SERIE A 2: L’APOTEOSI DEL G.P.S.


UN GRANDE MAURO BROLLI TRASCINA ALLA VITTORIA IL GPS SANTARCANGELO

Le due gare del Veneto che tanto avevamo ripudiato nelle previsioni alla fine sono state quelle che ci hanno regalato “l’orgasmo”.
Facciamo chiarezza: dal 2005 i campionati agonistici di serie A vengono eliminati e al loro posto ci sarà una SUPER ELITE.
La crema dell’agonismo raggruppato in un unico campionato nazionale e udite udite signori la da oggi ci siamo anche noi del GPS. Stavolta l’abbiamo fatta grossa al nostro Presidente il quale senza rendersene conto si trova a guidare una Società con una squadra che scriverà il suo nome nella storia prestigiosa dell’agonismo italiano. Se non cambia qualcosa.
Ma veniamo alle cose terrestri. Sabato 17 luglio 2004 gara di riserva della prova annullata in Cavo Napoleonico. Pescano Scarponi e Sama in canale delle Regate e Brolli e Merli nel canale Idrovia. Sono 16 le penalità grazie alle quali miglioriamo la classifica di una posizione da 15° passiamo a 14°.
Domenica 18 luglio 2004: ore 10 prende il via la quinta prova pescano Sama e Zavoli in regate e Merli e Brolli in Idrovia e alla fine sono 11 penalità.
MADOOONNAAA!!!!!
Dalla prima verifica telefonica arrivavano 9 punti in due Sama e Zavoli poi arrivano anche i due punti di Merli e Brolli e alla fine sono state 11 penalità.
Botta di conti: siamo nelle prime dieci, no quelle davanti hanno fato tutte bene. La Lenza Emiliana cinque punti al sabato e cinque punti alla domenica; W i marziani.
Siamo fuori peccato. Poi circolano altre voci, il regolamento dice che chi ha tre squadre deve rinunciarne a una. C….!! Da dodicesimi passiamo undicesimi. Ma quante squadre entrano in Super Elite? 11 !
Allora GOOODOOO!!
Ci siamo anche noi, è vero non è vero, ci siamo ci siamo!.
Il telefono ha lavorato in continuazione per più di un’ora.
La Tim ci darà un premio sicuramente. Insomma arriviamo undicesimi ed insieme ai ragazzi delle Aquile nel 2005 saremo gli unici rappresentanti della Provincia di Forli e Cesena a far parte della Super Eccellenza. E pensare che nel 2003 eravamo retrocessi.
In fondo anche l’Arezzo Calcio è stato ripescato nel 2003 dalla C 2 e quest’anno ha raggiunto la promozione in serie B.
E allora cosa abbiamo noi di meno dell’Arezzo. Quest’anno tutto ha girato per il verso giusto e poi noi avevamo il turbo in squadra. Ecco questo è il suo nuovo soprannome TURBO MERLI. BROLLI “MUFLO O CINGHIALE”, ZAVOLI “MARMITTA” SAMA “CT” E IO ? Ma parliamo di cose serie. Due sottolineature: La prima se la merita MERLI LUCA il quale dopo il pauroso incidente ha collezionato una serie di primi di settore che va a finire che qualche Milan della pesca ce lo frega. La seconda riguarda Brolli perchè dopo il brutto dieci del Cavo Lama ha patito quindici giorni di agonia, ha trovato la forza di risollevarsi chiudendo la prima parte del campionato con un terzo e un primo di settore TERRRRIBBBBILE!!.
Poi nella pesca per vincere ci vuole anche fortuna. Brolli ha trovato due esterni che non sono tanto diversi dalla fortuna avuta da Francesco Casini della Lenza Emiliana il quale in Regate, il sabato a spalla di Scarponi, nella prima passata ha preso una Breme da 1,5 kg facendo il primo con quella; se invece fosse stata una bremetta di due etti? Bene Scarponi con il suo campionato regolare 5-4-1-3; Bene Zavoli al suo primo anno di esperienza che migliorerà in futuro; bene Sama che ha portato acqua preziosa al mulino GPS con il terzo di Anita e il quinto finale delle Regate. Adesso ci aspetta Pozzolo e poi gran finale ad Ostellato.
Poco importa la storia del GPS è già stata scritta.
Viva il GPS Santarcangelo.
Serie A2: PADOVA IDROVIA E REGATE

DOMENICA 18 LUGLIO 2004
Zona = A Settore = E IDROVIA ZONA CAVALLI
1 Brolli Mauro GPS Santarcangelo Trabucco FO A 5800 1
2 Tonelli Emanuele La Fenice Perla Verde RN B 2760 4
3 Bottoni Daniele Cann.Estensi Milo FE B 2690 5
4 Martelli Andrea Castelmaggiore Hydra BO B 2070 8
5 Miozzo Lucio River Club Milo PD B 3670 2
6 Minghelli Francesco L.Emiliana Tubertini BO D 2490 6
7 Malaguti G.Carlo Crevalcorese Milo BO B 650 10
8 Lorenzetti Vanni Casaleonese Colmic VR A 3570 3
9 Bosi Stefano Team Sarfix Dilett.ca BO A 1870 9
Crepaldi Matteo C.C.Adria Milo RO A 2430 7

