Volturno, a Capua.

Prima di tributare i doverosi elogi ai ragazzi di Brezza, padroni di casa ed ottimi conoscitori di questo tratto di fiume, è altrettanto doveroso precisare che il Volturno è tornato ad essere un vero campo gara che, quest’anno, non ha fatto registrare neanche una busta bianca.

La presenza di innumerevoli cavedanelli di pochi centimetri, di alborelle, di scardoline, bremette, persino barbetti e delle immancabili carpe, di tutte le dimensioni, fanno presupporre una rinascita della fauna ittica di questo meraviglioso fiume.

L’anno scorso non era andata così e tutti ricordiamo la mancata riproposizione del Volturno per la serie A7, probabilmente per la scarsa pescosità. Il Volturno, invece, si sta riprendendo alla grande, apparendo in ottima forma, specialmente nella gara disputatasi la domenica, nella quale l’assoluto di giornata, Attilio Peluso, della Lenza Napoletana Tubertini, ha fatto registrare oltre 14 chili di pescato! Il sabato, invece, Antonio Festa, dell’Hirpus Avellino Maver, aveva totalizzato oltre 8 chili.

Appare chiaro, comunque, che il Volturno renda al meglio nel caso di acqua non troppo veloce e quando viene sfruttato di più. L’obiettivo, almeno a parere di chi scrive, sarà quello di frequentare maggiormente questo splendido fiume, magari organizzando un numero maggiore di competizioni.

A proposito di organizzazione di competizioni, mi sento in dovere di tributare un enorme elogio alla Società Caserta Alife Lago Gervasio, che è stata a dir poco fenomenale nella pulizia del campo gara.

In pochissimi giorni, gli infaticabili ragazzi di Alife, capeggiati dal solito Giovanni Ricciardi, hanno ripulito tutto il campo gara da erbacce e rovi, provvedendo anche alla creazione di ingressi ogni 3 picchetti! Un lavoro monumentale e faticosissimo di cui il Volturno, effettivamente, aveva bisogno.
Ancora complimenti, quindi, ma soprattutto un sentito grazie!

Ed infine, i complimenti al giudice di Gara Gianni Breda, che ha diretto magnificamente la competizione provvedendo con assoluta celerità alla redazione di classifiche e settori, immediatamente comunicati sulla chat di riferimento.

Tornando alla gara, ed ai vincitori, la classifica di giornata vede, oltre ai già citati ragazzi della Lenza Club Brezza Italica-MK4, padroni di casa, l’Hirpus Avellino Maver, seconda con 10 penalità, che continua a guidare la classifica generale e la squadra B del Fishing Club Pontecagnano Milo, terza con 14 penalità.

La classifica generale vede, ora, sempre al comando l’Hirpus con 51,5 pen., seguita dalla Lenza Napoletana Tubertini, con 63,5, i Gabbiani Colmic, con 67,5, i Pescatori Normanni Maver con 73 ed il Fishing Club Pontecagnano Milo, sq. B, con 74,5, per citare i primi 5.

Quanto alla pesca, appare chiaro che l’obiettivo di tutti i garisti fosse la cattura delle carpe di grosse dimensioni, che da anni popolano questo campo gara, sicuri del fatto che senza un bell’esemplare in nassa, difficilmente si riesce a vincere.

Appuntamento al 2 ottobre, in quel di Ceprano e Falvaterra, per l’ultima prova del Trofeo Campania.

Per Match Fishing Italia
Michele Lozupone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.