CAMP. ROMAGNOLO BOX CANALE OSTELLATO

19 LUGLIO 2009 OSTELLATO COVATO
CAMPIONATO ROMAGNOLO BOX CANALE
LE BREME DI OSTELLATO NON VANNO IN VACANZA

Dopo diverse domeniche trascorse a gareggiare nei vari campionati su campi di gara che hanno impegnato molto sul piano tecnico ma hanno regalato poco pesce sul piano del divertimento ecco finalmente un canale che riporta a galla la voglia di pescare.
Stiamo parlando del Circondariale di Ostellato che scorre all’interno delle Oasi Vallette il quale ha saputo offrire il meglio di se con tante catture di breme che hanno soddisfatto i partecipanti.
Una competizione, quella andata in onda la mattina del 19 luglio, perfetta dal punto di vista climatico e altrettanto per quanto riguarda il pescato.
Certo non si saranno realizzati i super pesi che abitualmente si fanno nel periodo primaverile ma comunque diversi chili procapite stanno a dimostrare che la breme anche in estate è un pesce che non va in vacanza.
Gli agonisti romagnoli delle province di Rimini, Forlì Cesena e Ravenna si sono dati appuntamento per una gara a box da quattro concorrenti per settori da cinque occupando il tratto dal picchetto n° 1 a salire.
Oltre cento garisti si sono sfidati utilizzando il “palo” a 13 metri e ne è venuta fuori una bella gara.
L’inizio è stato dato alle 8,30 senza permettere i cinque minuti per la pasturazione che abitualmente sono riservati nelle gare di alto livello.
Non sarebbe male se la Federazione rendesse obbligatoria, dal prossimo anno, questa prassi per uniformare i criteri nelle varie competizioni di ogni ordine e grado.
In ogni modo la gara ha vuto il solito copione che ogni concorrente ha rispettato fedelmente.
Inizio gara pasturazione a mano con lancio di 10-12 bocce di pastura più o meno integrata di terra e bigattini (vivi o morti) e partenza con lenze adeguate al movimento dell’acqua.
La prima parte della gara imponeva una lenza da 0,50 grammi per passare a lenze ancora più leggere quando l’acqua si è praticamente fermata.
C’è chi ha deciso di pescare ad una lunghezza di 11 metri facendo il fondo a quella distanza e a ragion veduta il pesce è stato catturato come a 13 metri.
D’altra parte il tratto di canale oggetto di dragatuta si presta per pescare a quella distanza mentre nel tratto dei numeri alti è preferibile pescare subito a 13 metri.
La tecnica della pasturazione che ha reso di più è stata quella con l’ausilio della scodella fatta eccezione per il fondo iniziale.
Infatti il pesce sembrava disturbato, durante la gara, dalle bocce lanciate a mano e così chi ha alimentato tutta la gara evitando di fare rumore è riuscito a tenere il pesce in zona pastura per molto tempo.
La lenza usata è stata la classica da breme: partenza con appoggiato quasi tutto il finale da 25 centimetri sul fondo con amo del 16 sul quale innescati 2 o 3 bigattini.
Quando il pesce mostrava segni di nervosismo, captabili con pause lunghe oltre misura, occorreva affinarsi sia con il filo sia con l’amo e soprattutto la lenza voleva essere appoggiata qualche centimetro in più sul fondo.
L’ideale, come nel mio caso personale, era riuscire a trovare una leggera pendenza del fondale nel tratto tra 11 metri di canna e 13 metri perchè avevo notato che lanciare la lenza in fuori, quando si appoggiava sulla parte in pendenza del fondale e richiamata con leggeri inviti, il galleggiante partiva con decisione.
La gara ha avuto settori vinti con pesi importanti come nel caso del Team Le Aquile di Forlimpopoli con la squadra formata da Valbruccioli Massimo, Cola Maurizio, Camporesi Fabio e Silvani Ivan ha realizzato oltre 36 chili di breme anche se va detto che hanno avuto un pò di fortuna nel sorteggio del picchetto pescando l’A1 esterno del campo di gara.
Altri settori sono stati vinti con meno peso ma comuque in generale sono state fatte buone pescate.
La gara ha avuto due volti: nella prima parte molti garisti hanno fatto fatica ad entrare in pesca non riuscendo a trovare il pesce con regolarità mentre nella seconda parte la mattanza c’è stata quasi per tutti.
Insomma una bella domenica di pesca che ha fatto bene al morale e alla salute, un antipasto delle gare più impegnative che si svolgeranno da settembre in avanti su questo canale e che interesseranno la finale del campionato italiano e la serie A2.

