Rinnovato l’appuntamento con “Pescare con Fabio ed i suoi amici”

Il 12 novembre ’22 al Parco Laghi di Orvieto si è rinnovato un evento di alto spessore morale e sociale: per l’ottava volta si è tenuta la gara denominata “Pescare con Fabio ed i suoi amici”, riservata ai Diversamente Abili associati con la Lenza Orvietana Colmic Stonfo, ma aperta anche ad altri amici che desiderassero partecipare.

Fin dalla prima edizione la formula ha previsto che ogni coppia fosse formata da un D.A. ed un accompagnatore – pescatore. Naturalmente la Società Orvietana si è premurata di reperire anche un adeguato numero di Soci che aiutassero i D.A. in tutte le operazioni loro necessarie durante l’azione di pesca.

La data dell’evento tanto atteso si era prolungata nel tempo per vari motivi, specie per impegni precedenti che la Lenza Orvietana aveva dovuto rispettare nell’organizzare alcuni eventi di rilevanza nazionale, tra cui il CIS, il Campionato Italiano a squadre, 1^ e 2^ prova a Corbara.

Non appena i Dirigenti del Sodalizio Orvietano hanno individuato una data libera, in questo caso quella del 12 novembre, è stata redatta e diffusa la locandina celebrativa dell’evento ed inviata a tutti quelli che attendevano febbrilmente l’evento del quale occorre comprendere lo spirito profondo che lo anima e lo sorregge: per queste persone cui la manifestazione è dedicata, non si tratta di una semplice gara di pesca , ma assume un significato profondo perché serve loro a ritrovarsi, a rinnovare l’amicizia che li accomuna e che si trasforma in una vera e propria festa.

Il primo, vero coordinatore di tutto ciò è da sempre Fabio Coscia, dal cui nome deriva il titolo della manifestazione. Fabio non è solo una persona splendida, ma anche un agonista con i fiocchi che è stato più volte Campione Italiano nella sua categoria ed è arrivato ad altissimi vertici anche a livello internazionale; quest’anno si è laureato Campione italiano di pesca da natante in mare e vice Campione di pesca da riva.

Dall’alto della sua esperienza coordina mirabilmente i D.A. della Lenza Orvietana e tiene i contatti con gli ospiti.

Veniamo alla gara. Presso la splendida cornice del Parco Laghi, bene condotto da Alessandra e Valerio, alle 8.00 tutti riuniti per le operazioni preliminari, per il montaggio delle canne, rigorosamente lunghe al massimo 9 metri, per la misurazione del fondale, conl’attesa febbrile dell’inizio, avvenuta alle ore 9.00 circa.

Le catture si sono susseguite abbastanza regolarmente e tutti si sono divertiti, a volte anche apostrofandosi con sani sfottò. Alle 11,30 la gara è terminata e si è tenuta la pesatura con pesi che sono arrivati anche quasi a 5 Kg, non pochi considerando che la taglia dei pesci, quasi tutti carassi, non era notevole.

Hanno vinto tutti, dagli organizzatori, ai concorrenti, ai gestori dell’impianto: Alessandra ha anche tenuto un diretta Facebook che, chi lo desidera, può vedere all’indirizzo https://www.facebook.com/ParcoLaghiOrvieto/videos/5604506689644269

Concluse tutte le operazioni, i convenuti si sono recati presso il ristorante “La Barzelletta” a Ciconia (Orvieto), dove, prima di pranzo, si è proceduto alla premiazione. Premi per tutti, anche per gli accompagnatori, ed un premio speciale a Lelia Bellesini, unica ragazza presente ed accanita pescatrice.

Graditi ospiti sono stati Vanni Giorgioni, Presidente del Comitato Regionale Umbria della FIPSAS, Valter Chiari, Presidente del Comitato Provinciale FIPSAS di Terni che ha offerto delle targhe ai primi 3 D.A. classificati, Giampaolo Ricci, Presidente FIPSAS di Grosseto, che ha partecipato anche come concorrente.

Per la presenza costante in manifestazioni di questo genere, la Lenza Orvietana ha offerto una targa di ringraziamento alla Croce Rossa di Orvieto.

Naturalmente, tutte le spese, dalla quota lago, alle esche, al pranzo finale, sono stati offerti, come fin dalla prima edizione, dalla Lenza Orvietana Colmic Stonfo che ringrazia tutti per la loro partecipazione.
Renato Rosciarelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.