IN ANTEPRIMA IL NUMERO DI GENNAIO DI PESCA IN

Cari Amici di Match Fishing, gennaio è arrivato e con esso in tutte le edicole anche il numero 1 del 2011 di Pesca In. La più importante rivista di pesca non può certamente mancare a casa vostra e per questo vi consigliamo di acquistarlo presso il vostro edicolante di fiducia.

All’interno troverete tanti argomenti trattati come sempre con grande professionalità e passione dai vari collaboratori della rivista.

Pesca In intende offrire ai suoi lettori sempre il meglio in fatto di pesca sportiva per accrescere sempre di più il prestigio che si è conquistato in tanti anni di buon lavoro.

Ogni mese, quindi, potete trovare su Match Fishing un assaggio dei vari argomenti trattati sulla rivista PESCA IN che vi invitiamo ad acquistare.

Il Comitato di redazione, per cercare di darvi sempre il meglio, vorrebbe conoscere un parere su quali argomenti vorreste fossero trattati maggiormente sulla rivista assicurando tutto l’impegno per soddisfarvi.

Aspettiamo consigli ed anche eventuali critiche.

Un caro saluto. Alessandro Scarponi

COPERTINA Gino Soffritti posa sorridente con una bella trota “gialla” appena catturata con ancora una camola colorata in punta di becco!

Editoriale

Bravi tutti!

di Francesco Capomassi

Brave le ragazze della Nazionale italiana di Pesca al Colpo che in Sudafrica hanno portato a casa un bronzo di assoluto valore e bravi i ragazzi della società Città Del Rubicone che hanno magistralmente organizzato e condotto per mano il nostro primo Italian Master. Ma partiamo dalle formidabili agoniste italiane che in terra africana dovevano affrontare un mondiale non del tutto facile, sia per aspetti organizzativi, data la lunga trasferta in terre poco avvezze alla pesca al colpo in genere, sia per ragioni di conoscenza stessa del territorio da affrontare. L’incidente stradale di cui tutti ormai sappiamo benissimo avrebbe potuto in qualche modo ledere la mente oltreché alcune parti fisiche molto evidenti, e invece è stato fin da subito assorbito per essere ottimizzato in energia positiva, quell’energia che alla fine si è materializzata in un superlativo terzo posto dal colore “abbronzato”. Così il podio, sfiorato nella precedente edizione, questa volta non si è del tutto negato, seppure al costo di un pesante tributo, ma come sono soliti dire gli americani nel battere la spalla quando le cose riescono a dovere, “well done”! E bravi anche i ragazzi della società di pesca Città Del Rubicone che, insieme al nostro Alessandro Scarponi, hanno portato a termine il difficile compito richiesto da questo primo Italian Master. Non è stato facile e le problematiche organizzative ci sono state eccome, non da meno i faticosi incontri con le diverse autorità locali che sono stati davvero lunghi e snervanti. Incastrare tutto in un’unica giornata di pesca e soprattutto concentrare un elevato numero di agonisti e accompagnatori ha richiesto molta buona volontà, diverse spese economiche e senso dell’organizzazione di squadra. Ma alla fine ha davvero pagato, non in termini di guadagno, semmai di soddisfazione. Ecco, quella che si è vista è stata la soddisfazione innegabilmente segnata nei volti stanchi di tutti, partecipanti, aziende del settore e autorità. E questo spirito è il succo di tutta la faccenda, sia dell’avventura femminile in terra africana, sia degli ottocentosettantacinque agonisti in terra di Ostellato. Aziende, pezzi della nazionale, grandi campioni e soprattutto semplici agonisti, almeno per una volta tutti appassionatamente insieme. Che ve ne pare? Ci rivediamo quest’anno!

ARTICOLI

Eventi aziendali

Daiwa Day

di Alessandro Scarponi


Sulle sponde di un difficile Mincio che ha esaltato la pesca a bolognese si è consumato il tradizionale appuntamento con il 5° trofeo Daiwa. Come sempre grande organizzazione e numero di affezionati alla giornata di incontro con il marchio giapponese.

