CLUB AZZURRO 2012 – 1° PROVA: IN FUGA STEFANO PREMOLI

CLUB AZZURRO 2012 – 1° PROVA: IN FUGA STEFANO PREMOLI

Finalmente l’agonismo che conta è partito!

Agli ordini del giudice di gara Antonio Fusconi, assisitito da Luciano Benassi, a Medelana sul Po di Volano ha avuto inizio  il Club Azzurro edizione 2012, campionato individuale che si snoda su 6 prove al termine delle quali i migliori entreranno a far parte del Gruppo Italia.

Nel ferrarese la giornata di sabato 24 marzo è stata splendida, sia dal punto di vista clima che di pescosità.

Non ci sono stati cappotti, a differenza del vicino Ostellato, e questo lo si era capito fin dalle varie gare di prova dove le bilance in alcuni settori hanno faticato a contenere i pesi realizzati.

Tante breme e di buona taglia hanno risposto alle esche più naturali come il fouillis e il ver de vase.

Si sono visti anche i primi attacchi di siluri pronti a mangiare le breme allamate in azione di recupero.

Andrea Boni, della Lenza Emilina Tubertini, è stato torturato dai siluri per quasi tutta la gara (13 attacchi) così come Maurizio Fedeli del Team Ravanelli Trabucco (7 attacchi) i quali, come altri concorrenti, mentre recuperavano il pesce allamato sentivano forti strattoni alla lenza con l’elastico che si allungava e conseguente perdita del pesce finito nelle fauci.

La gara è stata avvincente, anche il pubblico ha risposto in massa per assistere alla disputa di questa prima manche dove protagonisti erano le 50 migliori lenze d’Italia e lo spettacolo non è mancato.

Inizio gara alle 10:00, termine alle ore 14:00 con la parentesi della pasturazione pesante nei canonici 10 minuti antegara.

Pastura miscelata a terra con integrato il fouillis nella misura che ognuno riteneva più consona.

Innesco rigorosamente il ver de vase.

Con questo tipo di gare l’agonismo italiano sta crescendo tecnicamente avvicinandosi alla cultura agonistica già consolidata da parecchi anni negli altri paesi europei.

Ogni anno che passa i nostri agonisti aumentano l’approccio con la pesca delle breme tanto da essere noi, visto che siamo i Campioni del mondo, lo spauracchio per le altre formazioni straniere.

Cari francesi, inglesi, belgi, ungheresi, è finita la pacchia adesso ci siamo anche noi e credo che nel prossimo mondiale in  Repubblica Ceca l’Italia sarà una tra le squadre più temute.

Ma veniamo al Club Azzurro 2012.

I nomi di prestigio dell’agonismo nazionale si sono impegnati con grandi stimoli  facendo vedere lezioni di grande pesca.

In alcuni settori abbiamo trovato spalla a spalla agonisti della stessa società che per un giorno si sono affrontati da rivali come nel settore dove erano presenti a breve distanza Prandi, Carraro e Ravaglia della Lenza Emiliana.

Ma la sfida interminabile, come da un pò di anni avviene alivello di club nell’Eccellenza nord e nel campionato italiano di società, è tra la Lenza Emiliana e la Polisportiva Oltrarno Colmic, e anche oggi in un settore i due “pugili” della lenza, Simone Carraro, fresco bomber dalle classifiche del Pasinetti, e Francesco Reverberi se le sono suonate a colpi di pesci fino all’ultimo secondo con la vittoria andata al garista della squadra toscana per soli 10 grammi.

Questa è pesca, regolarità e spettacolo, con i migliori a scalare la classifica di giornata.

Il canale nelle quattro ore ha cambiato faccia più volte, con acqua ferma ora e in movimento subito dopo.

Ogni cambiamento andava letto e gestito con lenze idonee e scodellate di terra date solo quando l’umore del pesce lo richiedeva.