ECCO I VINCITORI DI OGNI SETTORE (1° E 2° CLASSIFICATO)

Settore: A
Valbruccioli Massimo A.P.S. Le Aquile Colmic FO B 36.430
Cola Maurizio
Camporesi Fabio
Silvani Ivan

Brolli Mauro A.S.D. Città Del Rubicone Daiwa FO C 28.930
Scarponi Alessandro
Masinari Claudio
Mariani Rocky

Settore: B
Pacini Giuseppe A.S.S. Amo Santarcangiolese Maver FO B 22.580
Bianchi Alberto
Vannucci Oscar
Ponti Luca

Fabbri Max S.P.S. Il Tucano Colmic Nuova Europa RA A 15.420
Niccolini Silvano
Coverini Emilio
Reali Gianfranco

Settore: C
Liverani Franco S.P.S. Val D’Amone Tubertini RA A 18.620
Bubani Ivo
Solio Ivano
Liverani Leopoldo

Rocchi Tino A.P.S. Le Aquile Colmic FO C 15.990
Sternini Luciano
Amadori Carlo
Rossi Roberto

Settore: D
De Lorenzi Riccardo A.S.D. Città Del Rubicone Daiwa FO A 21.810
Fabbri Fabio
Bersani Valerio
Della Motta Piero

Barnabe’ Graziano S.P.S. Val D’Amone Tubertini RA B 16.520
Gualtieri Maurizio
Nicoletti Antonio
Brunetti Graziano

Settore: E
Rossi Angelo A.P.S. Le Aquile Colmic FO A 18.060
Farneti Annibale
Tamburini Andrea
Bagattoni Giuseppe

Leonardi Antonio S.P.S. Red 90 Maver RA A 11.740
Visani Mauro
Faitanini Nicola
Giorgi Fabrizio

Settore: F
Zuccherelli Stefano S.P.S. Il Tucano Colmic Nuova Europa RA B 13.240
Liverani Luciano
Solio Mirco
Ancarani Flavio

Nardelli Stefano A.S.S. Amo Santarcangiolese Maver FC C 11.110
Del Prete Fabio
Mazzoli Giuseppe
Serafini Pierpaolo

Settore: G
Vanicelli Massimo S.P.S. Bagnacavallese RA B 26.590
Bolognesi Mario
Ravaioli Davide
Melandri Franco

Iuorio Renato Club Pescatori Colmic FO A 23.220
Zangari Luigi
Camerani Stefano
Casadei Alberto

Settore: H
Bucchi Giovanni S.P.S. Bagnacavallese RA C 9.540
Botti Luciano
Liverani Alfredo
Fagnocchi Roberto

Ruscelli Giorgio A.P.S. Bellaria Igea Marina Hydra RN C 9.450
Manuzzi Massimo
Drudi Denis
Fonti Davide

Settore: I
Genghini Cesare A.P.S. Rimini Miramare Colmic FC A 30.540
Riva Andrea
Beldomenico Simone
Barosi Mirco

Lama Sergio S.P.S. Bagnacavallese RA A 20.340
Frulloni Giovanni
Bolognesi Giuseppe
Liverani Cesare

OSTELLATO 19-07-09 006
CAMPORESI FABIO

OSTELLATO 19-07-09 005
VALBRUCCIOLI MASSIMO LE AQUILE

OSTELLATO 19-07-09 004
SILVANI IVAN LE AQUILE

OSTELLATO 19-07-09 003
COLA MAURIZIO LE AQUILE

OSTELLATO 19-07-09 001
I CAMPIONI DEL TEAM LE AQUILE CON UN “MASTELLO” DI PESCE CATTURATO

OSTELLATO 19-07-09 010
MAURO BROLLI CITTA’ DEL RUBICONE: UN PO’ DI RIPOSO DOPO LA GARA

OSTELLATO 19-07-09 009
ALESSANDRO SCARPONI CITTA’ DEL RUBICONE IN PESCA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.