IN SERIE A CESENA C’E’: CON LA PESCA SPORTIVA!!

IN SERIE A CESENA C’E’: CON LA PESCA SPORTIVA!!

Lo sport della pesca non appare al grande pubblico come può essere per altri sport come il calcio.
E’ uno sport che si svolge in silenzio, lontano da occhi indiscreti, a contatto con la natura lungo fiumi o canali.
Non tutti sanno che Cesena è una città che vanta molti estimatori di questo sport, nati e cresciuti sportivamente lungo le sponde del Savio cittadino, accomunati da una passione che non si dissolve nemmeno quando i sacrifici superano il divertimento.
I tanti pescatori che amano lanciare la lenza hanno poi costituito dei Club con i quali partecipano a campionati veri e propri organizzati dalla Federazione nazionale di pesca sportiva e attività subacquee.
E’ il caso di alcune Società di pesca del cesenate che da alcuni anni partecipano al massimo campionato di serie A di pesca al colpo in acque interne, niente a che fare con il mare, come il Gruppo Pescatori Sportivi di Gambettola, la Lenza Club Borellese, l’Associazione pesca Città del Rubicone di Savignano, il Team Le Aquile di Forlimpopoli, il Gruppo pesca Valloni di Cesenatico e l’ Amo Forlivese di Forlì. Seguono poi altre Società di pesca che partecipano a campionati minori.
Ogni domenica all’alba le squadre formate da quattro persone ciascuna, partono con le auto stracariche di attrezzature da pesca, canne, panieri, borse piene di accessori, borse porta nasse per conservare il pesce vivo, etc. per recarsi sui luoghi dei raduni di pesca, di solito in una grande piazza di qualche città per raccogliere diverse centinaia di pescatori, i quali dopo le operazioni di sorteggio dei posti di pesca, si spostano lungo gli argini del fiume o del canale prescelto per pescarvi tre ore di fila.
L’ultima gara di serie A ad esempio è stata effettuata su un canale di bonifica chiamato Cavo Lama situato nelle sperdute campagne tra Modena e Mantova, mentre la prossima gara di serie A si svolgerà sul bellissimo fiume Mincio a Peschiera del Garda.
Il campionato di serie A è suddiviso in gironi per aree geografiche (parte della nostra regione è accomunata al veneto), ed è partecipato, per regolamento, da ottanta squadre che cercano a suon di catture di pesci di raggiungere le prime quaranta posizioni per evitare la retrocessione nei campionati sottostanti a livello regionale.
Le nostre formazioni attualmente stanno occupando le posizioni di metà classifica.
In tutta la provincia di Forlì e Cesena sono alcune migliaia le persone che si dedicano a questo sport; molti preferiscono il lago, altri solo il torrente o il fiume, altri ancora il mare o i canali.
Una marea di persone che fa diventare questo sport, anche se non sembra, uno tra i più praticati dopo il calcio.
Mancano però gli impianti sportivi per far avvicinare i più giovani alla pesca.
I pescatori, infatti non hanno bisogno di palestre, piscine o campi da calcio ma semplicemente di un pezzo di fiume sicuro dove potersi cimentare fin da piccoli imparando non solo a pescare ma anche a rispettare la natura e a conservarla.
Per questo riproponiamo l’idea di creare un vero impianto sportivo acquatico polivalente collocato nel tratto cittadino del fiume Savio tra il ponte vecchio e quello della ferrovia.
Sarebbe interessante al riguardo conoscere il parere degli amministratori locali.
Alessandro Scarponi FIPSAS Forlì-Cesena
18 giugno 2003

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.