Seconda prova B5 nei due gironi vincono ancora il Triotto Nuova Tiburtina A (Garbolino) e La Libera A (Colmic)

Il tempo di cambiare gli elastici dalle punte e subito seconda prova a parti invertite, Ufente per il Girone A e Liri/Sacco per il Girone B.

Sicuramente gli amici del Girone B hanno fatto qualche sgarbo a Nettuno ma anche a Giove Pluvio, perché il temporale che si è abbattuto nel frusinate il sabato pomeriggio ha ridotto sia il fiume Sacco che il Il Liri  nella palude del caimano in Rodhesia, come la raccontava da Verdone in Troppo Forte.

Acqua color cioccolato che ha ridotto specie Ceprano che Falvaterra in un terno al lotto per chi impreparato ha cercato i pesci di taglia, piuttosto che ripiegare sui pesciolini nel sotto sponda.

Chi certamente non ha sbagliato, rivoluzionando quanto messo in preventivo i giorni precedenti per puntare al pesciolame, è il Triotto Nuova Tiburtina  A (Garbolino): Imperiali e compagni, infatti, con sole 8 penalità portano a casa il secondo trofeo in sette giorni.

Dietro di loro i padroni di casa della Golden River A con 11,5 penalità e a chiudere il podio il Team Blue Marlin GGianty A (Colmic) con 16 penalità.

Al girone A è toccato un Ufente con qualche segno di miglioramento, nonostanteil flusso della corrente sia diventato inesistente, causa la penuria di precipitazioni, lasciando il fianco alla marea.

La forte presenza di acqua salata allontana i pesci, specie i cavedani verso la parte alta del fiume, con l’ingresso abbastanza insolito di spigole anche grosse che predando nei picchetti arrecano disturbo.

La terza e la quarta zona i tratti più penalizzati dalla situazione, comunque l’esperimento di allargare i picchetti non sembra uan cattiva soluzione.

Vincitori assoluti di giornata sono ancora i quattro moschettieri della Libera A (Clomic) che con 12 penalità segnano un solco importante tra loro e le inseguitrici.

I secondi classificati, infatti, sono i ragazzi del Baccanale A Colimic con ben 18 penalità, precedendo di solo mezzo punto la squadra C del Team Blue Marlin Ggianty.

Ora si va in quel di Corbara con data unica e qualche incertezza ancora sull’esecuzione delle due prove e le esche consentite, nella speranza che le breme del lago Umbro regalino un minimo di regolarità nella pesca.

Sulla pagina FB di Massimo D’Agostini, che ringrazio per la disponibilità, le foto della prova del Girone B

GALLERIA FOTOGRAFICA

Un saluto a tutti i lettori di Matchfishing da Andrea Romanelli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.