Dalle classifiche fornite da Antonio Fusconi, dopo la prima manche, si piazza in testa alla classifica provvisoria Stefano Premoli, protagonista di una grande prestazione.

classifica giornata 1 prova club azzurro seniores 2012

classifica giornata 1 prova stopper club azzurro seniores 2012

classifica settori 1 prova club azzurro seniores 2012

classifica settori 1 prova stopper club azzurro seniores 2012

Al microfono di Match Fishing Premoli ha rilasciato le seguenti dichaiarzioni:

MF: è appena terminata la prima amnche di questo club azzurro che darà l’opportunità ai primi classificati di entarre nel giro della maglia azzurra, emozione che tu hai già assaporato, oggi Stefano ha realizzato un’altra prestazione da protagonista, una bella vittoria di settore e il peso maggiore di tutto il campo di gara, un canale che hai saputo interpretare molto bene da quello che ho potuto vedere…

SP: il campo gara non è stato abbastanza regolare in alcune zone erano localizzati veramente tanti siluri che impedivano un pò la pescata, sicuramente non aver avuto i siluri sotto è stato determinante per fare una bella pescata. Verso la fine sono entrati anche a me ed hanno disturbato un pò la pescata

MF: solita impostazione solito atteggiamneto agonistico o hai dovuto escogitare qualcosa di particolare per questa prova..

SP: è stato il solito approccio alla gara non abbiamo rivoluzionato praticamente niente ho fatto il fondo con la pastura e poi ho sbicchierato 5 palle di terra con il fouillis all’inizio e poi ho alimentato con una certa frequenza nell’arco delle quattro ore.

MF: l’alimentazione l’hai fatta con regolarità e se si che tipo di prodotto hai messo nell’acqua?

SP: per quanto riguarda la tempistica abbiamo rivoluzionato un pò i tempi perchè davo roba ogni volta che mi pareva necessario, a volte ogni quindici minuti a volte ogni cinque minuti, andava interpretato l’uso della coppetta.

MF: la meccanica del prodotto per alimentare?

SP: ho usato della terra PAUWELS con poca bentonite con dentro circa un quarto di fouillis.

MF: molto impongato?

SP: abbastanza bagnato ma non troppo..

MF: ho visto nelle gare di prova montare fili sottili e ami piccoli, pescando con il ver de vase che scelta hai adottato?

SP: durante le prove di questi giorni si era già visto che il canale era cambiato molto, siamo passati da pescate da quattro cinque chili a pescate come quella di giovedi fino anche di 19 chili quindi come fili e ami ho usato ami del 14 – 16 – 18 non più piccoli serie 128 dell’HAYABUSA, fili del 0,9 e 0,10. Mi sono trovato molto bene con elastico da 1 mm 

MF: ho visto sulla rastrelliera diverse punte aperte quale gramatura ti ha reso meglio e che tipo di galleggiante hai usato?

SP: guarda, si era visto durante le prove che l’acqua non rimaneva mai ferma o almeno non aveva mai lo stesso movimento continuava ad abbassarsi, e ad alternarsi, non era sempre uguale, quindi si è dovuto preparare diverse lenze con galleggianti da 2 grammi fino a 12 grammi. Quella che mi ha reso meglio è stata quella da 8 grammi con il nuovo galleggiante SPOILER Colmic e un NAVY da 6 e da 8 grammi. Comunque ne ho girate parecchie anche con 4 grammi ho pescato perchè nell’ultima ora l’acqua era quasi imballata.

NF: Nelle quattro ore di gara ci puoi dire quanti pesci hai caturato e che peso realizzi?

R: si guarda nella prima ora ho fatto 30 pesci, 20 nella seconda, 13 nella terza e 10 nella quarta per un peso totale di kg. 13,680.

MF:Bene chi ben comincia…..

SP: meglio non dire niente…

MF: allora in bocca al pesce!

SP: Grazie.

A tutti i partecipanti ci sentiamo di inviare un caloroso applauso per la prestazione atletica a cui sono stati esposti e per lo spettacolo offerto.

A Medelana era presente il pubblico delle grandi occasioni e tra questi campioni illustri come Andrea Fini.

..maremma m….. un vedo nulla, uei ragassi se non vi spostate scendo e vi faccio vedere, maremma m…….

“vieni giù bel nerone che ci facciamo una passeggiata …che du balle con sti pesci!”

LO STADIO DELLA PESCA

E ADESSO, I PROTAGONISTI!

IL CAMPIONE STEFANO PREMOLI, SFODERA UN’ALTRA GARA PERFETTA!

LA BELLA PESCATA DA 1° ASSOLUTO DI GIORNATA DI STEFANO PREMOLI

SIMONE CARRARO NONOSTANTE ALCUNI MESI DI FERMO PER PROBLEMI FISICI PARE STIA TORNANDO ALLA GRANDE!

