CAMPIONATO DEL MONDO 2008: LA REPUBBLICA DEL TITANO SVETTA SUL PODIO

Il campionato del mondo per nazioni di pesca al colpo si è concluso come già riferito sulle pagine di questo giornale con la vittoria dell’Inghilterra, al secondo posto la Repubblica di San Marino e al terzo posto l’Italia.
Il canale navigabile di Spinadesco è stato il campo di gara prescelto dalla Federazione Italiana che organizzava l’evento.
I commenti sul campo gara sono stati positivi: buona la pescosità con una media vicina ai 4500 punti a concorrente.
Cosa ci fa il piccolo Davide (San Marino) in mezzo ai due Golia (Inghilterra e Italia)?
La risposta a Ercole Bologna Commissario Tecnico della nazionale della Repubblica di San Marino:
“questo è un podio stupendo, abbiamo battuto la nazionale padrona di casa e abbiamo fatto sentire il fiato sul collo ai mostri sacri dell’Inghilterra. Per noi questa prestazione ci ha fatto provare un’emozione indescrivibile perché è la prima volta che saliamo sul podio di un mondiale di pesca per nazioni. Ci eravamo arrivati solo un paio di volte a livello individuale. Questo è un risultato storico per una piccola Nazione come la nostra, un emozione incredibile che non potrò mai più dimenticare. Posso dire che abbiamo partecipato al miglior mondiale degli ultimi anni sia per l’organizzazione che per la pescosità. Arrivare sul podio per la medaglia d’argento e vedere tanti fans che applaudivano la nostra prestazione ha fatto venire i brividi alla schiena. Forse gli inglesi sono maggiormente abituati a gestire questo tipo di emozioni perché vincono spesso ma per noi è stato un’evento unico e storico. Il campo di gara l’avevamo studiato molto bene durante le sessioni di prova. I pesci hanno risposto positivamente alla nostra impostazione di pesca e così siamo riusciti a fare un gran bel risultato. I ragazzi hanno pescato tranquilli nonostante l’emozione iniziale e le direttive che avevo impartito sono state applicate alla lettera. Abbiamo pescato le carpe con l’esca ben appoggiata sul fondo e abbiamo usato fili e ami non troppo sottili per evitare brutte sorprese con il pesce di taglia.
Adesso godiamoci questo successo e poi penseremo al prossimo Campionato del mondo che si svolgerà nel 2009 in Olanda. Non ci saranno più carpe e carassi da prendere ma breme e gardons. Andremo in Olanda per fare bene. Ma adesso pensiamo a questo risultato unico, storico, memorabile e a far sventolare alta la bandiera bianca azzurra della Repubblica del Titano”.

(Ercole Bologna con un grosso cavedano)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.