OSTELLATO VALLE LEPRI: LA TERZA PROVA DEL TROFEO BAZZA

Il ferragosto è una giornata da trascorrere all’insegna del divertimento e così tanti agonisti non hanno voluto mancare all’appuntamento con alcune gare in programma sul Circondariale Valle lepri per cercare, per l’appunto, di trascorrere qualche ora per dimenticare i tanti pensieri che la grave situazione in cui versa il nostro paese ci riserva.

L’appuntamento per oltre 300 persone era fissato al Bar Miky alle ore 7 dove erano previsti i raduni delle due gare organizzate da Umberto Guidetti (Trofeo Bazza) e Giancarlo Cassanelli.

Il Campo di gara di Ostellato vecchio per l’occasione si è presentato molto accogliente grazie alla totale sfalciatura dell’argine e la mattinata si preannunciava all’insegna della “buona pesca” per tutti.

Il tratto più pescoso è stato quello occupato dai concorrenti della gara organizzata da Giancarlo Cassanelli i quali sono stati collocati dal km 5,5 a salire mentre la gara di Umberto Guidetti, che partiva dal km 7 circa a salire, ha visto pesi massimi inferiori alle aspettative.

Partenza con acqua senza corrente ma dopo mezz’ora ha iniziato a spingere da sinistra verso destra rendendo più complicata l’azione di pesca.

Ancora una volta si è pescato a roubaisienne ma questa volta, per evitare le varie buche provocate a suo tempo dalla benna scavatrice, diversi hanno cercato riparo accorciandosi fin dove emergeva il vecchio fondale.

Sembra infatti determinante, per una pescata regolare, impostare la pasturazione dove le breme si sentono più sicure dal nemico siluro che solitamente tende a nascondersi proprio all’interno di queste buche.

Alla luce dei risultati pare non sia determinate la linea di pesca l’importante era pescare su un piano di fondo regolare e li scaricare quello che una pescata alle breme richiede.

C’è chi a pescato a 6 pezzi di canna, chi a 13 metri perchè il fondo lo permetteva e chi, sono stati in tanti, hanno pescato a 10 – 11 metri.

Le soluzioni vincenti, per quello che ho potuto capire al raduno raccogliendo le testimonianze dei concorrenti, sono state due: con galleggio pesante finanche di 2 grammi, con l’esca a radere il fondo, e con lenza leggera di 0,20 grammi con appoggio notevole facendo grippare sul fondo anche qualche pallino del 13.

Dopo il fondo iniziale effettuato rigorosamente con bocce a mano si è provveduto ad alimentare durante la gara nei momenti di debolezza delle mangiate.

Le esche più redditizie sono state due: bigattini bianchi vivi o raperini rossi vivi o stirati.

La calda stagione estiva offre anche altre possibilità come l’uso del mais o del caster ma stranamente queste due esche oggi pare non fossero di gradimento del pesce.

Pesce che ancora una volta è stato rappresentato dalle “sante breme” mentre i carassi sono usciti solo raramente.

Nelle due gare si sono realizzati pesi dalle due facce: da pochi grammi verso il km 7 a quasi 18 chili all’inizio del km 5,5.

Altri settori si sono vinti con pesi poco omogenei tra loro a dimostrazione che la pescosità in questo periodo è davvero legara al tipo di picchetto che uno si ritrova davanti.

Voglio segnalare anche un’altra particolarità che ha contraddistinto la gara di diversi concorrenti.

Dopo una buona partenza, con un buon susseguirsi di catture, la pescosità si è piantata senza potervi far fronte con qualsiasi altra soluzione tecnica.

La luce a qualcuno si è spenta dopo un’ora, ad altri a metà gara e da li alla fine “zeru mangiate”.

Il Trofeo Bazza con la terza prova disputata quest’oggi è arrivato al giro di boa con le ultime due prove che si svolgeranno ad Anita nei prossimi due sabati.

Classifica dei primi 10 individuali roubaisienne:

1° FAVALINI 2  1  1 = 4
2° PEZZUTO 2  1  3 = 6
3° COVERINI 1  5  2 =  8
4° FARNE’ 3  4  2 = 9
5° BUCCHI 4  1  5  =10
6° FANIGLIULO 5  3  2  =10
7° LUDOVICO 1  4  6  =11
8° MANZOLILLO 9  1  2  =12
9° NICOLINI 2  6  6  =14
10° BERTACCINI 7  2  6  =15

Classifica dei primi 3 individuali mulinello:

1° LAVEZZI Gabriele 1  6  3  = 10
2° MELCHIORRI  Romeo 3 5  2  = 10
3° GRUPPIONI Palmiro 4 3 4  = 11

Da Ostellato, nel giorno di ferragosto è tutto.

Alessandro Scarponi.

NEVIO TURCI (AMO SANTARCANGIOLESE) VINCE IL SETTORE AL N° 1 DEL CAMPO GARA CON CIRCA 3,5 KG.

ROBERTO SALMI (CANNE ESTENSI) UN OTTIMO PRIMO DI SETTORE CON CIRCA 5,5 KG

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.