10 GRAMMI CHE FANNO VENIRE IL BUON UMORE, QUELLO CHE SI PROVA DOPO UNA VITTORIA.

IL PICCHETTO DI REVERBERI TRA GLI ALBERI

SIMONE CARRARO CON UN’ALTRA CATTURA

UN’ALTRA ANCORA

LE LENZE TARGATE LENZA EMILIANA TUBERTINI

IL GRANDE VEZ, GIA’ VINCITORE DI UN CLUB AZZURRO NEL 2010

VEZ ALLA PASTURAZIONE CON ATTREZZO YUKI

UN BEL PESCE MA NELL’ULTIMA ORA LE MANGIATE SI SONO RAREFATTE

LAURENTINI IL FIDO SCUDIERO DI ANDREA FINI

E QUESTO E’ ANDREA GELLI DELLA VALDERA

 

STEFANO AURELI DEL RIMINI MIRAMARE CI MOSTRA I NUOVI GALLEGGIANTI MAVER

MARCO GENOVESI IMPEGNATO CON UNA BELLA CATTURA

PIERPAOLO BARILLI AL SUO ESORDIO NEL CLUB AZZURRO CHIUDE CON UN BEL TERZO

IL GRANDE EMILIO COLOMBO ALIAS MILO SEMPRE PRESENTE NELLE GARE CHE CONTANO

UNA BELLA CATTURA

IL NOSTRO SIMONE RAVIZZA DELLA SAN GIULIANESI STUPEFACENTE PRESTAZIONE LA SUA, BRAVO!

STEFANO BOSI TEAM RAVANELLI

GIULIANO PRANDI E IL SUO MANEGER TECNICO FRANCO GALLIANI

 

DUELLO IN FAMIGLIA TRA PRANDI E RAVAGLIA

LE VELE DI GIANCARLO ARMIRAGLIO TARGATE HYDRA

IL COPRI SECCHIO HYDRA MOLTO PRATICO PER QUESTO TIPO DI GARE

 

EDDY MIOZZO SEMPRE IN PESCA

MICHELE NARO DEL TEAM BAZZA

PAOLO CAUZZI DEL TEAM RAVANELLI OGGI UN BEL PRIMO DI SETTORE

 

 

 

DA ROMA ROBERTO ORECCHIA

IL NEFA ESTERNO DI CAMPO GARA TRA GLI STOPPER E PRIMO DI SETTORE

OPERAZIONI DI PESATURA DA PARTE DEI GIUDICI DI GARA

ANDREA GELLI E LA SUA PESCATA

ALESSANDRO BRUNI

PIERPAOLO BARILLI

SIMONE RAVIZZA

 

IL CAMPIONE DEL MONDO ANDREA FINI E IL RE DEI BARBI DEL BIDENDE DAVIDE GALEOTTI DI MATCH FISHING

ECCO I PRODOTTI UTILIZZATI DA

STEFANO PREMOLI

AMI HAYABUSA 128

Amo leggerissimo, con micro ardiglione ideale per la pesca in canale a carassi e bremes.

E’  l’amo perfetto per l’innesco di ver de vase per insidiare prede di media e grossa taglia.

TERR A DI SOMMA PAUWELS

E’ una terra di somma molto particolare, sottilissima. Si mantiene soffice e si riesce a setacciare anche dopo che è stata inumidita ulteriormente. Può essere impiegata da sola oppure può essere aggiunta alle pasture per appesantirle e per aumentare il loro potere attrattivo creando un tappeto sul fondo dove i pesci amano grufolare nella ricerca delle esche. Viene proposta in colore naturale (nocciola chiaro) e nella versione black per acque chiare e pesci molto diffidenti.
Buste da 2kg.

GALLEGGIANTI SPOILER E NAVY

L’esclusivo design è stato studiato per consentire la massima penetrazione in acqua. Con una forte corrente riesce a mantenere un assetto stabile. Antenna realizzata in plastica, deriva in acciaio. Disponibili nelle seguenti misure:
0,50-0,75-1-1,5-2-3-4-5-6-8-10-12-15-20-25-30-40-50.

IN PRIMO PIANO I NUOVI GALLEGGIANTI SPOILER VELA DELLA COLMIC PERFETTI E VINCENTI SUL PO DI VOLANO

ELASTICI EL.SPIDER GUM COLMIC

Trattato con speciale lubrificante che permette il rientro della vetta dopol’allungamento, i colori particolarmente vivaci permettono di vedere la direzione presa dal pesce.
ELB310 1,00 mm – nero
ELB312 1,20 mm – giallo
ELB314 1,40 mm – rosa
ELB316 1,60 mm – blu
ELA318 1,80 mm – verde
ELA321 2,10 mm – nero