Maver Day

di Fernando Bernardini

Ad Ostellato si è recentemente tenuto il consueto ritrovo annuale di fine stagione con gli appassionati del marchio. Una bella manifestazione come sempre, ricca di momenti di aggregazione che ha lasciato tutti profondamente soddisfatti.

Tubertini Day

di Marco Del Frate

Grande partecipazione di pubblico e di agonisti alla tradizionale kermesse con l’azienda bolognese che ha come sempre evidenziato un clima molto socievole e una perfetta organizzazione in grado di sopperire ad ogni esigenza.

Scienza – Ittiologia

La gestione delle zone salmoni cole vietate alla pesca

di Luca Ciuffardi

La stagione invernale ci sta vedendo ancora impegnati nelle attività ittiogeniche in incubatoio, con le spremiture dei Salmonidi e con la stabulazione delle prime uova fecondate. A breve i nuovi nati andranno a popolare le vasche degli impianti e diventerà necessario spostare l’attenzione sulla gestione dei tratti di torrente interdetti alla pesca, dove far crescere al meglio il pregiato novellame.

Pesca al colpo

Roubaisienne ai raggi X

di Roberto Caruso


Ogni casa costruttrice nasconde i suoi segreti nella costruzione delle sue roubaisiennes, ma quello che non si può nascondere è che le fibre di carbonio mono assiale o multi assiali possono raggiungere larghezze di pochi cm fino a 100-130 cm, con spessori di 0,14/0,28 mm…

Pesca al colpo

Rutili a canna fissa

di Matteo Maggi

Dopo avervi mostrato quanto possa essere divertente utilizzare la canna telescopia sul fiume più lungo d’Italia, ci spostiamo in uno dei suoi affluenti, Il Ticino, dove questa tecnica viene utilizzata anche durante le gare. Spinning 5 nodi per rimanere in forma di Francesco Capomassi Si perdono pesci e artificiali più di quanto si creda, spesso per disattenzione o per rischio calcolato. Non si pensa mai al nodo, imputando quasi sempre al filo o all’improvviso incaglio la colpa dell’estremo sacrificio, eppure quel semplice rito che precede l’aggancio con l’esca è quanto mai fondamentale proprio per la tenuta del filo. Cinque semplici nodi che servono a tutto, o quasi…

Carpfishing

Emozioni sotto zero

di Alfonso Vastano


L’inverno, si sa, non è sicuramente la stagione migliore per praticare il carpfishing, tuttavia, se ben equipaggiati e con lo spirito giusto, è possibile effettuare emozionanti catture che, a prescindere dalla taglia, possono regalarci grandi soddisfazioni.

Spinning Siluro

Cat Hunter II^ parte

di Stefano Passarelli

Bene ragazzi, nel nostro precedente appuntamento dedicato al siluro abbiamo stabilito i luoghi ed i momenti migliori per tentare la cattura di questo gigante con buone percentuali di successo. Vediamo ora di focalizzare l’attenzione sulle strategie di pesca più appropriate, gli approcci “specialist”, ovvero le tecniche mirate alla cattura di esemplari di grande taglia.

Mosca

Barbi a ninfa

di Massimiliano Nepori


La parola “consuetudine” ha con la pesca un rapporto al limite del paradosso, infatti, quando tutto sembra scontato e ragionevolmente pianificabile, l’imprevedibile è ad un passo da noi, pronto a mostrarsi nella veste inattesa di una nuova e affascinante preda, il barbo.

Itinerario Italia

Fiume Sele: un ecosistema che si può salvare

di Antonio Farro

A partire dal ponte omonimo, dove la trota è la specie prevalente, e fino alla foce, con i predatori d’acqua salmastra, il Sele è già stato oggetto a più riprese di dettagliate trattazioni e la circostanza, che dipende probabilmente anche da fattori di carattere affettivo, è da ricollegarsi soprattutto alle peculiarità che distinguono questo fiume dalla generalità degli altri corsi d’acqua di tutto il meridione.

Itinerario estero

Bretagna, tra terra e mare

di Marina Colacchi e Pino Simone

Terra straordinaria la Bretagna, terra di contrasti. Espressio grandiosi panorami, espressione del mare nella sua forma boschi e di corsi d’acqua dove salmone e trota sono sovrani.

