CAMP. PROV.LE INDIVIDUALE: DOMINA SEMPRE ZAVOLI OSCAR

Canale Circondariale di Anita:
Domina Zavoli Oscar


ZAVOLI IN PESCA

Domenica 22 giugno 2008 ad Anita sulle acque del Canale Circondariale si è disputata la terza prova del Campionato provinciale individuale di pesca al colpo di Forlì-Cesena.
E’ stata finalmente una bella domenica di pesce e di sole che ha rivalutato la credibilità di questo canale dopo le delusioni patite dai garisti nelle gare delle domeniche precedenti.
I pescatori romagnoli, in questa competizione, hanno utilizzato la tecnica di pesca a roubaisienne alla lunghezza massima consentita di 13 metri.
Che il pesce fosse ben disposto a mangiare le esche dei “cannisti” lo si era capito già dalla gara di prova del giorno prima nella quale in molti hanno superato la soglia dei 10 chili di pescato.
Alle 8,30 è arrivato l’inizio gara e le prime abboccate non si sono fatte attendere.
Ad attaccare le lenze hanno iniziato per prime le breme e dopo un po’ sono entrati in zona pesca anche i grossi carassi.
Il pesce come detto si è preso, anche se in modo non omogeneo.
Chi al sorteggio ha avuto il picchetto favorevole ha potuto sfruttare qualche abboccata in più.
Purtroppo la salvezza e la rivalutazione di questo canale, che rimane pur sempre uno tra i più belli d’Italia, passa attraverso una adeguata manutenzione.
Tutti sperano che i lavori, per i quali sono stati stanziate somme cospicue, inizino quanto prima.
Della gara del Campionato provinciale che dire, domina ancora una volta Zavoli Oscar, profondo conoscitore di questo canale, il quale non si fa scappare la vittoria di settore grazie alla quale riesce a conquistare anche la vetta della classifica progressiva con 5 penalità.
A Zavoli chiedo un commento sulla sua gara: “ ho pescato a roubaisienne con una lenza da 0,50 grammi ben appoggiato con l’esca sul fondo. La gara l’ho vinta nella seconda parte quando, sulla fiondata continua di bigattini, sono riuscito a far entrare molti pesci che mi hanno fatto vincere il mio settore. In ogni caso per stimolare il pesce ad attaccare l’esca dovevo far muovere l’esca sul fondo con piccoli spostamenti laterali della canna. In questo modo i pesci vedendo l’esca muoversi la attaccano per mangiarla. Ho usato pastura Trabucco tipo Supreme addizionata con germogli di canapa e mais. Adesso che sono in testa al campionato, ad una sola prova dal termine, cercherò di prepararmi al meglio per riuscire a diventare campione provinciale individuale per la terza volta”.
I big che si contendevano la testa della classifica, prima della gara di Anita, non sono riusciti a mantenere il passo di Zavoli anche se lo seguono a ruota in un margine di pochissime penalità.
PISCAGLIA Luca è secondo con 6 penalità a pari merito con ZANI Maurizio, MAZZOLI Giuseppe e GIROMETTI Giacomo.
Battuta d’arresto per Trevisani Marco che segue il gruppo dei fuggitivi con 7 penalità il quale pur catturando molti pesci ha la sfortuna di perderne alcuni determinanti per il piazzamento di settore.
In ogni caso c’è da dire che la competizione per conquistare le prime dieci posizioni assolute finali, che daranno diritto a partecipare al prossimo campionato italiano individuale, è molto combattuta e difficile da pronosticare.
L’ultima prova del campionato si svolgerà domenica 20 luglio sul campo gara del fiume Tevere ad Umbertide in provincia di Perugia.
E qui per insidiare i grossi cavedani e le carpe servono due requisiti fondamentali la classe e la forza. Chi saprà interpretare al meglio quest’ultima prova diventerà sicuramente il nuovo campione provinciale 2008.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.