Zona = B Settore = F IDROVIA ZONA CLUB AZZURRO
1 Faccani Aldino L.Romagnola Casini RA A 1950 8
2 Barbieri Daniele Team Sarfix Dilett.ca BO A 4780 2
3 Gherbin Piero Patavium Trabucco PD A 3580 4
4 Reggini Andrea Team 3000 SM A 1210 9
5 Pavan Alessandro Castelmaggiore Hydra BO C 3810 3
6 Fortini Claudio Crevalcorese Milo BO D 2590 7
7 Sisti Gabriele Lenza Po Tubertini FE A 500 10
8 Merli Luca GPS Santarcangelo Trabucco FO A 6890 1
9 Polesi Andrea L.Emiliana Tubertini BO B 3010 6
Dina Aurelio Pescatore Milo FE A 3110 5

Zona = C Settore = C REGATE ZONA A MONTE
1 Martinello Arrigo Patavium Trab.co PD A 1580 3
2 Bordin Moreno Castelmaggiore Hydra BO D 1020 4
3 Manzolillo Cono Belluria Sarfix RN A 660 6
4 Riccardi Andrea Dogana Milo SM B 1600 2
5 Turri Daniele P. S. Verona Sarfix VR A 300 9
6 Sama Massimo GPS Santarcangelo Trabucco FO A 680 5
7 Boccofogli Franco Cann.Estensi Milo FE A 540 7
8 Favalini Riccardo L.Casalecchiese Tubertini BO A 1680 1
9 Ivorio Armando L.Romagnola Casini RA A 400 8
Bacciglieri Alfredo Crevalcorese Milo BO D 160 10

Zona = D Settore = A REGATE ZONA A VALLE
1 Bertazzini Michele Castelmaggiore Hydra BO B 0 10
2 Bonatti Fabio L.Emiliana Tubertini BO B 350 5,5
3 Ceroni Livio Team Sarfix Dilett.ca BO A 1140 2
4 Bortolan Matteo C.C.Vicenza AF Sport PD A 770 3
5 Gilli Massimo Crevalcorese Milo BO A 330 7
6 Pellegatti Tiziano Gar. Dario Maver FE B 1770 1
7 Coverini Emilio Tucano Colmic RA A 350 5,5
8 Zavoli Oscar GPS Santarcangelo Trabucco FO A 630 4
9 Salgarella Fabrizio C.Sandonatesi Colmic VE B 280 8
10 Casali Massimo Serravalle Maver SM A 190 9

IL COMMENTO AL CAMPIONATO DEL G.P.S. SANTARCANGELO

Dopo questa prova, la quinta per la serie A2, sono iniziate le verifiche per capire quali squadre, le prime otto, avrebbero partecipato alle finali autunnali in programma in tre distinti Week end ad Umbertine, Fissero e Arno.
Se il sabato con 16 punti avevamo chiuso in 14°ma posizione la curiosità di capire con 11 punti dove eravamo andati a finire era davvero tanta. Ci allettava l’idea di essere tra le prime otto squadre del campionato, non perché cullavamo idee anormali, siamo consapevoli dei nostri limiti dilettantistici, ma perché in fondo si gareggia per stare davanti a qualcun altro, in qualche classifica, e perché quando si fa la serie A la si fa perché si ha dell’ambizione e quando si è la, con la canna in mano, non si guarda in faccia a nessuno.
Scopriamo infatti che non siamo tra le prime otto, servivano tre penalità in meno, ma va bene lo stesso.
Con sorpresa invece scopriamo che siamo dentro ad una fantomatica SUPER ELITE della quale non avevo mai sentito parlare prima in virtù della nostra 12°ma posizione che poi diventa l’11°ma perché la Squadra del Team Bazza che ci precede ne ha già due ed il regolamento dice che più di due non se ne possono avere. Ma da dove è uscita questa Super elite? I più informati dicono di una decisione dei vertici federali assunta a campionato in corso dopo l’assemblea di Pistoia di qualche mese fa.
La cosa non è che mi sfagioli molto, anche perché qualcuno dice che si dovrà andare a gareggiare in giro per tutta l’Italia. Mah!! Premesso che non è solo una questione di soldi, per Foschini e Macrelli forse si che hanno la cassa in mano, il problema è la formula cioè, per fare una gara di tre ore si dovrà andare via, in certe occasioni, il venerdì, e a lavorare chi ci va la moglie? Adesso vedremo come andrà a finire anche perché sento già diversi mal di pancia in giro e la pressione sta crescendo, soprattutto da parte di coloro che sono rimasti esclusi dalle prime 11 in classifica. Forse qualche modifica alla fine la potrebbero fare.
Adesso pensiamo ad andare a vincere la gara di Bozzolo, a settembre, e poi anche quella di Ostellato! Certo ho detto vincere perché dopo quello che abbiamo fatto a Padova tutto ci è permesso e senza certi squadroni tra le p…. tutto può accadere. Noi a Pozzolo, a differenza di altri Club, ci andremo senza l’ansia di dover far bene per forza. Quest’anno a doversi salvare nelle ultime due gare sono altri. By By.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.