TROFEO SERIE A3: LA PRIMA IN CANALBIANCO SE LA AGGIUDICA LA LENZA AGLIANESE (COLMIC)

IL Canalbianco di Loreo, nel tratto CHIATTE E fronte CHIATTE, ha ospitato la prima prova del trofeo di serie A3 alla quale hanno partecipato 50 squadre delle regioni Toscana e Emilia Romagna Ovest.

La giornata di pesca è stata caratterizzata da un sole gradevole con un leggero vento che però non ha disturbato l’azione di pesca.

La marea ha toccato il suo picco verso le ore 13 quindi nella prima parte di gara si è pescato con acqua in rimonta e molto lenta con le mangiate che dopo un discreto avvio hanno rallentato mentre ad un’ora dalla fine l’acqua ha iniziato a partire verso valle, per via della discesa della marea, e li è stata fatta la differenza per chi ha saputo interpretare al meglio la gara.

Il canale è stato affrontato nei più classici dei modi ma ben presto sono emerse le difficoltà dovute ai giri di acqua e le breme non è strato affatto facile catturarle.

I due lati del canale si sono distinti per pescosità e tecnica diversi tra di loro, è lo stesso canale ma non è la stessa pesca.
Tutti hanno più o meno la stessa pastura, le stesse esche, la stessa terra ma quello che può fare la differenza è la terra più eo meno scarica il verme tagliato, il caster tagliato e in alcuni settori l’innesco del verme l’ha fatta da padrone con un appoggio generoso, con una lenza leggerissima sul fondo, bloccata in barra sulla roma e qualche bel pesce è uscito.

La gara è stata effettuata con una marea crescente e questa condizione ha favorito i concorrenti che hanno pescato in sponda fronte chiatte anche perchè le prove hanno visto tanti concorrenti presenti su questo lato mentre sulla sponda lato chiatte sono stati ben pochi al venerdì.

Il sabato però nonostante i pescatori avessero fatto il fondo il pesce non ha poi risposto nella gara della domenica.

Alcuni picchetti non ne hanno voluto sapere di produrre una pesca decente.

La zona più pescosa delle quattro con una media pescato procapite di oltre 7,871 chili e un totale di 393,56 kg mentre la media generale del pescato è stata di kg. 956.270 con una media procapite di 4,781 kg.

Comunque la pesocosità non è stata altissima rispetto ad altre volte ma comunque si può dire nel suo complesso che la gara è stata abbastanza regolare.

Da segnalare il risultato ottenuto dal concorrente BIASCI Alessandro Valdera Lenza Pontederese A.S.D. L.P., ultimo a valle di campo gara, che vince con 19,880 chili.

classifica 1 prova A3

Vince la gara Lenza Aglianese sq. B (Colmic) con 8 penalità con la seguente formazione: PIFFERI Adriano (1°), MELANI Jonathan (3°), GIUGNI Alessandro (3°), FABBRI Gabriele (1°).

Secondo posto per la Valdera Lenza Pontederese A (Colmic) con 10 penalità le stesse penalità che ottiene la formazione dell’Alto Panaro (Sensas Stonfo)

mentre al terzo posto con le stesse penalità 12 le squadre dell’Alap Tau Lucca (Maver) e la Borghigiana Pellicano (Maver).

Per le interviste dei protagonisti vi rimandiamo ai video pubblicati sulla pagina facebook di matchfishing.

Arrivederci alle prossime prove del Cavo lama.

Per M.F., Giuseppe Spagolla

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.