Approfondimenti

Italian Master Il trionfo della pesca al colpo

di Alessandro Scarponi

OSTELLATO: UN MOMENTO DELL’ITALIAN MASTER


La fortuna aiuta gli audaci. Noi organizzatori dell’Italian Master lo siamo stati: abbiamo sudato, lavorato, sognato, realizzato la più grande e prestigiosa gara dell’anno nel luogo più famoso e amato dai pescatori e ce l’abbiamo fatta. All’inizio si sono incontrati ostacoli, problemi, scetticismi, come succede quando si organizza un evento per la prima volta, ma nonostante tutto la voglia di realizzare qualcosa che in Italia nessuno aveva mai realizzato prima era tanta e adesso la scommessa è stata vinta. Ostellato, questo piccolo comune del Basso Ferrarese, abituato alla quiete e alla tranquilla vita di tutti i giorni, ha vissuto il suo momento di gloria. Fin dalle prime luci dell’alba è rimasto sotto i riflettori della pesca al colpo, improvvisamente invaso da milletrecento persone tra pescatori e accompagnatori, curiosi e abitanti della zona. La festa della pesca al colpo è scoppiata nella piazza del paese dove le aziende Colmic, Tubertini, Maver, Trabucco e Antiche pasture si sono date appuntamento per esporre le novità in fatto di attrezzature, attirando numerosissime persone.

Trota lago

Montature per piccoli laghetti

di Gino Soffritti


E’ comunque utile ricordare, per chi ci legge la prima volta, che il passaggio dalle giornate estive, caratterizzate da lunghe ore di solarità e da temperature elevate con acque superficiali dei laghetti calde (ben oltre i 30°, situazione che ha obbligato le trote a stazionare in profondità dove la temperatura era sopportabile), a quelle autunnali comporta un vero e proprio rovesciamento delle condizioni di vita delle trote e del modo di pescarle. Già dalla fine di ottobre le ore di sole si sono nettamente ridotte e le temperature sono scese di molto e, di contro, le acque superficiali si sono raffreddate progressivamente sino al punto da risultare più fredde di quelle profonde. A questa inversione di condizione le trote reagiscono alzandosi dal fondo per portarsi da metà della profondità del laghetto…..

Ledgering

Winter on small rivers

di Fernando Carnevale e Francesco Di Veronica


Ogni mattina, quando mettiamo il piede fuori di casa, ci rendiamo conto di quanto le temperature siano scese e di quanto sia difficile avere successo nei mesi che ci aspettano, i più freddi dell’anno. Le nostre più ottimistiche intenzioni, tra previsioni meteo, quotidiani controlli sullo stato dei fiumi, studio dei venti, della pressione atmosferica, consulti coi compagni di pesca ecc., se non siamo motivati è facile che lascino spazio a calde mattinate passate in casa a leggere il giornale o a vedere la tv, lontani dal freddo e da probabili cappotti, ma per chi ama i fiumi una soluzione c’è: quelli piccoli.

Rubriche

Catture dal mondo

di Roberto Ferrario

Le foto più curiose, le catture più emozionanti e i pesci più strani presi nei mari e nei fiumi di tutti i continenti.

Fishing Ladies

Una pagina al femminile

di Clara Micheli

Galleggianti & montature

di Fernando Bernardini

Due galleggianti e due montature a confronto A domanda? Risposta!

Curiosità, notizie, tecnica e approfondimenti

La parola all’esperto di Carpfishing News

di Alfonso Vastano

Notizie e consigli dal mondo del carp fishing, la tecnica di pesca più innovativa per la cattura delle grosse carpe e non solo.

Ogni mese l’esca del mese!

di Fernando Bernardini

Fra i vari aspetti riguardanti la pasturazione una buona pratica di incollaggio delle esche deve necessariamente far parte del bagaglio tecnico del pescatore.

Dressing artificiali

di Stefano Passarelli

Montature, astuzie e innovazioni per le esche artificiali.

Bassfishing world

di Francesco Guazzi

Una finestra attenta al mondo del bass fishing italiano e non solo.

Agonismo

di Alessandro Scarponi

Calendari gare, eventi, report di gare ed incontri internazionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.