INTERNATIONAL FISHING 2008: VINCE RICCARDO GALIGANI

Sulle rive del Tevere si è svolto sabato 11 e domenica 12 novembre una gara di pesca al colpo di alto livello alla quale hanno partecipato 120 garisti distribuiti lungo le sponde del fiume nei tratti tradizionali del campo di gara.
La manifestazione sportiva è stata interessante e gradevole grazie alla presenza di diversi campioni di pesca di livello nazionale e di alcuni arrivati per l’occasione dall’Inghilterra e alle condizioni del clima ancora una volta amico dei pescatori regalando anche al numeroso pubblico presente due giornate da ricordare.
Ecco alcuni nomi che danno meglio l’idea di quanto prestigio è riuscito ad assumere anno dopo anno questo torneo: Emilio Colombo, Umberto Ballabeni, Riccardo Galigani, Amadori Gilberto, Barbetta Gian Piero, Bergonzoni Werther, Solfanelli Marco, e dall’Inghilterra Alan Scotthorne, che ha nel suo palmares 5 volte il titolo di campione del mondo, Brade Pittmass, e Simon Wilsmore.
La prova del sabato è stata interessante; il pesce, carpe e cavedani, ha fatto la sua parte regalando pesi notevoli anche vicino ai dieci chilogrammi.
Alcune carpe hanno fatto la differenza per la vittoria del settore e addirittura qualche esemplare ha fatto superare l’ago della bilancia oltre i cinque chilogrammi di peso.
La prova della domenica è stata la fotocopia di quella del sabato e anche l’organizzazione, ben gestita dall’instancabile Sandro Zucchini, è stata impeccabile.
La tecnica utilizzata dai garisti nelle tre ore di gara, che ha visto il “giù le canne” al colpo del razzo pirotecnico alle 10,30 al sabato e alle 10 la domenica, è stata la roubasienne a 14,50 metri pescando al centro del fiume per poi passare nell’ultima mezz’ora sulla sponda opposta con la canna inglese.
Lenze molto sottili imposte dalla limpidezza delle acque montate con galleggianti da 0,20 a 0,50 grammi con finali del 0,7/0,8 con ami rigorosamente sopra al n° 20.
Amo innescato con bigattini e caster mentre la pasturazione è stata fatta con bigattini incollati e qualche fiondata di canapa alternata ai bigattini senza colla.
Il pesce come detto ha ben reagito alla “carne” offerta dai concorrenti e da conti fatti in due giorni sono finiti in fiume circa 480 chili di bigattini; Un pranzo ben gradito da questi pinnuti umbri bisognosi, in questo periodo dell’anno, di incamerare calorie per fronteggiare il rigido periodo invernale ormai alle porte.
Per la cronaca la gara la vince Riccardo Galigani Società Longobardi Milo capace di vincere il suo settore sia nella gara del sabato come in quella del giorno dopo con il ragguardevole peso di kg 15,020.
RICCARDO GALIGANI (TEAM LONGOBARDI MILO) PREMIATO DA ALAN SCOTTHORNE

Il secondo classificato è Cerisoli Alessandro Società Long Stone Fishing Milo con altrettanti due primi di settore con il peso di kg. 10,720;
il terzo classificato è stato Aureli Gino Società Alap Lucca con 2,5 penalità ed il peso di kg. 8,680.
Della provincia di Forlì Cesena i migliori garisti sono stati Zavoli Oscar del Team GPS Santarcangelo giunto 8° assoluto in classifica finale e del forlivese Amadori Gilberto che gareggia per il Team Oltrarno Firenze giunto 9° assoluto in classifica finale.
Il montepremi assicurato dalle iscrizioni e dagli sponsor è stato interamente destinato ai pescatori con le premiazioni effettuate a fine torneo davanti il negozio di pesca di Sandro Zucchini.
I commenti a fine gara sono stati positivi da parte di tutti i concorrenti, e questo lascia presagire che anche il prossimo anno sarà una festa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.