9° MEMORIAL LUCA GAGGIOLI: AL LAGO LA MIGNATTA E’ SEMPRE UN’EMOZIONE!

E’ possibile parlare di festa in occasione di un memorial, per di più in memoria di un bambino venuto a mancare in tenerissima età?

Forse nel caso del Memorial Luca Gaggioli, sì.

Perché nonostante la tristezza del ricordo, la foto di Luca che campeggiava sul manifesto dell’Avis, le girandole poste sul campo gara a rammentare quella fanciullezza spezzata e svanita per sempre e gli sguardi un po’ tristi dei presenti, in primis di nonno Pasquale, per di più acciaccato da una accidentale caduta, si respirava aria di gioia e di serenità.

Chissà, forse proprio il ricordo del sacrificio di Luca, che in parte vive in altri bambini bisognosi o la voglia di stringersi attorno a Lui, ha fatto sì che ci fosse euforia tra tutti noi, senza nessun tipo di rivalità, ma con la semplice voglia di stare insieme e di essere orgogliosi di rendere omaggio ad un bambino speciale che, sono sicuro, sorride da lassù e ci rende felici di poter dire, ancora una volta, io c’ero!

E a dimostrare questo affetto lo confermano i 180 concorrenti, provenienti da tutta Italia, anche da regioni decisamente lontane, come la Lombardia, la Toscana e persino il lontanissimo Veneto, accorsi a San Giorgio La Molara, al lago Mignatta, per partecipare a questa meravigliosa manifestazione che quest’anno, per la prima volta, ha visto gareggiare anche due signore, peraltro notissime, come Veronica Visciglia e Federica Brilli.

Tra i partecipanti non possiamo non menzionare gli amici della Sommesi Hydra di Varese, della Martin Alba Maver di Martinsicuro (TE), della Grizzly Anglers di Roma, della Libera Colmic di Pontecorvo, dell’Alap Tau Lucca Maver, del Fishmakers Tubertini di Latina e tanti altri ancora, oltre a tutti gli amici campani, che non si sono fatti spaventare dall’indubbia distanza chilometrica pur di essere presenti.

Venendo alla gara, che quest’anno ha visto la nuova formula a coppia, con i concorrenti che si sono alternati domenica 30 aprile e lunedì 1 maggio, diciamo subito che la vittoria ha arriso ad Alberto Visciglia, che gareggiando in entrambi i turni, con due sole penalità ha iscritto il proprio nome sul trofeo ad imperitura memoria.

Pesca come al solito gradevole, più cospicua il lunedì, forse per il pessimo tempo che ha caratterizzato i giorni precedenti la gara e che ha reso le acque di un colore piuttosto scuro, quasi caffellatte a differenza delle sponde del lago, di un meraviglioso verde determinato dall’erba rasata di fresco a sottolineare l’encomiabile lavoro del Comune di San Giorgio La Molara, la Comunità Montana e la sezione Fipsas di Benevento che, in perfetta sintonia, hanno curato con pignoleria maniacale l’aspetto esteriore del lago Mignatta rendendolo molto simile –come asserito da molti concorrenti – ad una fisheries inglese in un paesaggio quasi irlandese.

Doverosi, quindi, i ringraziamenti, oltre ai complimenti, al Sindaco di San Giorgio La Molara, all’arch. Tito Vella ed ai vari assessori che sono stati presenti nei due giorni di gara, provvedendo anche alla premiazione ed a Giancarlo Piagnoli, neo eletto Responsabile Regionale Pesca di Superficie, che si è prodigato, instancabilmente, per la migliore riuscita della manifestazione.

Un’ultima, doverosa, menzione a Pasquale Tedeschi, nonno dello sfortunato Luca, che ogni anno si prodiga, insieme al figlio Michelangelo, per la migliore riuscita del Memorial, non solo per onorarne la memoria, ma anche per rendere indimenticabile questa manifestazione facendo sentire a proprio agio tutti i partecipenti.

GALLERIA FOTOGRAFICA 

Per Match Fishing Italia, Michele Lozupone

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.